Bologna, 21 settembre –

Veni, vidi, vici. Cosi sarebbe riassumibile la prima esperienza italiana di Kitija Laksa, dopo aver calato l’asso pigliatutto portando a casa Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa italiana nella passata stagione. A questi ha aggiunto anche il premio come MVP in ognuna delle competizioni.

Tutto sommato un discreto biglietto da visita per l’ala di Riga, che oltre a militare nella squadra della sua città (collezionando 90 gare tenendo conto di campionato, coppe ed Eurolega) ha avuto diverse esperienze internazionali giocando in NCAA per South Florida University e in Turchia.

Tiratrice affidabilissima da oltre l’arco, 42.9% da tre in 29 gare nella sua prima stagione in Florida, unisce anche una ottima capacità nel mandare a canestro le compagne. Questo suo aspetto, in particolare, nel corso degli anni è stato migliorato, togliendosi di dosso l’etichetta di realizzatrice pura, pur senza perdere le sue doti da scorer.

Cruciale sarà l’apporto quanto numerico, quanto sul piano dell’esperienza, in Eurolega competizione in cui ha disputato la scorsa stagione realizzando 11.9 punti di media con il 41.5% da tre, raggiungendo 19 punti come High score contro Valencia. In quasi 30 minuti di media sul parquet in Eurolega e 27 in campionato, di è dimostrata giocatrice affidabile anche dal punto di vista fisico, aspetto importante per il suo gioco offensivo riuscendo a sfruttare al meglio tutti i suoi 182 cm, facendone una discreta rimbalzista (2.9 rimbalzi in campionato e 2.3 in Eurolega di media)

Le prime parole in bianconero della giocatrice lettone

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online