Il nuovo acquisto della Fortitudo – Daniele Cinciarini – è stato presentato oggi, nella sede del main sponsor Kontatto.
Ecco le parole degli intervenuti

Christian Pavani: Ringrazio Daniele che ha fatto questa scelta e Federico per l’ospitalità in questa sede stupenda. Questo è un passaggio importante per noi.

Davide Lamma: Io e il coach abbiamo iniziato a pensare a Daniele verso marzo, e sembrava cosa quasi fatta. Poi c’è stato qualche intoppo. La società poi ha fatto un ulteriore e grande sforzo, e da parte di Daniele c’è stata grande disponibilità. Siamo tutti contenti che sia arrivato, ci dà un grande apporto tecnico e umano. Con questo ulteriore sforzo pensiamo di essere completi.

Matteo Boniciolli: Con Daniele ci conosciamo dai tempi lontani della Nazionale Cadetti. Lui ha fatto una carriera importante e ha grandi qualità fisiche e tecniche. Noi quest’anno abbiamo coltivato la magnifica utiopia di vincere coi giovani, poi abbiamo capito che come l’anno scorso ci serviva esperienza, quella che l’anno scorso davano Lamma, Carraretto e Amoroso. Io pensavo a uno straniero di scorta, Christian Pavani mi ha fatto capire che era meglio prendere un italiano “giocante”. Ringrazio Daniele per essere venuto e la società per lo sforzo, ora tocca a me e alla squadra
La sua carriera non certo ha bisogno di presentazioni, tra l’altro ha vinto da solo una partita fondamentale per la salvezza poche settimane fa.
Però vi racconto questa, in uno dei primi giorni qui lui è andato a mangiare in un ristorante vicino al PalaDozza, e siccome era solo con lui c’è andato Legion, che aveva già mangiato. E se una cosa così la fa l’americano, vuol dire che siamo riusciti a creare qualcosa di speciale. Io mi auguro che tutti noi, a partire da me, siamo bravi a portare questo qualcosa di speciale sul campo.

Daniele Cinciarini: Ringrazio la società, i tifosi, la Fossa dei Leoni, tutti quelli che hanno reso possibile questo. Per me è un onore indossare questa canotta, e avere dalla mia parte un dei pubblico tra i più belli d’Italia. Ci ho giocato tante volte da avversario, e ho quasi sempre perso. Sono contento di essere qua, è stata un’emozione forte anche entrare nel palazzetto vuoto. Da entrambe le parti c’era una forte volontà che l’affare si facesse.
Io porto la mia leadership ed esperienza a un gruppo giovane e affiatato. Credo che possa dire la sua in questo campionato.
Una scelta anche per il futuro, comunque finisca la stagione? Sì, a me piacciono le sfide. La Fortitudo è un treno che passa una volta sola nella vita, per me è stato facile scegliere. Poi si vedrà sul campo. Però sono molto felice ed emozionato. Vengo da 11 anni consecutivi di serie A, però sono venuto qui con l’obiettivo di fare più strada possibile con la squadra. Se ci si riesce bene, altrimenti sono contento di continuare qui la mia carriera.
La squadra secondo me ha tutto per andare avanti e fare bene. Vorrei aiutarla ad avere più solidità mentale e cattiveria, perché nei playoff è sempre la testa a fare la differenza. Vorrei dare carica e solidità dal punto di vista mentale.
Il derby? L’ho seguito, ed era strano pensare che fosse in A2. Era in tutti i sensi una partita da serie A, e la Fortitudo ha fatto una partita ai limiti della perfezione. La Fortitudo è una squadra che lotta, e col fatto che sono arrivato io lotterà ancora di più.
I primi due giorni sono stati i più difficili, ho dovuto entrare nel sistema e imparare molti giochi. Ma i compagni e lo staff tecnico mi hanno aiutato in ogni modo. I playoff sono alle porte, prima mi inserisco e meglio è. Ma le difficoltà iniziali sono state superate subito, anche perchè qui c’è una grande organizzazione che mi sta rendendo le cose facili. E questo un giocatore lo apprezza.

Il video grazie a Sportpress

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online