OLIMPIA CASTELLO – NET SERVICE SG FORTITUDO
51 – 57 (19-20; 35-26; 46-41)

OLIMPIA CASTELLO
Bisi ne, Sabattani 5, Govi 7, Khodadadzade, Dalpozzo, Salsini 5, Biasco ne, Zeneli 11, Musolesi 9, Costantini 9, Locci 2, Pieri 3,
All. Serio

NET SERVICE SOCIETÀ GINNASTICA FORTITUDO
Battilani 2, Balducci 7, Procaccio 11, Tapia ne, Tosini 6, Cinti, Pederzoli 7, Ranieri 4, David, Degli Esposti Castori, Zinelli 3, Dordei 17.
All. Mondini

Al PalaFerrari in quel di Castel San Pietro Terme, per la nona giornata di ritorno, va in scena una sfida crocevia: per i padroni di casa una vittoria vorrebbe dire rilanciarsi e sperare ancora nella salvezza, mentre per la SG significherebbe continuare a credere nei playoff e a sognare la promozione. L’Olimpia si presenta a questo match forte dei nuovi innesti Zeneli e Dalpozzo, ma dopo due sconfitte (contro Molinella e Forlimpopoli) e il rinvio dell’ultimo turno contro Reggio Emilia, causa contagi da Covid-19; la Net Service, invece, arriva da un periodo positivo e cerca la terza vittoria consecutiva, in seguito alla prova convincente sul campo proprio di Reggio Emilia e all’agevole successo interno su Montecchio nell’ultimo turno. Nel girone d’andata, l’incontro era terminato in favore degli uomini di Mondini, che si erano imposti con il risultato di 77-70.

L’avvio è alquanto frizzante: ai primi sette punti di Zeneli rispondono Pederzoli dalla lunetta e una tripla di Zinelli per il primo pareggio sul 7-7. L’Olimpia poi prova a cambiare il ritmo con una zona mista, ma la bomba dall’angolo di Balducci e quattro punti di Dordei, propiziati dalle tante seconde opportunità ospiti, costringono Serio al timeout sul 13-16. Al rientro sono incisivi i liberi di Procaccio e Dordei e le iniziative di Costantini, fino alla tripla di Sabattani, che fissa il punteggio alla prima pausa sul 19-20.

Il secondo quarto parte con tre punti di Salsini e un appoggio di Procaccio, sarà però
l’unico cesto di un parziale da incubo per la NET Service, che in attacco si blocca all’improvviso: errori a ripetizione portano l’Olimpia al 29-22 di metà quarto, grazie alla tripla di Pieri e altri due punti di Salsini. L’attacco ospite non si riprende, nonostante i tentativi di Pederzoli e Ranieri, ma la fortuna dei ragazzi di Mondini è che i castellani non affondano il colpo, segnano infatti solo tre punti con Govi e qualche libero fino alla rubata nell’ultimo minuto di Balducci, che in contropiede toglie il tappo dal canestro e permette di muovere lo score SG assieme ad un layup sulla sirena di Procaccio, che conclude i primi 20’ sul 35-26.

Nel terzo periodo Dordei prende per mano gli ospiti con cinque punti consecutivi, ma due palle perse biancoblu non permettono di ricucire: è comunque timeout Olimpia sul 37-31 dopo 3’. Al rientro ecco che la gara si rianima con la bomba di Procaccio, a cui risponde con la stessa moneta Costantini, Ranieri ne infila quattro dalla lunetta, ma i lunghi di casa (Zeneli e Locci) mantengono le distanze sul 46-38 a 2’ dal termine. Da questo momento la difesa Net Service si fa più dura e costringe a palle perse e infrazioni di 24 secondi, permettendo di arrivare all’ultimo riposo sul 46-41 per i padroni di casa.

L’ultimo quarto inizia subito con una tripla di Musolesi, ma in realtà si tratta solo di un’illusione, prima di 6’ di sterilità offensiva dell’Olimpia; questa volta sono i lunghi ospiti a guidare la rimonta: prima Pederzoli e Battilani per il 49-45 e poi cinque punti consecutivi di Dordei per il sorpasso ospite sul 49-50.
Dopo due errori di Balducci, è Musolesi a tornare a segnare e a portare Mondini al pronto timeout a 3’ 30” dal termine; poi la paura la fa da padrone con errori di Dordei, Musolesi e Costantini, fallo di Govi su Dordei che pareggia con 1/2 ai liberi. Si entra quindi negli ultimi 2’ sulla parità a quota 51 e una grande difesa ospite costringe Pieri alla persa; a questo punto arriva Tosini a decidere la partita: primi due punti in penetrazione contro Musolesi, poi 4/4 ai liberi dopo la persa di Govi e i due errori dalla distanza di Musolesi e Zeneli, che fissano il punteggio finale sul 51-57.

I biancoblu festeggiano così una vittoria agguantata in una modalità totalmente diversa dal solito: non più spumeggiante con punteggio alto, ma comunque due punti conquistati col sacrificio dopo una gara passata a rincorrere, in cui fare canestro non è stato per nulla semplice.
Il prossimo incontro in calendario, fissato per sabato 12 marzo alle ore 18, vedrà la Net Service impegnata tra le mura amiche della palestra Alutto nella sfida contro la LG Castelnovo. Avversari contro cui i ragazzi di Mondini, nella decima giornata d’andata, si imposero in trasferta al PalaGiovanelli con il risultato finale di 68-81.
Dando uno sguardo alla classifica, sembra di sognare per la SG, che aggancia Basket 2018 Ferrara a quota 18, consolidando il terzo posto; l’Olimpia, invece, rimane sul fondo della graduatoria in decima posizione in compagnia di Montecchio, entrambe con soli 6 punti conquistati.
Classifica parziale dopo la quinta giornata di ritorno: Virtus Imola (12v-2p), Basket 2018 Ferrara (9v-5p), NET SERVICE SG FORTITUDO (9v-5p), Bk2000 Reggio Emilia (8v-5p), Baskers Forlimpopoli (8v-7p), LG Castelnovo (7v-8p), Pallacanestro Molinella (7v-7p), Pall.2014 Fulgor Fidenza (7v-8p), Francesco Francia Pall. Zola Pedrosa (4v-10p), Olimpia Castello (3v-10p), Pol. Arena Montecchio (3v-10p).

MARTINO PAGNONE

CategorySG Fortitudo

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Feed RSS: