NET SERVICE SG FORTITUDO – PALL. 2014 FULGOR FIDENZA 75 – 72 (20-14; 40-30; 48-48)

 

NET SERVICE SOCIETÀ GINNASTICA FORTITUDO

Battilani 5, Balducci 17, Selvatici ne, Barbieri ne, Procaccio 11, Tapia 3, Tosini 9, Cinti 2, Pederzoli 9, Degli Esposti Castori 5, Zinelli 8, Dordei 6.

All. Mondini

 

PALL. 2014 FULGOR FIDENZA

Taddei, Sichel 8, Paterlini, Sabotig 2, Marchetti 8, Di Noia 17, Fainke, Montanari, Arbidans 5, Allodi 11, Scattolin 9, Perego 12.

All. Bertozzi

 

 

Sfida di alta classifica quella che potranno apprezzare i numerosi spettatori, sia locali che ospiti, giunti alla palestra Alutto per l’undicesima giornata del campionato di Serie C Gold, ultima di andata. A fronteggiarsi la SG Fortitudo, proveniente da tre splendide vittorie di fila e lanciata verso le posizioni alte della classifica, e la Fulgor Fidenza di coach Bertozzi, sconfitta nell’ultimo turno sul parquet di casa da Basket 2000 Reggio Emilia con un pesante -22 sulle spalle e quindi in cerca di riscatto in terra bolognese. Questa sarà un’ulteriore prova di maturità da affrontare per i ragazzi di Mondini, con la squadra che dovrà confermare ciò che di buono è stato fatto vedere nella trasferta di settimana scorsa sul campo della LG Castelnovo. Questo però non potrà bastare: sarà importante, infatti, dare anche nuovi segnali di miglioramento sotto diversi aspetti per riuscire nell’impresa ed agganciare i diretti avversari, dato che la Fulgor Fidenza con 12 punti occupa proprio la terza posizione, essendosi finora dimostrata squadra di qualità formata da vari giocatori con molti punti nelle mani. Un match, quindi, per nulla semplice, ma la fame di vittoria è tanta e l’entusiasmo in casa biancoblu è alle stelle!

 

È un primo quarto inizialmente a punteggio basso, qualche errore di troppo e mani fredde da entrambe le parti. Per la SG il protagonista è Battilani, lanciato in quintetto per l’assenza di Ranieri, che segna da sotto e poi batte in palleggio il proprio uomo e arriva fino al capolinea ad inchiodare una poderosa schiacciata; per Fidenza, invece, Arbidans segna da sotto dopo un bel movimento in backdoor, poi Battilani intercetta e Tosini si invola in contropiede, subisce un contatto falloso ma realizza comunque, non concretizzando tuttavia il libero supplementare: si rimane sul 7-6 dopo 5’ minuti di gioco. La difesa ospite è parecchio fallosa e i biancoblu ne approfittano: Procaccio serve nel cuore dell’area Degli Esposti, che cerca e trova il gioco da tre punti. Il quarto si chiude con quattro liberi messi a segno da Dordei e due da Procaccio, mentre Marchetti con 4 punti filati e un canestro allo scadere di Scattolin tengono a galla la Fulgor, fissando il punteggio sul 20-14.

 

I ritmi nel secondo periodo si alzano e Scattolin, aperto in angolo, mette a segno il tiro dall’arco. La Net Service decide di raddoppiare i lunghi avversari in post basso, ma questa scelta viene punita dal canestro dalla lunga distanza di Allodi. In seguito Balducci fa partire il contropiede con un passaggio lungo per Tapia, che prende la mira e spara da tre, solo cotone per lui, ma sul ribaltamento di fronte gli ospiti replicano con l’ennesima bomba, la terza in fila, questa volta di Di Noia, che entra definitivamente in partita. Sul punteggio di 26-23 Mondini opta per il timeout: i raddoppi in post non sono più efficaci e le rotazioni non funzionano bene, lasciando troppi spazi per i tiratori di Fidenza. La reazione SG non si fa attendere, le maglie difensive si stringono, gli avversari faticano a trovare la via del canestro, mentre Pederzoli e Tosini allungano fino al 32-25 e questa volta è coach Bertozzi costretto a chiamare il minuto di sospensione con poco meno di 4’ minuti da giocare. La Fulgor, però, esce male dal timeout, sorpresa dalla pressione a tutto campo dei biancoblu: palla persa e tripla di Zinelli su assist di Balducci, poi Battilani, monumentale in difesa, permette a Pederzoli dalla parte opposta di appoggiare facilmente il massimo vantaggio per i padroni di casa, arrivati a +12 con un parziale di 11-2 (37-25). Bertozzi non può far altro che chiamare il secondo timeout nel giro di pochi minuti, Di Noia cerca di riavvicinare i suoi con la seconda tripla della sua partita, ma Balducci recupera palla, si protegge e sigla il 40-30 che chiude il secondo quarto. Un altro primo tempo di grande qualità per i ragazzi di Mondini, che si trovano con estrema facilità e prendono tante buone scelte. In particolare, da sottolineare la prova di Battilani, molto positivo sia nella metà campo offensiva che in quella difensiva.

 

Nella ripresa la partita cambia con tanta fisicità e tanti contatti in più, la Fulgor aumenta l’intensità difensiva e la Net Service ha problemi in attacco. Di Noia continua da dove aveva lasciato con un’altra realizzazione dai 6,75, Procaccio risponde con un gran canestro dalla media dal palleggio, ma sono Allodi e specialmente Di Noia a suonare la carica e a riportare a contatto gli ospiti, grazie a un parziale di 2-10; coach Mondini ha visto abbastanza e a metà del periodo ferma la partita, troppe difficoltà ad attaccare e troppa passività da parte dei suoi. Le mani dei gialloblu sono caldissime e Sichel piazza la bomba del -1, rimonta quasi completata (44-43). I padroni di casa cercano di reagire, ma con azioni individuali che portano solamente a palle perse e stoppate subite, allora Mondini decide di schierare la zona 3-2 per cercare di arginare l’attacco avversario. Seconda tripla in fila di Sichel che vale la parità, dall’altra parte Tosini disorienta il difensore e va con un morbido sottomano, mentre Perego trova il canestro da sotto, impattando a quota 48 negli ultimi secondi. La difesa di Fidenza è molto più aggressiva, tanto da limitare a soli 8 punti in questo quarto la SG, che non trova mai soluzioni facili, spesso individuali, che non portano alcun risultato.

 

Nell’ultima frazione di gioco i problemi persistono, tanto che il solito Di Noia regala tre lunghezze di vantaggio alla propria squadra (48-51). Da questo momento, però, la reazione rabbiosa dei biancoblu porta ad un repentino break di 15-2 con capitan Balducci assoluto protagonista: prima tocca la palla da dietro al suo uomo, Dordei la recupera e lo lancia in contropiede per un comodo layup, poi ancora Dordei ruba palla a metà campo e assiste Balducci che segna da sotto; sempre il capitano, dopo il timeout di una Fulgor in totale confusione, attacca il ferro e scarica in angolo per la magnifica tripla di Procaccio, che porta il punteggio sul 58-51  a 6’ dalla sirena finale. La zona 2-3 di Fidenza non dà i risultati sperati, la bella circolazione di palla trova smarcato Balducci, che mette anche la tripla dalla punta e poi, dopo una buona difesa, lo stesso vola ad appoggiare in velocità con assist di Tosini il nuovo vantaggio in doppia cifra. Corsa, energia, grinta e tanta personalità per questo giovane playmaker, imprescindibile per questa squadra, a dir poco prezioso! Gli ospiti, nel mentre, dopo essere andati in vantaggio, hanno trovato solo un canestro con Perego e un canestro dalla gran distanza di Di Noia, quindi Pederzoli intercetta e corre a canestro e infine Balducci, dimenticato completamente dalla difesa, ne mette due facilissimi: SG sempre più vicina alla vittoria sul +8 a 3’ 24” dal termine. Arbidans da tre e Allodi da due accorciano le distanze, ma Tosini, nel momento più delicato, trova lo scarico per un libero Zinelli, che non ci pensa su e spara la bomba del 70-62, facendo esplodere il pubblico di casa così come la panchina. Gli ospiti rientrano fino al -4, ancora Tosini si prende la responsabilità con un palleggio, arresto e tiro difficile e lo mette a bersaglio, affondando le speranze gialloblu. Balducci è freddo dalla lunetta, Perego realizza un gioco da tre punti e allo scadere del tempo il tabellone recita 75-72.

 

L’impresa è cosa fatta, ancora una vittoria per la SG! Risultato di gran prestigio contro la terza forza del campionato, Fidenza sovrastata dall’energia, dallo spirito di sacrificio e dalla voglia di vincere della Net Service. Squadra di Mondini che continua a stupire, arrivando alla quarta vittoria consecutiva con una prestazione maiuscola, dando continuità ai risultati conquistati finora. Dopo il solito primo tempo di alto livello, nella seconda parte di gara arriva un piccolo calo e arriva il rientro ospite, ma la tenacia e la compattezza dei biancoblu permettono loro di andare oltre le difficoltà e reagire, portando alla fine il risultato a casa con un gran prova di forza e compattezza.

MVP di serata con i suoi 17 punti il capitano, Simone Balducci, che si scatena nell’ultimo periodo e guida i suoi nell’allungo decisivo sugli ospiti in piena rimonta. A guardare i tabellini si può notare come i punti siano ben distribuiti tra tutti i giocatori, a dimostrazione del fatto che si sia creato un meccanismo ben oliato, basato sulla grande fiducia reciproca e dovuto anche all’ottimo lavoro di coach Mondini e del suo staff fin qui svolto.

Si conclude così il girone d’andata, una prima parte di stagione più che positiva per la SG, con un bottino di ben 6 vittorie a fronte di 4 sconfitte, tre delle quali arrivate nelle prime tre giornate, poi il cambio di marcia con tutti e 6 i successi conquistati nelle ultime 7 gare. Ora è prevista la pausa natalizia, quindi il prossimo appuntamento, coincidente con la prima giornata di ritorno, vedrà la Net Service impegnata nel proibitivo match contro la capolista Virtus Imola, in data 8 gennaio sempre presso la palestra Alutto alle ore 18. Imola si è dimostrata squadra completa, con elementi di grande talento e costruita per conquistare la promozione, infatti l’andata terminò con una sonora sconfitta (83-52) e non a caso si trova ora in vetta alla classifica con 16 punti. Nel corso di questo girone, però, sono cambiate molte cose: la squadra di Mondini ha trovato i propri equilibri e le proprie certezze, che possono mettere in difficoltà chiunque, come ha dimostrato il campo, quindi tutto è possibile e non è vietato sognare!

Dando uno sguardo alla classifica, i biancoblu scalano ancora posizioni dopo questa incredibile vittoria, raggiungono quota 12, al pari proprio dela Fulgor Fidenza e in compagnia anche di Basket 2000 Reggio Emilia, occupando ora la terza piazza, in piena corsa per un posto nei playoff.

Classifica dopo l’undicesima giornata: Virtus Imola (8v-2p), Basket 2000 Reggio Emilia (6v-3p), NET SERVICE SG FORTITUDO (6v-4p), Pall. 2014 Fulgor Fidenza (6v-4p), Basket 2018 Ferrara (5v-3p), Baskers Forlimpopoli (5v-5p), LG Castelnovo (4v-5p), Francesco Francia Pall. Zola Pedrosa (4v-5p), Olimpia Castello (3v-7p), Pallacanestro Molinella (3v-6p), Polisportiva Arena Montecchio (2v-8p).

Martino Pagnone

CategorySG Fortitudo

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: