L’attrattiva principale della partita di domenica tra Virtus e Treviso sarà ovviamente il campo di gioco, e non può essere altrimenti, dato che l’arena temporanea da quasi 9000 posti costruita in Fiera è qualcosa di decisamente innovativo per lo sport italiano. Oggi ci sarà l’inaugurazione, e domenica potrebbero già esserci 7000 persone per la prima delle cinque partite in programma. La vendita dei biglietti, nonostante le polemiche sui prezzi arrivate da Treviso, sta andando bene.
.
A motivo del nuovo impianto – però – la partita nasconde qualche insidia in più. Sarà come andare a giocare una Final Four, ha detto coach Djordjevic l’altra sera, spiegando che per i suoi giocatori sarà tutto nuovo. La Virtus si allenerà per la prima volta in Fiera oggi pomeriggio, e chiaramente domenica ci saranno tante incognite, dai riferimenti per i tiratori all’impatto del pubblico. Ci vorrà del tempo per ricreare gli automatismi del PalaDozza. Nel frattempo, bisognerà stare attenti a non farsi sorprendere da Treviso, che scende a Bologna con poco o nulla da perdere, e di sicuro la voglia di far bene e provare a rovinare la festa alla Segafredo.

La neopromossa squadra di coach Max Menetti – come i tifosi Fortitudo sanno bene, dati i numerosi incroci in A2 – non ha nulla a che fare con la vecchia Benetton. Anche i colori sociali sono diversi. Dopo parecchi anni di purgatorio l’anno scorso è arrivata la promozione in serie A, e ora l’entusiasmo è ai massimi livelli, con i tifosi che riempiono il Palaverde come allora.
Quest’anno il cammino trevigiano finora è sereno, con tre vittorie e quattro sconfitte. I migliori sono il nazionale neozelandese Fotu (16+5), il play Nikolic (13.1) – lungamente accostato alla Virtus in estate – e il veterano Logan. Tra gli italiani, oltre ad Amedeo Tessitori, reduce dai mondiali in Cina, spicca il nome di Matteo Imbrò, cresciuto nelle giovanili Virtus ed anche capitano bianconero. Infortunatosi proprio in amichevole con le Vu Nere, a settembre, il play siciliano dovrebbe rientrare proprio domenica.

La Virtus ovviamente parte con tutti i favori del pronostico. Seguendo quello che ha detto Djordjevic dopo la partita con Ulm, non bisognerà però farsi distrarre da fattori “altri”, compreso il nuovo palazzo, ed approcciare la partita con la massima concentrazione, pensando solo a giocare a pallacanestro.

Si gioca domenica alle 18, diretta Eurosport Player e Radio Bologna Uno.

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: