Una prova di forza impressionante. E’ difficile definire in maniera diversa la partita della Virtus di ieri a Venezia. Nonostante il 6/21 da 3 (1/11 per Teodosic) e il 15/26 ai liberi è arrivata una vittoria netta, dopo aver condotto dal primo all’ultimo minuto, resistendo a tutti i tentativi di rimonta della Reyer, che ha provato ad aggrapparsi al tiro da tre di Bramos e Daye ma praticamente non è mai riuscita ad entrare in area, finendo travolta alla distanza e affondando anche fino al -16.

Merito del controllo dei rimbalzi bianconero (15 offensivi), della partita sontuosa dei lunghi e di un Markovic davvero ispirato, non solo in regia ma anche in fase realizzativa. Ma merito soprattutto di una grandissima prova di squadra delle Vu Nere, in cui tutti – a parte un Gaines sempre più in difficoltà – hanno dato il loro contributo, offensivo e difensivo.
Gli 83 punti segnati su un campo dove Venezia ne concedeva 67 di media fanno capire la portata del successo bianconero, che oltre a essere storico (prima volta dal 1993) è decisamente prezioso. Ora la classifica sorride ancora di più alla Virtus, che ora è a +4 su Sassari, sconfitta in casa da Trento grazie a una tripla sulla sirena di Gentile. In campionato è la sesta vittoria in fila, e la 17° su 19 partite. Un ruolino di marcia impressionante, con il primo posto a fine regular season che sembra sempre di più una possibilità concreta.

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: