Partita con l’input iniziale del presidente Christian Pavani di favorire gli abbonati dei primi 22 giorni, alla fine l’assemblea Fortitudo di ieri in via Giacosa (trecento presenti circa) ha deciso per una alternanza più democratica, quasi in blocco, tra i primi duemila e quelli successivi. Se di prima battuta l’idea era quella di avvantaggiare solo i più veloci alla sottoscrizione (ed essendoci per la Effe due gare consecutive in caso si era pensato anche ad un doppio ticket, sia per Varese che per Trento), l’assemblea ha poi virato verso questo altro sistema, così da non escludere a priori nessuno.
Resteranno ancora da valutare alcune posizioni, tipo come gestire gli eventuali biglietti lasciati liberi dai primi aventi diritto, e si è pensato ad una specie di graduatoria temporale nell’elenco abbonati non potendo fare biglietteria nuda e cruda. O come gestire ipotetici cambi di settore se, nei duemila autorizzati ad entrare, ci fossero maggiori densità in determinate parti del palazzo.

Si è parlato anche di eventuali rimborsi, per chi non fosse contento della scelta o per chi, entrato alla Unipol Arena, non fosse soddisfatto della collocazione.
L’unico nodo potrebbe essere quello del derby: ieri qualcuno in assemblea ha suggerito di lasciare i posti in automatico alla Fossa (che sull’argomento ancora non si è espressa), ma almeno da parte dei presenti non è parsa essersi litigiosità o pretese specifiche.

E allora, proviamo a lanciarla noi una idea. In questi anni Pavani ha spesso ricordato con gratitudine quelle persone (e gli sponsor, vedi Lavoropiù citato anche qualche giorno fa) che furono pronte a dare fiducia al nuovo corso già nell’estate 2013. E agli abbonati di quella stagione in B2. Ecco, essendo il derby una partita tutta particolare, non potrebbe essere un segno di tangibile ringraziamento quello di dare la priorità di ingresso a chi fin da subito girò in alto il pollice verso questo progetto? Non dovrebbe essere difficile, tra tabulati ed altro, vedere chi abbonato nel 2013-14 sia ancora legato alla squadra, magari senza mai essersi disabbonato nemmeno per una stagione. Potrebbe essere una idea, così come altre che usciranno in questi giorni. Sempre in attesa delle decisioni che arriveranno dall’alto e sempre sperando che le condizioni ambientali siano tali da poter alzare dal 25% a qualcosa di più la percentuale di capienza autorizzata.

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: