Damiano Montanari su Stadio ha intervistato Pietro Segata, presidente di Società Dolce e di Fortitudo 103 Academy, la nuova società sportiva che da quest’anno si occuperà delle giovanili biancoblu, con un accordo triennale di società satellite con Fortitudo Pallacanestro Bologna 103, per 180mila euro complessivi.

Ecco le parole di Segata: Abbiamo acquisito il ramo d’azienda che corrisponde a tutta la gestione del settore giovanile della Effe e costituito una ssdarl, che agirà sotto il coordinamento e la direzione della capogruppo Bologna 1932, controllante sia dell’Academy sia della Fortitudo 103. Quindi, proprio con la 103, abbiamo sottoscritto un contratto di satellizzazione, per cui l’Academy sarà una società satellite della 103, che, a sua volta, avrà modo di utilizzare i giovani seguiti nel vivaio. Per tutta la durata del rapporto di satellizzazione la 103 ha stanziato un contributo in conto esercizio di 60.000 euro all’anno.

Il progetto è ambizioso? Iscriveremo quattro squadre ai campionati di Eccellenza – l’Under 20, l’Under 18, l’Under 16 e l’Under 15 – e stiamo cercando di formare anche due squadre Under 13 e Under 12, che parteciperanno a campionati meno competitivi, essendo il primo anno che raccogliamo adesioni di ragazzi più piccoli, anche grazie all’esperienza positiva del Camp. Il nostro obiettivo è coinvolgere una cinquantina di atleti per le squadre di Eccellenza. Non è stato facile allestirle, soprattutto l’Under 20: a 18 anni i ragazzi si guardano intorno e alcuni hanno deciso di andare in prestito in altre realtà dove potranno misurarsi in un campionato senior.

Ci sono da tempo trattative per alzare il livello qualitativo del gruppo? Abbiamo fatto le nostre proposte e stiamo chiudendo per una decina di ragazzi di alcune società del territorio bolognese ma anche di club fuori provincia. Contiamo di ultimare il lavoro a fine agosto per presentare il gruppo a Lizzano, il 4 settembre, in occasione del ritiro della prima squadra, a cui parteciperanno anche i giovani Alessandro Valenti, Danilo Errera, Matteo Zucchini, Andrea Rovatti, Luca Campogrande e Leonardo Candi. Io stesso salirò a Lizzano per presentare le squadre e lo staff tecnico, che sarà coordinato da Bebo Breveglieri, che ha già sottoscritto il contratto, mentre gli altri tecnici firmeranno al mio rientro a Bologna, il 1° settembre.

Per quella data non ci saranno ancora gli sponsor di maglia? Cercherò main sponsor per le quattro squadre di Eccellenza. Uno sarà sicuramente la società Dolce, un altro potrebbe essere Emilbanca, che assegna già borse di studio a ragazzi meritevoli, altri due arriveranno per coprire i costi. Prima di essere un tifoso, sono un manager: mi sono preso questa responsabilità per costruire.

La foresteria? Stiamo facendo accordi con alcune famiglie che ospiteranno alcuni ragazzi e con la Fondazione Ceur, una struttura vicino al Villaggio del Fanciullo. I nostri atleti frequenteranno le scuole pubbliche di Bologna. E proseguirà il rapporto con Bologna Insegna, che sosterrà didatticamente i nostri ragazzi.

I rapporti con la SG Fortitudo sono consolidati? Sono buoni e costruttivi. In passato sono stati un po’ freddi, vanno riscaldati: dobbiamo dimostrare serietà nella costruzione del vivaio. Auspico un interscambio di giocatori tra la SG, più legata al territorio, e l’Academy, più di supporto alla prima squadra. Vogliamo portare almeno due squadre alle finali nazionali.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online