Finisce 109-79 l’esordio casalingo della Fortitudo Skipper in Eurolega, contro il Buducnost Podgorica. La F si presenta ad un pubblico formato emmenthal con delle canotte stile infermiere, dove il bianco risalta su tutto. E anche con un quintetto piu’ classico, con Milic in ala, dopo le non positive esperienze dei tre lunghi. Ma l’inizio e’ un tiro a non prenderci: squadre contratte, palle perse, caos totale. Dopo 3 minuti e mezzo entra, per lo piu’ applaudito, Zoran Savic. Ma ne’ lui ne’ Meneghin (2 falli e 2 errori subito) danno la scossa ad una squadra che si trova sotto 7-10 contro un Buducnost dove solo Jestratijevic sembra un giocatore vero. Poi Boniciolli boccia la regia di Celestand, e proprio una bomba del neoentrato Pilutti regala il sorpasso sul 12-10. Altra bomba, stavolta di Basile, per il 17-14 con cui si conclude il primo quarto. Nel secondo, tutta un’altra musica. Il quintetto italiano comincia a spanierare da fuori, e a chiudere le fila in difesa. Il coach serbo Sretenovic lascia in panca il suo giocatore migliore – proprio l’ex virtussino Nikola -, e vede la sua squadra annegare. Bomba su bomba si arriva sul +21, e si va al riposo 52-35.

Si riparte con in quintetto Milic e Savic, in ombra nella prima parte. E i due sfoderano una frazione di gioco impressionante: assists, schiacciate, 21 punti in due nel terzo quarto. Duettano come Al Bano e Romina Power ai tempi di Felicita’. Ed e’ la felicita’ del pubblico, che vede la squadra volare oltre i trenta punti di scarto. Il Buducnost e’ poca cosa: i giovani serbi si sfilacciano, giocano da soli. L’atteso Rakocevic, quasi firmato da Recalcati (in tribuna, applaudito) lo scorso anno, palleggia a testa bassa e non si rende utile. Nell’ultimo quarto ecco il recital di Evtimov: 15 punti di fila, e l’assist per i primi due punti di Matteo Pecchia.
Trentello finale che riappacifica la squadra con una tifoseria bruciacchiata dalla sconfitta con Cantu’. Ora una settimana di palestra, per poi vedersela mercoledi’ in Eurolega contro il Novo Mesto, e accogliere sabato prossimo il ritorno di Carlton.

Tabellino: Skipper – Celestand 2, Basile 14, Fucka 19, Evtimov 17, Savic 8, Meneghin 11, Milic 17, Galanda 16, Pilutti 3, Pecchia 2.
Buducnost: Arsic 2, Radonijc 3, Rakocevic 10, Sekulic 2, Vukcevic 10, Radunovic 4, Kuzmanovic 19, Milojevic 2, Cabarkapa 7, Jestratijevic 14, Pejcinovic 7.

Andamento: 5′ 6-4. 10′ 17-14. 15′ 34-24. 20′ 52-35. 25′ 69-44. 30′ 82-53. 35′ 94-64. 40′ 109-79

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online