Un secondo tempo da favola: la Tramec Cento supera Napoli 

Una vittoria di coraggio, di resilienza, da vera squadra. La Tramec Cento stende la Gevi Napoli col punteggio di 79-74 in una partita memorabile, decisa da un secondo tempo eccezionale della squadra di casa, capace di cambiare volto dopo un primo tempo in sofferenza grazie a 51 punti realizzati negli ultimi 20 minuti.

Non era difficile prevedere che la partita alla Milwaukee Dinelli Arena fosse diversa dall’andata, in cui Napoli vinse con ampio scarto contro una Tramec rimaneggiata, ma ai locali serviva un’impresa contro il secondo miglior attacco (80 punti segnati) e la miglior difesa del girone (68 punti subiti di media) per ribaltare il pronostico.

Cento comincia con il quintetto ideale, con Cotton e Sherrod, assenti all’andata, assieme a Moreno, Petrovic e Fallucca. Per gli ospiti, privi di Iannuzzi, quintetto collaudato con Lombardi, Monaldi, Parks, Zerini e il miglior realizzatore della squadra Pierpaolo Marini.

Inizio equilibrato con il duo Moreno-Sherrod che apre le danze, mentre dall’altro lato Marini e Parks producono il primo vantaggio ospite dopo 4 minuti caratterizzati da circolazione di palla e poca precisione al tiro. Dopo un paio di scorribande offensive di Napoli, Fallucca da lontano e Sherrod da sotto confermano l’equilibrio sul 9-9 a 3 minuti e mezzo dalla fine del quarto. Sostituzioni e cambi difensivi fioccano da entrambe le parti, ma Napoli mette la freccia in meno di 60 secondi. Mayo esordisce con una tripla poi Lombardi schiaccia in contropiede per il 14-9 che costringe coach Mecacci alla prima sospensione. Sherrod porta a 8 il suo ruolino dopo i primi 10 minuti e, dopo il canestro di Mayo, Jurkatamm (uscito per infortunio) chiude la frazione con la realizzazione del 13-16.

Il secondo quarto comincia nel segno di Napoli che difende con intensità e capitalizza con Marini il quale porta i suoi sul +8 grazie a 7 punti consecutivi, intervallati da un guizzo di Cotton. Zerini segna 4 punti consecutivi, mentre Cento attinge dalle fonti di Moreno e Sherrod per restare a 8 punti di distacco. Minuto dopo minuto aumenta il tono fisico della sfida e i contatti proibiti sotto canestro si moltiplicano. Dalle mischie esce Gasparin con la seconda tripla del match di Cento (insoliti 2/10 per la Tramec e 1/12 per Napoli dalla distanza dopo 20’), ma Lombardi torna a timbrare il cartellino per il 31-24 e apre le porte a Zerini per proiettare la Gevi temporaneamente al massimo vantaggio (33-24). La riscossa per Cento la lancia Yankiel Moreno che segna 4 punti di fila per concludere il primo tempo sul 33-28 in favore degli ospiti.

Dall’intervallo si riparte dall’asse Mayo-Lombardi e da un ispirato Sherrod. Parks costruisce un gioco da 3 punti per alzare la sua asticella, ma chi la alza davvero nei minuti successivi è la Tramec Cento. La squadra di casa alza le percentuali da 3 punti con tre bombe di Moreno, Cotton e Petrovic che confezionano un parziale di 9-2 e si arrampicano sul -1 (39-40). Zerini fa respirare i suoi, ma a seguito di un’azione da manuale chiusa dal tap-in di Sherrod e una penetrazione di Cotton, Cento ribalta il match per la prima volta (43-42) al giro di boa del terzo quarto. Da qui inizia una girandola di emozioni. Jordan Parks registra la risposta con 4 punti di fila. Petrovic ristabilisce la parità (46-46), ma è ancora l’esperto giocatore nativo di Staten Island (15 punti nel terzo quarto per lui) che, assieme al successivo canestro di Monaldi (il primo della sua partita), a ribadire il +4 partenopeo (50-46). Dopo il timeout chiamato dalla panchina centese, i locali costruiscono un’altra azione notevole che Sherrod rifinisce con canestro e libero aggiuntivo, poi è Leonzio a piazzare la sua prima firma da 3 punti che innesca un continuo botta e risposta. Parks continua il suo show personale con 6 punti consecutivi, ma l’ultimo ribaltamento del quarto arriva da Giovanni Gasparin che conclude un terzo quarto altamente spettacolare con la settima bomba biancorossa della frazione su 10 tentativi. È 58-56 dopo 30 minuti ed è il preludio ad un finale batticuore.

I primi due minuti fanno sognare Cento. Cotton inaugura l’ultimo quarto con una delle sue proverbiali penetrazioni, Leonzio stampa un gioco da tre punti (63-56) e Moreno si mette in proprio per il massimo vantaggio centese (65-56). Napoli reagisce con due triple di fila di Marini e Parks, ma dopo il timeout biancorosso, arriva un mini-break di 4-0 per Cento che aumenta la fiducia nei padroni di casa. Napoli alza la voce con il canestro di Lombardi e i 3 liberi di Marini, ma la bomba di Cotton in faccia a Parks rimanda Cento sul +5 (72-67). Dopo un botta e risposta tra l’ex Sherrod (19 punti, miglior performance in campionato quest’anno) e Parks, Lombardi firma il -3 su assist dello stesso Parks che poi perde un pallone sanguinoso da cui Gasparin si procura un fallo e realizza il secondo tiro libero per il 75-71 a 2’31’’ dal termine. Dopo la sospensione chiamata da coach Sacripanti, Parks segna la sua terza tripla del match (26 punti per lui, eguaglia il suo season-high) e a 90 secondi dalla fine Cento conduce di un punto (75-74). Entrambe le squadre provano a prendere l’inerzia decisiva col tiro dalla distanza, ma è un canestro improbabile di Cotton a 1’16’’ a dare ossigeno (77-74). Nei 43 secondi successivi, Lombardi e Petrovic falliscono da 3, Mayo subisce un contatto nell’area centese, non fischiato per la furia di coach Sacripanti, e non realizza. Il coach di Napoli chiama timeout dopo un fallo fischiato a favore dei locali e al riavvio, Cento esce dalla morsa del pressing, con Petrovic che subisce fallo ed è glaciale in lunetta per il +5 (79-74) definitivo. Gli ultimi tentativi di Napoli per allungare la sua striscia vincente a 6 partite si spengono sul ferro e la Tramec, solida e coraggiosa, completa una memorabile impresa per una settima vittoria stagionale che entra di diritto fra le più belle ottenute da Cento negli ultimi anni.

DICHIARAZIONI POST-PARTITA

Mecacci: “E’ stata una grande partita da parte nostra e bisogna fare i complimenti ai ragazzi. Siamo partiti un po’ contratti, ma siamo riusciti a rimanere lì nel primo tempo. Sapevamo che peer cambiare partita dovevamo segnare di più da tre, dovevamo crederci di più e giocare con più fluidità. Siamo entrati in campo più determinati, siamo entrati in ritmo anche contro una difesa estremamente aggressiva e poi abbiamo giocato un ultimo quarto che eras quasi una partita a scacchi. Sono due punti pesanti, che servono ad avvicinarci al nostro obiettivo della salvezza.”

Gasparin: “Una vittoria importante. Cercavamo questa vittoria contro una squadra di valore. Tutti abbiamo contribuito e abbiamo saputo aggiustarci dopo un primo tempo di difficoltà. Dopo l’intervallo siamo entrati con coraggio ed è uscita una grande vittoria.”

 

 TRAMEC CENTO – GEVI NAPOLI 79-74 (13-16, 15-17, 30-23, 21-18)

Cento: Jurkatamm 2, Fallucca 3, Roncarati ne, Rayner ne, Ranuzzi 5, Berti 2, Leonzio 6, Petrovic 8, Gasparin 7, Moreno 11, Cotton 16, Sherrod 19. All. Mecacci, ass. All. Cotti-Curati

Napoli: Zerini 10, Klacar ne, Tolino ne, Parks 26, Sandri, Marini 15, Mayo 5, Uglietti 2, Lombardi 14, Monaldi 2. All. Sacripanti, ass. All. Cavaliere-Trojano.

Kevin Senatore

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: