Resa più tranquilla dalla vittoria contro Verona (per la proprietà transitiva si poteva tremare: i veneti avevano tritato Trieste che ha tritato Imola che aveva battuto Bologna), la Fortitudo può iniziare la nuova settimana lavorativa con meno patemi di classifica e ottimismo pensando a quelle che sono le proprie caratteristiche: difesa, una discreta capacità di non buttarsi a terra anche quando il risultato inizia a mettersi per traverso, e una coppia di stranieri che una quarantina di punti a partita pare tranquillamente in grado di portarli. Sarà da valutare che fare del duo Radic-Daniel: un lungo da 19+10 di media o quasi sarebbe stato lusso anche venticinque anni fa, quando il basket era un po’ diverso da quello attuale. Meglio discutere in abbondanza che non in carenza, comunque.

E’ stato il fine settimana in cui è stato svelato dal Carlino il saluto alla presidenza di Massimo Mota, cosa che era prevista già da tempo e che ora è stata resa pubblica. Tutto nelle mani di Gianluca Muratori, in una specie di interim, in attesa di trovare una nuova figura che possa prendere il posto attualmente vacante. Diversa invece la questione sul passaggio di proprietà, perché se nei giorni stessi lo stesso Carlino ha scritto che nessuna proposta è stata messa sul tavolo del commercialista Tosarelli, diverso avviso è quello di Stadio, che a firma Damiano Montanari delinea prospettive leggermente diverse. Ci sarebbero infatti due diverse ipotesi al vaglio: una è quella di allargare la base societaria attuale, l’altra (figlia anche di divergenze interne ai soci) aprirebbe invece ad alternative anche esterne. Parrebbe, almeno per ora, non interessare l’offerta di Gerardo Cuomo, che nelle settimane scorse aveva rilasciato dichiarazioni non passate inosservate, sia riguardo un suo intervento l’anno scorso, sia per la garanzia di centinaia di milioni pronti ad essere sbloccati e investiti nella pallacanestro. Anche se – nel caso in cui veramente Cuomo a novembre sbloccasse i suoi crediti e si presentasse con un’offerta davvero importante e un progetto tecnico ambizioso – dire no sarebbe oggettivamente difficile.
Per ora, la piazza resta a guardare e pensa ad una squadra che, finalmente, ha iniziato a vincere.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online