SEGAFREDO BOLOGNA

Spissu – voto 6,5 – (18pti, 5/6, 2/2, 3/8) – Inizia con mano telecomandata, poi i droni sono costretti a forzare le consegne, le percentuali si inumidificano, ma va bene lo stesso.
Umeh – voto 7,5 – (19pti, -, 2/4, 5/8) – E vagli a dire qualcosa, come a quei ragazzini che non studiano per tutto l’anno, poi arrivano all’esame finale e fanno benerrimo. Qui senza nemmeno il sospetto che possa essersi messo il bignamino sotto il banco: dorme, poi spara 14 punti di fila nella seconda parte dell’ultimo quarto. Game, set, match.
Petrovic – voto 5,5 – Oddio mio, penserà, le vertigini, l’aver paura di innamorarsi troppo, varie ed eventuali. Non si connette subito, alla prossima.
Rosselli – voto 7 – (16pti, 3/6, 2/5, 3/4) – Si mette lì, ad aspettare il proprio momento, andando a mettere toppe dove c’è bisogno di toppe, scolorina quando c’è bisogno di scolorina, eccetera eccetera e via discorrendo.
Lawson – voto 7,5 – (22pti, 3/4, 8/13, 1/2) – Spaghetti, pollo insalatina e una tazzina di caffè a malapena riesco a mandar giù. Attua un suo personale sciopero verso la palla a due in periodo post prandiale, poi arriva il digestivo e un ruttino alla Fantozzi con la Bertier. Non creando valanghe, ma spazzando via Jesi.
Penna – voto 5,5 – (0pti, -, 0/2, 0/1) – Si risveglia da giornate in cui aveva sempre il sole in tasca, si guarda attorno, trova la nebbia e si rimette a sonnecchiare.
Spizzichini – voto 6 – (3pti, -, 0/1, 1/1) – Una tripla, restando sempre un po’ troppo ai limiti del guardare ma non toccare.
Pajola – voto NG – (0pti, -, -, 0/1) –
Oxilia – voto 6 – (5pti, -, 1/2, 1/2) – Davanti ci sta anche, dietro balla su un mondo dove qualche centimetro in più non gli sarebbe a dispiacere.
Michelori – voto 5,5 – (5pti. 3/4, 1/3, -) – Fin troppo piantato, in un ultimo quarto dove a Jesi vengono concessi secondi, terzi, quarti, quinti (ad libitum) tiri.

AURORA JESI

Bowers – voto 7 – (24pti, -, 6/10, 4/9) – Gioca in sei ruoli, quasi, ed è bravo a non sbavare.
Picarelli – voto 5,5 – (5pti, -, 1/2, 1/3) – Paura di sbagliare, troppa.
Davis – voto 6,5 – (21pti, 3/4, 3/8, 4/13) – Costretto a forzare fin oltre i propri obblighi contrattuali.
Benevelli – voto 5 – (4pti, -, 2/5, 0/3) – C’eri pure tu? Ma dove ti sei nascosto? 6 rimbalzi? Ma davvero?
Maganza – voto 7,5 – (16pti, 8/9, 4/7, -) – Gran sfida con Lawson, 32 di valutazione, non può andare oltre.
Alessandri – voto 5,5 – (4pti, -, 2/4, 0/1) – Solo un attimo di esaltazione, in vortici di fatica.
Scali – voto NG – Per la stairway to heaven è ancora prestino.
Janelidze – voto 6 – (5pti, -, 1/2, 1/1) – Sprazzi estemporanei.

Le parole di Alessandro Ramagli: Oggi giocavamo un avversario di rango, vero, ha giocato con grande presenza trovando le risorse per metterci alle corde. Aver vinto qua così è un segnale importante, eravamo stati caratterialmente molto bravi a Udine e con Treviso, ma ci voleva la mentalità vincente per vincere qui, contro una squadra che ha dato davvero il 101% pur senza un giocatore importante. E non sono complimenti di rito, ma sentiti.
E’ una vittoria molto pesante per noi, vincere in questo modo significa aver qualcosa dentro. Complimenti a Jesi e anche alla mia squadra che è riuscita risalire dopo un inizio terribile.
Petrovic in quintetto poi mai più? Non mi è piaciuto, noi dobbiamo coniugare lo spazio ai giocatori giovani e il risultato. Di solito do un’altra opportunità, ma oggi d’istinto non me la sono sentita.
Il 52% da tre. Sento dire spesso che non siamo una squadra di tiratori, ma ripeto che fuori abbiamo Ndoja che tira il 40% in carriera, e stasera siamo stati bravi, anche perchè in area abbiamo trovato le ginocchia, i contatti, i falli e tutta l’energia dei nostri avversari. A questo punto giocoforza abbiamo giocato sul perimetro.
MVP? Io ho visto un Rosselli notevole, poi è chiaro che la sfuriata finale di Michael ha pesato, ma per continuità di rendimento la partita di Guido è stata la più significativa.
Abbiamo anche giocato con 2 assieme per reggere a rimbalzo, ma Jesi ha giocato ai limiti dal punto di vista dalla fisicità, ci ha impacchettato l’area, e per questo siamo dovuti andare sul perimetro.
Sul primo quarto noi come staff dobbiamo fare una meditazione, secondo me non eravamo pronti anche come orario. Se dovesse ricapitare dovremo lavorare meglio sull’approccio alla partita. Jesi invece mi è sembrata molto più pronta di noi.

Le parole di Alessandro Ramagli nel video realizzato da Laura Tommasini di Sportpress

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online