Il Consiglio direttivo degli azionisti di Euroleague si è riunito in remoto mercoledì 24 marzo per analizzare l’evoluzione della pandemia globale COVID-19 nelle sue attività collettive e individuali, comprese competizioni e le comunità.
I membri del comitato esecutivo hanno concordato che:

– Le competizioni riprenderanno quando la situazione consentirà che ci siano condizioni ottimali di salute e sicurezza per tutti i partecipanti, seguendo le raccomandazioni delle autorità sanitarie competenti e dei governi locali.

– Personalizzazione del della stagione di EuroLeague 2019-20 con il suo formato esistente, che significa giocare le parte restante di regular season, playoff e Final Four. Molto probabilmente ciò implicherà la fine oltre le date di maggio originariamente programmate, con una frequenza di gioco potenzialmente ridotta, se necessario. Le stessa priorità verranno applicata alla stagione di EuroCup 2019-2020.

– Continuare ad analizzare potenziali sistemi alternativi di competizione, che potrebbero essere attivati ​​solo se la situazione lo richiedesse.

– Politiche e principi comuni da proporre all’Associazione dei giocatori di EuroLeague e al Consiglio degli allenatori di EuroLeague, che includono, tra l’altro: il potenziale ritorno di giocatori e allenatori nelle loro città d’origine; impegni dei giocatori e degli allenatori, incluso l’adeguamento dei salari durante la sospensione delle competizioni.

– Rendere più flessibili i regolamenti sulla stabilità finanziaria e sul fair play fino a quando non si avranno più certezzw sull’evoluzione futura della situazione finanziaria.

– L’importanza per tutte le parti interessate (campionato, squadre, giocatori, allenatori, arbitri e ambasciatori) di riconoscere la propria responsabilità come punti di riferimento e/o come fonte di ispirazione per molti, di contribuire in modo coordinato per aiutare a combattere COVID-19 in ogni modo possibile. Ciò può essere fatto sensibilizzando su come tutti possono contribuire a mitigare la diffusione del virus, rimanendo il più vicino possibile alle comunità bisognose o semplicemente fornendo alle persone confinate a casa alcuni contenuti divertenti sulla loro più grande passione, il basket. La campagna #EUROLEAGUEUNITED aggregherà ed espanderà gli sforzi già compiuti da tutte le parti interessate per supportare le campagne globali in corso, tra cui #IStayHome o #InThisTogether.

Le conclusioni della riunione sono state successivamente condivise con tutti i restanti club di EuroLeague ed EuroCup.

Euroleague Basketball

CategoryAltri Argomenti

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: