NET SERVICE SG FORTITUDO – BASKERS FORLIMPOPOLI
65 – 66 (16-16; 30-33; 40-48; 65-66)

NET SERVICE SOCIETÀ GINNASTICA FORTITUDO
Battilani 2, Balducci 6, Procaccio 10, Tapia, Tosini 8, Cinti, Pederzoli 6, Ranieri 12, David ne, Degli Esposti Castori 2, Zinelli 3, Dordei 16
All. Mondini

BASKERS FORLIMPOPOLI
Benedetti 8, Brighi 19, Rombaldoni 9, Garavini ne, Vandi 4, Gaspari ne, Bracci 6, Donati 14, Ravaioli ne, Gorini, Semprini 6, Torelli
All. Agnoletti

È trascorso quasi un mese ormai dall’ultima gara disputata, dopo un lungo stop e ben quattro turni rinviati a causa dell’aggravarsi della situazione Covid, il campionato di Serie C Gold è finalmente pronto a ripartire, così come la SG Fortitudo, che oggi, tra le mura amiche della palestra Alutto, affronterà la compagine ospite dei Baskers Forlimpopoli, nel match valevole per la quinta giornata del girone di ritorno. Questo periodo di pausa forzata è purtroppo arrivato nel miglior momento della stagione dei biancoblu, reduci appunto da ben quattro vittorie consecutive, l’ultima proprio in casa al fotofinish contro la Fulgor Fidenza. Forlimpopoli, invece, si è regalata il lusso di piegare la capolista Virtus Imola a domicilio, salvo poi incappare in una brutta sconfitta casalinga contro Basket 2018 Ferrara nell’ultimo turno giocato. Una squadra quindi imprevedibile e decisamente arcigna da fronteggiare: i ragazzi di coach Mondini dovranno essere bravi a mettere in pratica il piano partita ideato e le situazioni provate in allenamento per avere la meglio.

L’approccio alla gara, però, non è dei migliori già dai primi minuti: sono i romagnoli, infatti, a prendere subito il controllo con uno 0-8 iniziale, firmato dalle triple di Donati e Benedetti, insieme alle iniziative di Brighi. La Net Service riesce a ricucire lo strappo grazie ai cambi, con dieci uomini utilizzati dopo soli 7’ di gara, e all’esperienza di Dordei, il quale guida i suoi realizzando sei punti, che portano il primo quarto a concludersi in perfetta parità, a quota 16.
L’equilibrio sembra regnare sovrano, i padroni di casa tentano anche l’allungo a metà secondo periodo con Procaccio e Ranieri protagonisti (25-22), ma da qui i meccanismi offensivi si inceppano e i felsinei trovano grandi difficoltà ad attaccare la difesa match up avversaria, che fa perdere ritmo e crea parecchia confusione. La solidità difensiva permette ai Baskers di costruire un parziale di 2-9, alimentato dalla tripla di Brighi, che spinge così coach Mondini ad usufruire del minuto di sospensione per cercare di chiarire le idee sul punteggio di 27-31 con 2’ rimanenti sul cronometro. Si va quindi all’intervallo lungo con il vantaggio ospite di 30-33, dopo lo squillo da tre di Zinelli.

La partenza della seconda metà di gara è caratterizzata da molto nervosismo, dettato dalla voglia e dalla foga, forse troppa, di recuperare della squadra bolognese. Sono perciò gli ospiti ad approfittarne: la zona biancorossa, adattata poi a uomo negli ultimi secondi dell’azione, funziona e concede pochi spazi (Dordei il solo in grado di trovare il fondo della retina per i suoi in 8’ abbondanti di ripresa), mentre nell’altra metà campo vengono premiate le iniziative di Donati e Semprini, intervallate da altre due bombe del solito Brighi, on fire questa sera, che conducono così al massimo vantaggio romagnolo sul risultato di 36-48 con 1’30” da giocare. Mondini teme la fuga decisiva e tenta di dare una scossa ai suoi con un altro timeout, facendo cambiare loro atteggiamento e riuscendo quantomeno ad accorciare e chiudere il quarto con 8 lunghezze da recuperare (40-48).

La reazione d’orgoglio dei biancoblu nel periodo decisivo non si fa attendere: il pressing a tutto campo della SG dà i suoi frutti, producendo un parziale complessivo di 13-0 e concretizzando il sorpasso. Si alternano come realizzatori Procaccio, Pederzoli e Ranieri, i quali suonano la carica fino al sorprendente 49-48, prima che coach Agnoletti fermi la partita, fin qui condotta molto lucidamente, per tentare di frenare gli entusiasmi di casa. Una tripla di Benedetti rivitalizza Forlimpopoli e con i due canestri filati di Tosini si arriva a 5’ dalla fine ancora in parità (53-53). Arriva nel momento propizio la spallata alla partita dei Baskers, prima Donati e poi Rombaldoni, con cinque punti filati, portano lo score sul 53-60; a capitano risponde capitano: all’infinita esperienza del capitano biancorosso risponde quindi la tenacia di capitan Balducci, che realizza sei punti consecutivi e riporta sotto i suoi (61-62). Nuovamente Brighi spara dall’angolo e mette a segno l’ennesima tripla (saranno ben 5 totali a fine match), in seguito proprio a Balducci viene fischiato tecnico per aver commesso invasione sulla rimessa e Benedetti realizza il libero (61-66); Ranieri riduce lo scarto, Dordei fa il pieno dalla lunetta e intanto sono rimasti solamente 36” sul cronometro. Rombaldoni si prende la responsabilità di gestire il pallone, ma lo fa male, perdendolo e regalando 16” per l’ultimo possesso della partita ai biancoblu: c’è ancora qualche speranza per la Net Service. Speranze che, però, si spengono definitivamente dopo che il tiro dalla grande distanza di Balducci va a sbattere sul primo ferro. La vittoria e la gioia finale sono per Forlimpopoli.

Un altro finale al cardiopalma, che questa volta, però, non sorride ai biancoblu e che interrompe quindi il momento magico insieme alla striscia di vittorie consecutive in casa SG Fortitudo. Troppa poca incisività e lucidità, come detto anche da coach Mondini nel post-partita: “Purtroppo ci siamo svegliati troppo tardi”: è mancato quello spunto determinante a cambiare il ritmo della partita per poter mettere in difficoltà l’ostica organizzazione difensiva avversaria e portare il risultato a casa. Di certo questa sconfitta non compromette l’andamento della stagione, considerando quanto di buono fatto vedere nella prima parte di campionato e anche il lungo periodo di inattività.
Il prossimo appuntamento in calendario sarà lontano da Bologna, più precisamente al PalaRegnani, casa della Bmr Basket 2000 Reggio Emilia, in data 13 febbraio alle ore 18. Capitan Balducci e compagni cercheranno di vendicare il pesante passivo subito all’andata, quando la partita terminò 60-77.
Concentrandosi sulla classifica, dopo questo risultato negativo, la Net Service rimane in compagnia di Basket 2000 Reggio Emilia (che conta una partita in meno), della Fulgor Fidenza e viene raggiunta proprio da Forlimpopoli a quota 12 punti, restando comunque ampiamente a contatto con la zona playoff e a debita distanza dalla zona retrocessione.
Classifica parziale dopo la quinta giornata di ritorno: Virtus Imola (9v-2p), Basket 2018 Ferrara (7v-3p), Basket 2000 Reggio Emilia (6v-4p), NET SERVICE SG FORTITUDO (6v-5p), Baskers Forlimpopoli (6v-5p), Pall.2014 Fulgor Fidenza (6v-5p), LG Castelnovo (5v-6p), Francesco Francia Pall. Zola Pedrosa (4v-6p), Olimpia Castello (3v-7p), Pallacanestro Molinella (3v-6p), Pol. Arena Montecchio (2v-8p).

MARTINO PAGNONE

CategorySG Fortitudo

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Feed RSS: