Una partita scontata, visto il risultato finale. Ma le partite scontate hanno bisogno di qualcuno che le renda tali, e la Virtus è stata brava a farlo. Dopo il primo quarto non c’è più stata partita, e il parziale di 22-3 del secondo periodo ha di fatto chiuso i giochi. Contro un avversario modesto, certo, ma tutta la squadra ha lavorato davvero bene, e questo coach Sacripanti l’ha sottolineato in conferenza stampa. Due punti facili, e una partita dai minutaggi ben distribuiti. Serata di tutto riposo per Taylor (comunque 8 assist in 16′) e Punter, oltre i 20’ sono andati solo M’Baye e Aradori. C’è stato tanto spazio per Pajola, Cappelletti e i primi minuti (con due canestri) anche per Matteo Berti, e soprattutto si è fatto un altro passo in avanti sulla strada della consapevolezza e della costruzione della chimica di squadra.

E poi, il che non guasta assolutamente, ancora una volta quasi 90 punti segnati per una Virtus che finora – per lunghi tratti – è stata anche bella da vedere per i propri tifosi. Per questo, di sicuro il merito va a coach Sacripanti e al suo staff, in attesa di impegni più probanti, che arriveranno a partire da domenica ad Avellino. Finora, però, non si poteva chiedere di meglio.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online