Kyle Weems ha rilasciato una lunga intervista al sito di Eurocup.

Ecco la traduzione.

Abbiamo avuto un ottimo inizio di stagione. È davvero bello avere un allenatore come Sasha Djordjevic che definisce ciò che vuole da noi, fino ai dettagli, aiutando la nostra chimica a crescere molto più velocemente. Il nostro assistente ha fatto un ottimo lavoro mentre coach Djordjevic era con la sua squadra nazionale ai Mondiali. Questo è l’inizio esatto che volevamo. Siamo 3-0 in Italia e abbiamo vinto in casa contro la Reyer Venezia questo fine settimana, e abbiamo ottenuto una vittoria in trasferta per iniziare la stagione di EuroCup, a Ulm. Non ci resta che continuare a giocare. Cosa ancora più importante, abbiamo riavuto Milos Teodosic nel nostro ultimo match e lui è stato una grande parte di quella vittoria. Ecco perché è uno dei migliori giocatori in tutta Europa!

Giocare con Milos è grandioso. E’ un mago, questo è tutto ciò che posso dire! Questa è la parola migliore che posso usare per descriverlo. Milos vede le cose letteralmente cinque secondi prima che accadano. Contro Venezia, ero libero e pensavo che me l’avrebbe data, ma ha letteralmente tenuto la palla per altri due secondi per assicurarsi che fossi completamente libero. Me l’ha consegnata in tempo, e il suo è un dono che solo poche persone al mondo hanno – e Milos è sicuramente uno di questi. Dopo alcune delle cose che vedo in allenamento tutto ciò che posso fare è sorridere. È incredibile, ma sono decisamente felice di giocare al suo fianco e non vedo l’ora che arrivino le prossime partite.

E non è solo Teodosic. Abbiamo anche firmato Stefan Markovic. Non avevo idea che Stefan fosse il leader assoluto di EuroCup negli assist. È sorprendente in sé e poi lo metti con Milos, cosa che abbiamo fatto molto nella nostra ultima partita. Il modo in cui queste menti del basket si muovono è incredibile. Entrambi quindi pensano allo stesso modo allo stesso tempo, ed entrambi chiamano gli stessi giochi. Entrambi possono giocare la palla e giocare fuori dagli schemi. E soprattutto, non vogliono segnare per primi, vogliono passarla. Questo è qualcosa che non ho mai veramente sperimentato: due ragazzi che sanno fare il gioco “di fantasia”, ma anche il gioco semplice. È molto divertente finora far parte della Virtus.

Con queste due guardie di punta, hai più responsabilità in attacco e alcune di queste si accompagnano a ricevere molta attenzione nel pick-and-roll. Allo stesso tempo, coach Djordjevic mi ha detto dal primo giorno – e ha mantenuto la sua parola – che vuole che io esegua il pick and roll, di essere aggressivo, attaccare per prima cosa e passare come seconda opzione. Penso di aver fatto un ottimo lavoro nel mescolare entrambi insieme finora, ma abbiamo così tanto talento in questa squadra! Onestamente, posso essere io a segnare molto, il prossimo è Milos, la sera successiva è Frank Gaines o Julian Gamble… Devi scegliere il tuo veleno contro il nostro team, e finora siamo stati in grado di far pagare gli avversari. Secondo me, la nostra chimica non è nemmeno buona come quella che potrà essere. Questa è una cosa “spaventosa” per noi.

Ho avuto la fortuna di far parte di alcune ottime squadre. Ho giocato brevemente in EuroLeague con Strasburgo e questa è la mia terza stagione di EuroCup, ma devo dire che – di gran lunga – questa è la squadra più talentuosa da cima a fondo – e ovviamente sulla carta – di cui ho fatto parte. Quella che ci si avvicina di più è il Besiktas, con Earl Clark, Michael Roll, D.J. Strawberry, passati a club più grandi e migliori dopo aver giocato insieme. Ma onestamente non penso che sia paragonabile a questa squadra.

La nostra prossima partita è contro il Maccabi Rishon LeZion, che ha subito una brutta sconfitta in casa e vorrà riprendersi. Tutti in questa competizione possono essere da corsa, quindi dobbiamo considerare la partita seriamente e non considerarli una cattiva squadra solo perché hanno perso una partita. Tutti hanno una brutta giornata, soprattutto quando si è una nuova squadra nella competizione, ed è così che possono essere gli sport, e il basket in particolare. Una volta puoi vincere di 25 e poi se non sei preparato, mentalmente e fisicamente pronto per la prossima partita, puoi perdere di molto. Sappiamo che verranno qui e assumeranno il ruolo di sfavorito.

Bologna è una città meravigliosa – non troppo grande ma non troppo piccola – soprattutto rispetto a città come Istanbul o Parigi. Anche Bursa aveva molte persone ed era occupato a volte, ma questa è più la mia velocità. Mia moglie si diverte dopo essere stata in Turchia per tre anni ed è entusiasta di essere in Italia. La squadra è stata fantastica. La situazione del basket è buona, così come la situazione di vita. Siamo finalmente a casa nostra, un po’ fuori Bologna. Entrambi i miei figli sono a scuola e le cose vanno bene qui, fuori dal campo. Voglio solo far andare le cose in campo nella stessa direzione!

(foto Virtus Pallacanestro)

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: