Bocce ferme da nemmeno 48 ore e inevitabile chiusura dei conti con il passato per la Fortitudo che già da adesso deve iniziare a lavorare per la prossima stagione, sapendo che i primi nodi da sciogliere saranno quelli dell’allenatore e del campo di gioco.

Allenatore – Si parte dal fatto che al pubblico piacerebbe la conferma di Dalmonte, e che c’è comunque anche da risolvere il contratto ancora in essere con Meo Sacchetti. Per il Carlino il nome caldo potrebbe essere quello di Jasmin Repesa, che già l’anno scorso fu infruttuosamente trattato. Il coach dello scudetto viene da una stagione non negativa con Pesaro, anche se alla fine gli adriatici sono arrivati pari alla Fortitudo, e ultimi in classifica nel girone di ritorno: la sua prima idea sarebbe quella di restare con la Vuelle di fronte a progetti interessanti, ma intanto è finito nel radar di altre squadre, Sassari in primis.

Paladozza – Ci si tornerà, anche se è ancora tutto da chiarire con quali aperture al pubblico. Lo scorso anno la scelta di spostarsi alla Unipol Arena nacque dall’illusione di poter, con il 50% di pubblico, poter dare ostello a tutti gli abbonati, e forse la società dovrebbe differire un attimo eventuali decisioni sulla campagna abbonamenti per evitare poi di non poter – non certo per colpe proprie – dare seguito alle proprie scelte. Se non altro, anche a capienza ridotta, Azzarita sarà più accogliente di Casalecchio, già dispersivo a pieno regime e figurarsi in questa squinternata stagione.

Giocatori – Ci sono contratti e non contratti, ma come ha detto anche Dalmonte, più che i pezzi di carta contano volontà e scelte. Per Stadio ci potrebbe già a breve essere il saluto di Marco Cusin, che interessa a Udine per questo finale di stagione, mentre sempre per sgravarsi di qualche mese di contratti non è escluso un qualche altro prestito: come Totè anche Baldasso (che ha comunque escape estiva) potrebbe finire l’anno altrove. Per il futuro, il Carlino parla di un prolungamento di contratto, spalmato, per Aradori: il bresciano ha già due anni ancora firmati, qualche richiesta altrove (un pluriennale ad Orzinuovi?), e un eventuale allungamento lo porterebbe di fatto a chiudere la carriera, in modalità Mancinelli, in maglia Fortitudo. Prolungabile per Stadio anche Fantinelli. Sul piano degli stranieri, da valutare Banks (altro anno) così come Saunders, anche lui ancora sotto contratto. In uscita Hunt e Withers, anche se per quest’ultimo si potrebbe pensare ad una ri-valutazione. Rientrerà Palumbo, da Scafati.

Sponsor – Per Stadio si lavora per ampliare il pool, con Lavoropiù che resterà a prescindere dal ruolo: potrebbe essere ancora main sponsor, ma si cercano altre proposte.

(Foto di Valentino Orsini/ Fortitudo Pallacanestro Bologna 103)

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: