A margine dell’Assemblea degli abbonati Fortitudo, ha parlato anche l’avvocato Federico Dettori, che ha illustrato il progetto di azionariato popolare che la Effe intende lanciare nei prossimi mesi.

Un estratto della proposta, come riportata dallo stesso Dettori oggi su Stadio, intervistato da Damiano Montanari.

L’idea è affiancare al consorzio Club Fortitudo, costituito da imprenditori tifosi, una base più diffusa di sostenitori che, acquisendo quote di proprietà della società, daranno un contributo alle casse della Effe. e, al tempo stesso, permetteranno al club di compiere un passo avanti verso il futuro.
Quello in cui la pallacanestro avrà logiche diverse, più simili al modello del basket professionistico americano. In un campionato in cui ci saranno magari meno società, ma franchigie storiche, senza l’assillo della retrocessione, il brand della Fortitudo potrà acquisire un valore economico anche superiore.
I soci tifosi avranno il vantaggio di avere investito in quote della società, dando un contributo tangibile al patrimonio del club e rafforzando così la loro ‘fortìtudinità’.

È previsto uno sconto sugli abbonamenti? In questo momento la figura del socio e quella dell’abbonato sono separate. Ai tifosi soci saranno comunque offerte promozioni su alcuni prodotti, gadget o iniziative, potremo pensare anche a un’area a loro riservata all’interno dell’impianto, quando questo sarà consentito dagli sviluppi della pandemia. Il concetto base dell’operazione, però, non è cercare una convenienza economica personale, bensì consolidare il proprio status di tifoso fortitudino, dimostrando dì mettersi a disposizione della Effe in un momento delicato come quello attuale.
Il modello a cui tendete è quello del Barcellona? Il sogno è quello, una Fortitudo che possa avere 5.000 soci tifosi, una Effe dì proprietà del suo popolo. In quel caso, penseremmo all’ingresso di un rappresentante dei soci tifosi all’interno del cda del club.
Quando partirà ufficialmente l’azionariato popolare? Tutto dipenderà dagli sviluppi della pandemia e da quanta appetibilità avrà il nostro campionato. Nel momento in cui si creeranno le condizioni, daremo il via al progetto attraverso una piattaforma di crowdfunding ancora da individuare.

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: