A meno di 48 ore dall’autoritaria vittoria di Podgorica dove ha comandato per 40 minuti su 40 ad eccezione del 4-5 iniziale, l’Olimpia piega le gambe e va a giocare la Classicissima del basket italiano, al PalaDozza di Bologna contro la Virtus, nel luogo dove 52 anni fa vinse la sua prima Coppa dei Campioni. La squadra è rientrata all’1 di sabato mattina al Mediolanum Forum. Sabato si è allenata alle 15 e poi è partita per Bologna completando tre giorni consecutivi in viaggio (saranno quattro dopo la gara delle 17.30, in diretta su Eurosport 2 ed Eurosport Player). “Andiamo ad affrontare una delle migliori squadre del campionato italiano, giustamente ambiziosa, e in un’atmosfera che sarà tra le più calde. Chiaramente venendo dalla partita di Podgorica e con le regole del nostro torneo dovremo cambiare un po’ le rotazioni”, dice il Coach Simone Pianigiani. L’Olimpia dovrà tenere conto del successivo doppio impegno europeo, mercoledì a Milano arrivano i Campioni d’Europa del Real Madrid, reduci da un “Over 100” sul Darussafaka e il giorno seguente la squadra vola ad Atene per affrontare l’Olympiacos, capace di un esordio altrettanto squillante a Mosca contro il Khimki. Programma severissimo, considerando che in mezzo c’è appunto questa trasferta a Bologna contro una Virtus che ha esordito in Serie A vincendo a Trieste e poi ha trascorso una settimana a casa, debuttando nella Fiba BCL con il successo dopo un supplementare sul Neptunas Klaipeda. La stella della squadra finora è stato Kevin Punter, autore del canestro risolutivo a Trieste e decisivo anche in coppa. Nella Virtus allenata da Stefano Sacripanti ci sono anche due ex come Amath M’Baye che ritroverà molti dei suoi ex compagni di squadra, e Pietro Aradori. Nell’Olimpia partita speciale per Simone Fontecchio, che con la Virtus ha debuttato in Serie A. Nell’allenamento di domenica mattina, Pianigiani sceglierà il roster per la gara. Curtis Jerrells è rientrato a Podgorica ma chiaramente è in ritardo di condizione; Jeff Brooks è uscito malconcio dalla gara in Montenegro (mano destra) ma fortunatamente in modo non serio.

Le note complete della partita con tutte le curiosità puoi scaricarle qui: Bologna-Milano Round 2 Game Notes

VIRTUS-OLIMPIA: I PRECEDENTI

Virtus Bologna contro Olimpia Milano è una delle grandi classiche del basket italiano. Si tratta delle due squadre che hanno vinto più scudetti, 28 l’Olimpia e 15 la Virtus. L’Olimpia ha anche vinto tre volte l’equivalente dell’attuale EuroLeague, la Virtus l’ha vinta due volte. I precedenti dicono 99-71 per l’Olimpia. A Milano, il bilancio è 65-20 per l’Olimpia ma c’è stata anche una gara in campo neutro, quarti di finale di Coppa Italia, a Torino nel 2012, vinta sempre dall’Olimpia. A Bologna siamo 51-34 per la Virtus. L’Olimpia ha vinto le ultime dieci partite della sfida, cinque nella stagione 2014/15 quando vinse il quarto di finale dei playoffs per 3-0. Lo scorso anno si impose 72-64 in casa (16 Goudelock, 16 e 11 rimbalzi di Arturas Gudaitis), e 73-67 in trasferta (12 punti ancora di Gudaitis). Nella storia dei playoffs, la Virtus Bologna e l’Olimpia Milano si sono giocate lo scudetto solo due volte. Nella stagione 1978-79 la Banda Bassotti di Dan Peterson a sorpresa arrivò all’atto conclusivo della post-season contro la fortissima Virtus allenata da Terry Driscoll. Non ci fu storia e la Virtus vinse 2-0 (si giocava al meglio delle tre gare). Fu molto più combattuta la finale della stagione 1983/84: la Virtus vinse gara 1 a San Siro e conduceva anche gara 2 per chiudere i conti quando Dino Meneghin venne espulso per proteste. Nonostante la perdita del suo centro, l’Olimpia eseguì una strepitosa rimonta e andò a vincere 75-71 rinviando l’assegnazione dello scudetto alla “bella” da giocarsi a Milano. L’Olimpia dovette giocarla senza Meneghin squalificato. Ne venne fuori una gara punto a punto che venne risolta dalla Virtus, 77-74. In tutto nei playoffs, le due formazioni si sono affrontate 23 volte, bilancio 12-11 Olimpia nelle singole gare. E’ 4-3 Virtus invece nelle singole serie. L’ultima volta nella stagione 2014/15 finì 3-0 per l’Olimpia. La partita si gioca al PalaDozza di Piazza Azzarita dove tra l’altro l’Olimpia vinse la sua prima Coppa dei Campioni l’1 aprile 1966 contro lo Slavia Praga.

LA FONTECCHIO CONNECTION

Simone Fontecchio ha giocato quattro stagioni alla Virtus Bologna, il club che ha rilevato da Pescara sia lui che, in precedenza, il fratello Luca. Quattro anni fa, Fontecchio ebbe 7.4 punti di media in 24.5 minuti di utilizzo con 2.3 rimbalzi di media, assicurandosi anche il premio di miglior Under 22 del campionato. Nella stagione 2015/16 ha giocato 27.5 minuti di media con 9.2 punti per gara, il 32.8% da tre, l’83.8% dalla lunetta e 3.5 rimbalzi per partita. Alla fine di quella stagione lasciò la Virtus Bologna per trasferirsi a Milano.

LA M’BAYE CONNECTION

Amath M’Baye ha giocato un anno a Milano, nella passata stagione, anche se poi non ebbe modo di andare in campo durante i playoffs (in compenso fu decisivo nella vittoria della Supercoppa 2017). Al termine della stagione, chiuso il suo rapporto con l’Olimpia, ha firmato per la Virtus Bologna che è diventata la sua terza squadra italiana in tre anni. La prima fu Brindisi nella stagione 2016/17. L’altro ex è Pietro Aradori che giocò quasi un anno a Milano nella stagione 2007/08.

ALTRE CONNECTION – Pietro Aradori a Reggio Emilia ha giocato con Amedeo Della Valle; Simone Fontechcio lo scorso anno a Cremona era compagno di squadra di Kelvin Martin.

CHI SONO GLI ARBITRI

La partita Bologna-Milano sarà diretta da Enrico Sabetta, Gianluca Sardella e Christian Borgo.

GLI OVER 100 ALL’ESORDIO

Nella stagione 1994/95 l’Olimpia debuttò in trasferta in campionato vincendo a Siena 100-78. Da allora non le era più capitato di volare oltre quota 100 nella partita inaugurale della stagione prima dei 103 punti segnati contro Brindisi. Il primato risale alla stagione 1989/90 con i 109 punti segnati in casa contro Firenze.

PIETRE MILIARI

MICOV – Vladimir Micov ha raggiunto quota 500 rimbalzi in carriera nel campionato italiano. Micov ha anche 148 canestri da tre punti, a meno due dai 150 e infine vanta 98 assist, a meno due dai 100 in maglia Olimpia.

DELLA VALLE – Amedeo Della Valle ha catturato in carriera 388 rimbalzi, a meno 12 dai 400 in Serie A.

GUDAITIS – Arturas Gudaitis ha catturato 289 rimbalzi in Serie A, tutti in maglia Olimpia, ed è a meno 11 dal traguardo dei 300.

BERTANS – Dairis Bertans comincia la stagione con 46 assist, a meno quattro dai 50 in serie A.

FONTECCHIO – Simone Fontecchio ha segnato 970 punti in Serie A ed è a meno 30 dai 1.000 in carriera. Vanta anche 149 assist, ad uno di distanza dai 150.

TARCZEWSKI – Kaleb Tarczewski ha conquistato 280 rimbalzi, a meno 20 dai 300 in Serie A, tutti in maglia Olimpia.

KUZMINSKAS – Mindaugas Kuzminskas ha valicato quota cento rimbalzi nel campionato italiano, tutti in maglia Olimpia, quando ne ha catturati otto contro Brindisi salendo a quota 106.

CINCIARINI – Andrea Cinciarini ha recuperato 347 palloni in carriera, a meno tre dai 350.

JERRELLS – Curtis Jerrells è a meno 11 dai 200 assist in Serie A. Comincia la stagione con 189.

BURNS – Christian Burns vanta 691 rimbalzi, a nove rimbalzi dai 700 in Serie A. Si trova anche a 13 assist dai 100 in carriera (sono 87).

Ufficio Stampa Olimpia Milano

CategoryAltri Argomenti

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online