La Fortitudo ha avviato un processo di ristrutturazione del debito. Secondo il Resto del Carlino si tratta di un procedimento simile a quello usato qualche tempo fa da Cantù, e che ha già ottenuto il parere positivo della FIP e della Comtec. In questi giorni la società starebbe preparando le carte per avviare il percorso civilistico, e anche per questo il Consorzio vorrebbe che Christian Pavani restasse in sella, almeno per ora. La cifra dovuta all’Agenzia delle Entrate è circa 3 milioni di euro più interessi, dovuti ai mancati incassi delle stagioni 2019-20 (sospesa per Covid) e 2020-21 (porte chiuse). Alla procedura di ristrutturazione – sempre secondo il Carlino – sta collaborando lo studio dell’ex ministro Gian Luca Galletti, commercialista a storico tifoso biancoblu. L’obiettivo è arrivare a una rateizzazione decennale con uno sgravio su interessi e sanzioni.

(foto Fabio Pozzati)

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Feed RSS: