Con la fine della stagione Virtus, l’attenzione della stampa bolognese torna a girare anche sulla Fortitudo, che in queste settimane ha peraltro dato motivi scarsi per salire alla ribalta: poche le cose ufficiali o ufficializzabili, e situazione che tutto sommato è la stessa, almeno per quel che riguarda le posizioni da coprire, di un mese fa. Tutto rimane almeno a fatti in sospeso, con la data del 30 giugno che incombe ma che non dovrebbe, in tema di iscrizione, dare particolari problemi. Con la curiosità – riportata dal Corriere di Bologna – di un’altra Fortitudo che parteciperà ad un campionato, ovvero la Academy che ha chiesto un titolo di C Gold (dove già gioca la SG), ma nulla altro da segnalare.

La proprietà rimarrà la stessa, e allora via alla rumba sulla dirigenza, a partire da chi dovrebbe prendere il posto di Roberto Melloni (Consorzio, dimissionario) e di Christian Pavani (pure lui dimissionario, ormai da mesi): per quel che riguarda l’ambito della 103, si cerca una figura che possa essere un tramite tra scrivanie e tifoseria, e non è scontato che si andrà a cercare nell’humus bolognese. Diversa la figura di Marco Carraretto, che – come riporta Stadio – dovrebbe lasciare il ruolo di GM. Non è però scontato che abbandoni definitivamente la Fortitudo, visti i suoi buoni rapporti con gli altri dirigenti attualmente operativi. Spazio allora a Simone Lusini, livornese di nascita e senese di successi – non tutti rimasti nell’albo d’oro – che, a meno di sorprese e ribaltoni degli attuali equilibri, dovrebbe prendere in mano mercato e non solo.

Poi si passa all’ambito dell’allenatore. La copertura di altre panchine (recenti le ufficializzazioni di Sacchetti a Cantù, in una A2 dove torna dopo una dozzina di stagioni, l’ultima volta fu la promozione con Sassari, 2010, e di Cavina a Cremona. A breve ci dovrebbe essere anche quella di Repesa a Pesaro) rende la scelta più circoscritta: nel derby tra Caja e Galbiati, ognuno con differenti estimatori nelle attuali differenti anime della dirigenza F, da qualche giorno si è inserito il nome di Marco Sodini, riportato oggi dal Carlino e dalla Provincia di Como. Ogni altro nome pare remoto.

Infine, ecco l’ambito della squadra, dove le urgenze sembrano essere meno urgenti rispetto a tutto il resto. Con il solo Borra che non dovrebbe avere problemi a confermare il suo rapporto con la Fortitudo (e l’A2 è la sua acqua, se ce n’è una), ci si chiede cosa sarà dei tre senatori delle ultime stagioni. In bilico Aradori, che potrebbe avere raffreddato il suo desiderio di rimanere a Bologna viste le recenti novità, più confermabile è Matteo Fantinelli. Diversa la questione per Stefano Mancinelli: quando avrà deciso cosa fare del futuro prossimo, lo comunicherà.

(foto Pallacanestro Cantù)

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Feed RSS: