Seconda giornata delle Finali Under 15 Eccellenza in programma Roseto degli Abruzzi e Mosciano da oggi e fino a domenica 3 giugno. Domani ultima giornata della fase a gironi, decisiva per definire le otto squadre che da venerdì giocheranno i quarti di finale. Il riassunto.

GIRONE A
Leonessa Basket Brescia-Petrarca Basket Padova 67-57
Si apre con una vittoria di Brescia la seconda giornata delle Finali di Roseto e Mosciano, contro Padova seconda affermazione in altrettante gare per i ragazzi di Zanco, sempre avanti nel punteggio e prossimi a strappare il pass per i quarti di finale. L’avvio è un monologo di Brescia, che sull’asse Corona-Naoni si costruisce subito un vantaggio consistente. Dopo 3′, infatti, i bresciani sono 12-0, con il massimo vantaggio aggiornato poi sul +15 (21-6) allo scadere della prima frazione. Superiorità schiacciante per i lombardi, che si protrae tra alti e bassi fino alla boa dei 15’, come dimostrato dal minibreak firmato da Botti per il 28-19 Leonessa. Nel finale del primo tempo, però, con Pauletto che opta per il doppio play (Marchesini-Giordano) è rabbiosa la rimonta di Padova, che in un amen ricuce lo strappo, tornando negli spogliatoi sotto di 2 lunghezze (35-33). Tuttavia non dura più dei 10′ dell’intervallo l’illusione della rimonta, ad inizio ripresa, infatti, arriva un’altra accelerata della Leonessa, che sull’asse Ferrazzi-Naoni torna con il vantaggio in doppia cifra (anche +14), siglando così il break che chiude i giochi. Del resto, complice qualche spunto di Corona e l’uscita per crampi di Giordano, non andrà mai oltre il -4 (55-51) la rimonta veneta, con Brescia che si impone 67-57, vedendo la qualificazione ormai a un passo. Una doppia gioia che inevitabilmente rende sorridente e soddisfatto anche coach Zanco: “Nonostante qualche alto e basso abbiamo fatto vedere buone cose”. Sul fronte opposto stato d’animo differente per Pauletto: “Siamo partiti male, pagando alla distanza lo sforzo fisico per rientrare”.
LEONESSA BRESCIA – PETRARCA PADOVA 67 – 57 (21-13, 35-34, 52-44, 67-57)
LEONESSA BRESCIA: Botti 5 (2/4 da 2), Allieri 1 (0/0, 0/0), Ionescu 2 (1/1 da 2), Ndiaye 2 (1/2 da 2), Corona* 9 (1/4, 1/1), Villa, Ferrazzi* 11 (4/9, 0/1), Buizza, Galli* 8 (4/4, 0/2), Faini, Naoni* 17 (3/6, 2/3), Rodella* 12 (5/11 da 2). All. Antonelli
Tiri da 2: 21/44 – Tiri da 3: 3/8 – Tiri Liberi: 16/34 – Rimbalzi: 43 9+34 (Galli 12) – Assist: 4 (Ndiaye 1) – Palle Recuperate: 0 (Squadra 0) – Palle Perse: 26 (Rodella 5)
PETRARCA PADOVA: Marchesini 7 (2/7, 0/3), Giordano* 17 (4/10, 1/6), Lunardi 2 (1/3 da 2), Paccagnella NE, Schiavo 8 (2/5, 1/1), Gaspari* 7 (2/5, 1/9), Basso* 7 (1/8, 1/7), Zocca* 5 (1/5, 1/3), Curculacos NE, Dirignani* 4 (2/4 da 2), Desci NE, Allegro. All. Pauletto
Tiri da 2: 15/47 – Tiri da 3: 5/29 – Tiri Liberi: 12/27 – Rimbalzi: 52 24+28 (Dirignani 14) – Assist: 7 (Marchesini 2) – Palle Recuperate: 0 (Squadra 0) – Palle Perse: 20 (Zocca 5) – Cinque Falli: Zocca
Arbitri: Dell’Accio D., Migliaccio M.

Oneteam Basket Forlì-Don Bosco Trieste 71-43
Archiviato lo stop in volata di ieri contro Brescia arriva una bella risposta da parte di Forlì, che supera agevolmente il Don Bosco Trieste al termine di 40 minuti condotti senza affanni dall’inizio alla fine. Decisivo il 23-7 di un primo quarto a senso unico, in cui Zambianchi e Creta hanno fatto il vuoto nel pitturato, costringendo i ragazzi di Bertoni a diverse palle perse e tiri quasi mai in equilibrio. Un leit motiv rimasto inalterato anche nei restanti 30′, eccezion fatta per una bella fiammata di Venier (tiratore purissimo) arrivata a metà della seconda frazione. Tuttavia, subito dopo esser tornati a -8 (25-17) è arrivato un nuovo blackout per i triestini, con Forlì che ne ha approfittato per allungare le mani sulla partita. Eloquente il +24 (60-36) di fine terzo quarto, propiziato tra gli altri da Mistral e Sampieri. Per quanto riguarda il finale poco altro da aggiungere, se non l’81-46 conclusivo e le dichiarazioni di un coach Barbara estremamente felice: “Una bella riposta dopo la partita di ieri. La dimostrazione che possiamo far bene e che domani daremo battaglia anche con Padova”. Coach Bertoni, invece, al di là della sconfitta salva la prova di Venier e l’esperienza di questi giorni: “Ci mancano fisicità ed esperienza, ma ripartendo da Venier e qualche altro elemento arriveranno belle soddisfazioni”.
ONETEAM FORLI – SALESIANI DON BOSCO TRIESTE 81 – 46 (23-7, 40-23, 60-36, 81-46)
ONETEAM FORLI: Serra 3 (1/2, 0/1), Zambianchi* 23 (8/17, 1/2), Maltoni, Bandini* 3 (0/1, 1/2), Mistral* 12 (6/11, 0/2), Creta* 12 (5/8, 0/2), Gardini 3 (1/3, 0/1), Sampieri 9 (3/4, 1/2), Borghesi, Scarpellini 4 (2/4 da 2), Monticelli 8 (4/5 da 2), Dini* 4 (2/4 da 2). All. Barbara
Tiri da 2: 32/61 – Tiri da 3: 3/12 – Tiri Liberi: 8/13 – Rimbalzi: 50 15+35 (Creta 15) – Assist: 11 (Mistral 3) – Palle Recuperate: 1 (Dini 1) – Palle Perse: 11 (Sampieri 3)
SALESIANI DON BOSCO TRIESTE: Radivo, Cozzolino NE, Matonte, Carretti* 2 (1/2 da 2), Giachin 4 (2/3 da 2), Pernich* 1 (0/1 da 3), D’Urzo, Polo* 3 (0/6, 1/4), Longo* 11 (3/14, 1/7), Butti NE, Venier* 25 (0/2, 8/12). All. Bertoni
Tiri da 2: 6/29 – Tiri da 3: 10/25 – Tiri Liberi: 4/8 – Rimbalzi: 26 4+22 (Carretti 6) – Assist: 7 (Polo 3) – Palle Recuperate: 0 (Squadra 0) – Palle Perse: 16 (Longo 5)
Arbitri: Paradiso A., Parisi F.

GIRONE B
Accademia Basket Altomilanese – Pallacanestro Vado 70-64
Seconda giornata del Trofeo Claudio Papini chiusa dal successo di Legnano, che contro Vado ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie, riuscendo comunque ad incassare i punti necessari per continuare a sperare nella qualificazione ai quarti di finale. L’avvio, peraltro, era stato quasi tutto di marca Legnano, con gli esterni di coach Rocco che trovano buoni tiri e buone percentuali realizzative, anche dalla lunga distanza. Non a caso i canestri Cassinerio e Genovese valgono il +11 a favore dei lombardi, che al di là del punteggio sembrano avere il pieno controllo della partita, soprattutto dal punto di vista emozionale. Vado, in effetti, funziona solo a sprazzi, con il tabellone che si muove solo grazie a Lebediev e Bertolotti, fondamentali per punti e rimbalzi donati alla causa. Per completare la rimonta, però, manca sempre qualcosa ai liguri, che per gran parte del primo tempo ballano tra i 6 e i 10 punti di svantaggio, mancando puntualmente il colpo di reni in grado di cambiare storia alla partita ( a metà gara). E pensare che una doppia fiammata di Bontempi aveva rimesso tutto in equilibrio, rinviando il verdetto di questo continuo tira e molla alla volatona finale. Ultimi 10′ minuti in cui l’ABA ha sbagliato pochissimo, con Vado che andata via via spegnendosi, subendo il colpo del definitivo k.o. ad opera di Fragonara. Così resta viva la fiammella della speranza di Legnano, cui però servirà una vera e propria impresa contro Bassano, ancora imbattuta e alla ricerca dei punti necessari per mettere in cassaforte il primo posto. Non a caso è soddisfatto coach Rocco, consapevole che domani si deciderà tutto: “Con Bassano sicuri dei nostri mezzi, sarà difficile ma abbiamo le qualità per fare un buon risultato”. Al contrario amareggiato coach Prati, secondo cui è stata la mancanza d’esperienza a fare realmente la differenza: “Ci manca qualcosa in termini di partite giocate. Dobbiamo far tesoro di tutto questo e ripartire ancora più consapevoli”.
ACCADEMIA BK ALTOMILANESE – PALL. VADO 70 – 64 (17-8, 35-24, 51-49, 70-64)
ACCADEMIA BK ALTOMILANESE: Cassinerio 8 (2/4 da 3), Zuccoli* 10 (2/5, 1/3), Fragonara* 11 (5/13, 0/1), Genovese* 14 (2/6, 3/11), Gasparini NE, Falcone 5 (2/5 da 2), Lucca 9 (4/5, 0/1), Ferrario 3 (1/2 da 2), Da Ru’ 6 (0/8, 2/3), Elli, Pisoni*, Bassani* 4 (0/2, 1/2). All. Rocco
Tiri da 2: 16/47 – Tiri da 3: 9/26 – Tiri Liberi: 11/19 – Rimbalzi: 47 10+37 (Bassani 7) – Assist: 14 (Fragonara 7) – Palle Recuperate: 8 (Cassinerio 2) – Palle Perse: 15 (Zuccoli 4)
PALL. VADO: Catzeddu* 3 (1/11, 0/2), Caorsi NE, Zheng, Dell’innocenti NE, Lebediev* 19 (8/11 da 2), Husam* 4 (2/7, 0/1), Tridondani 4 (2/7 da 2), Bontempi* 13 (2/6, 3/6), Giannone 4 (2/3 da 2), Genta 6 (2/5 da 2), Bertolotti* 11 (5/11 da 2), Franchello. All. Prati
Tiri da 2: 24/62 – Tiri da 3: 3/10 – Tiri Liberi: 7/22 – Rimbalzi: 54 15+39 (Lebediev 16) – Assist: 7 (Tridondani 2) – Palle Recuperate: 3 (Husam 1) – Palle Perse: 16 (Catzeddu 3)
Arbitri: Basso L., Resca L.

San Lazzaro – Oxygen Orange1 Bassano 51-63
È dell’Oxygen Bassano la super sfida contro San Lazzaro, battuta con un +12 (51-63) arrivato dopo 40′ di battaglia e intensità selvaggia. Come anticipato un match bellissimo, che Bassano ha condotto per larghi tratti, facendo leva sulla straripante fisicità di Agbamu e sugli spunti di Ojo, preciso al tiro e capace di regalare le solite magie, soprattutto a campo aperto. San Lazzaro, però, è stata brava a restare in partita, rispondendo colpo su colpo alle iniziative degli avversari. È stato così dopo il -11 (7-18) fatto registrare a metà del primo quarto, ed è stato così anche dopo il gran break propiziato da Nnabuife in avvio di terza frazione, che aveva riportato i veneti oltre la doppia cifra di vantaggio (27-38). In entrambe le occasioni, però, San Lazzaro ha risposto da grande squadra, affidandosi prima al gioco spalle a canestro di Tamborino e poi alle giocate in velocità di Tepedino, cui faccia tosta e talento non mancano. Da sottolineare anche l’impatto in uscita dalla panchina di Dellavalle, fondamentale nel riportare i suoi a -2 (46-48). Perciò si decide tutto in un finale al cardiopalmo, in cui a far la differenza è stato il solito Agbamu, un fattore sia in attacco che in difesa. Perciò traguardo dei quarti di finale un pizzico più vicino per l’Oxygen, con coach Gallea contentissimo per la capacità dei suoi di rimanere sempre concentrati: “Non era semplice, San Lazzaro è un’ottima squadra, ma rimanendo concentrati abbiamo fatto un altro passo in avanti”. Nonostante la sconfitta, sorridente anche coach Comastri: “Orgogliosi di quello che stiamo facendo, dobbiamo avere la forza di andare avanti così”.
B.S.L. SAN LAZZARO – OXYGEN BASSANO 51 – 63 (18-18, 27-32, 46-48, 51-63)
B.S.L. SAN LAZZARO: Lionetti 3 (1/8 da 2), Tonielli NE, Dallavalle 7 (2/5, 1/1), Amaro NE, Biffoni, Negroni* 5 (2/9, 0/4), Gianfagna, Moretti* 2 (1/3, 0/2), Tepedino* 14 (5/12, 0/3), Malaguti* 2 (1/1, 0/1), Tamborino* 12 (6/10 da 2), Sibani 6 (2/6, 0/2). All. Comastri
Tiri da 2: 20/54 – Tiri da 3: 1/13 – Tiri Liberi: 8/19 – Rimbalzi: 54 17+37 (Tamborino 12) – Assist: 3 (Negroni 1) – Palle Recuperate: 7 (Tepedino 2) – Palle Perse: 26 (Tepedino 9)
OXYGEN BASSANO: Comunello, Ojo* 15 (4/14, 2/9), Pavin* 4 (2/4 da 2), Mabilia NE, Dalla Valle 6 (3/8 da 2), Tasca* 1 (0/2, 0/2), Campagnolo, Nnabuife 9 (4/6 da 2), Piotto, Bertossi, Agbamu* 28 (12/22, 1/2), Valente*. All. Gallea
Tiri da 2: 25/59 – Tiri da 3: 3/15 – Tiri Liberi: 4/14 – Rimbalzi: 49 14+35 (Agbamu 17) – Assist: 10 (Ojo 6) – Palle Recuperate: 2 (Ojo 1) – Palle Perse: 25 (Agbamu 8)
Arbitri: Correale D., Giustarini I.

GIRONE C
Olimpia Milano-Stella Azzurra 65-79
La prima partita del PalaMaggetti ha visto il successo della Stella Azzurra Roma sull’Olimpia Milano. Partita bellissima, vibrante, piena di gesti tecnici di assoluto valore. L’Armani Junior è partita con grande energia, trovando il primo vantaggio sul 17-15 (6-0 di parziale) e poi mantenendo il comando fino all’intervallo lungo nonostante la prova monumentale dello stellino Matteo Spagnolo (in 19 minuti, 30 punti, 9/20 dal campo ma 0/7 dall’arco). Milano ha continuato a condurre fino al 51-45, poi è arrivato il 16-1 di parziale della Stella Azzurra che si è portata sul 61-52 e di fatto ha chiuso il conto in anticipo. Nell’ultimo quarto Milano ha provato in più occasioni a tornare a contatto ma la zona stellina ha continuato a imbrigliare l’attacco biancorosso: di Spagnolo (48 punti alla fine) i liberi della sicurezza (74-59) a due minuti dalla fine. Vince la Stella (Nzosa 9 punti, 4 stoppate e 17 rimbalzi, Bocevski 11), non perde Milano (Gravaghi 17, Invernizzi e Galicia 10).
STELLA AZZURRA ROMA – OLIMPIA MILANO 79 – 65 (26-29, 42-44, 62-52, 79-65)
STELLA AZZURRA ROMA: Bocevski* 11 (3/7, 1/2), Motta* 8 (4/10, 0/3), Sandoval 2 (1/1 da 2), Spagnolo* 48 (14/25, 1/9), Lo Prete NE, Nzosa* 9 (3/7 da 2), Basilico 1 (0/1 da 2), De Castro NE, Rapini NE, Di Camillo, Cannavina, Camponeschi*. All. Carducci
Tiri da 2: 25/51 – Tiri da 3: 2/14 – Tiri Liberi: 23/34 – Rimbalzi: 50 18+32 (Nzosa 17) – Assist: 5 (Spagnolo 3) – Palle Recuperate: 7 (Spagnolo 2) – Palle Perse: 15 (Bocevski 6)
OLIMPIA MILANO: Sconochini, Bonarrigo 2 (1/2, 0/1), Citterio, Boglio* 9 (3/4, 0/2), Galicia 14 (3/7, 2/3), Invernizzi* 10 (2/4, 2/10), Baggi 2 (1/4 da 2), Erba*, Gravaghi* 17 (4/5, 3/6), Tam 2 (1/1 da 2), Maioli Romano’* 5 (2/8 da 2), Bonetti 4 (2/6 da 2). All. Pampani
Tiri da 2: 19/44 – Tiri da 3: 7/22 – Tiri Liberi: 6/10 – Rimbalzi: 31 8+23 (Erba 5) – Assist: 8 (Galicia 3) – Palle Recuperate: 5 (Boglio 4) – Palle Perse: 14 (Tam 3) – Cinque Falli: Erba
Arbitri: Paglialunga M., Giambuzzi U.

International Imola-Reyer Venezia 55-72
Nella sfida tra le due perdenti del girone C, si impone la Reyer Venezia (72-55) sull’International Basket Imola. Gli orogranata sono stati costretti a inseguire nel primo quarto (20-22) e poi con i canestri di Bertini e Casarin hanno trovato il vantaggio grazie a un break di 10-0 (34-28) nonostante i 16 punti in 18 minuti di Marangoni. Venezia ha provato senza esito a scappare nel terzo quarto (+8) ma quando Imola è tornata a -5 in apertura di ultimo quarto è stata la tripla di Berdini a rassicurare la Reyer, che poi ha conservato il vantaggio dilatandolo fino al conclusivo +17 (55-72). Per gli orogranata 26 punti di Casarin e 23 di Berdini. Per Imola, il miglior marcatore è stato Marangoni con 26 punti, in doppia cifra anche Poloni a quota 10. Così il coach di Venezia Alvise Turchetto alla fine: “Sono contento della reazione dei ragazzi dopo la sconfitta di ieri con Milano, hanno portato in campo una bella energia in una sfida per noi delicata. Domani ci proveremo anche con la Stella Azzurra, formazione fortissima e che non a caso è campione d’Italia in carica”.
G.S. INTERNATIONAL IMOLA – UMANA REYER VENEZIA 55 – 72 (22-20, 37-41, 47-55, 55-72)
G.S. INTERNATIONAL IMOLA: Cavina 2 (1/1, 0/1), Baroncini* 5 (1/1, 1/2), Tonioli NE, Poloni* 10 (3/6, 1/7), Chiarati, Violani, Di Antonio* 5 (0/5, 1/3), Simoni, Bertini* 7 (1/2, 1/2), Cesari, Marangoni* 26 (3/4, 2/12), Cai. All. Nestori
Tiri da 2: 9/20 – Tiri da 3: 6/29 – Tiri Liberi: 19/26 – Rimbalzi: 34 7+27 (Marangoni 9) – Assist: 6 (Di Antonio 2) – Palle Recuperate: 9 (Di Antonio 3) – Palle Perse: 22 (Marangoni 7) – Cinque Falli: Di Antonio
UMANA REYER VENEZIA: Bolpin 4 (0/3 da 2), Casarin* 26 (2/5, 6/10), Novelli, Mafolino NE, Capodaglio NE, Berdini* 23 (4/9, 3/6), Cappellotto* 7 (1/4, 1/7), Grani* 4 (2/5 da 2), Ballarin Chinellato, Cravero* 8 (4/5 da 2), Valentini. All. Turchetto
Tiri da 2: 13/34 – Tiri da 3: 10/24 – Tiri Liberi: 16/19 – Rimbalzi: 36 6+30 (Casarin 9) – Assist: 6 (Bolpin 3) – Palle Recuperate: 13 (Grani 4) – Palle Perse: 17 (Cravero 4)
Arbitri: Mammola T., Guerra S.

GIRONE D
Pallacanestro College Borgomanero-Virtus Bologna 56-73
L’ultima sfida in programma al PalaMaggetti di Roseto va alla Virtus Bologna, che si impone alla distanza su Borgomanero (56-73) e può così continuare a sperare nel passaggio ai quarti di finale. La Virtus ha sfiorato il vantaggio in doppia cifra in chiusura di primo quarto (17-8) ma College Basketball ha saputo ricucire lo strappo anche grazie ai 6 punti realizzati da Leonardo Okeke, fratello minore di David. Le due squadre sono andate all’intervallo lungo sul 34-29 e nel terzo quarto è arrivato il break decisivo della squadra bolognese che ha toccato anche il +20. In apertura di ultimo parziale è stato ancora Galli con un gioco da tre punti a timbrare il 62-42. Con un altro mini-break, College è tornata a -14 (64-50) a metà ultimo quarto ma poi Ferdeghini ha messo i punti del nuovo +21 (71-50) chiudendo di fatto la partita. Per la Virtus il miglior marcatore è stato Scagliarini con 16 punti, poi Ruffini (15), Salsini (14) e Carta (10). Per College Basketball 14 punti di Mauri e Ghigo, 13 di Okeke.
VIRTUS BOLOGNA – COLLEGE BASKETBALL 73 – 56 (17-8, 34-29, 59-42, 73-56)
VIRTUS BOLOGNA: Tabellini, Anesa, Nicoli 2 (1/2, 0/1), Galli 3 (1/2, 0/1), Albonetti, Scagliarini 16 (5/17, 1/3), Barbieri* 8 (3/10 da 2), Ruffini* 15 (2/7, 3/3), Salsini* 14 (6/11, 0/1), Carta* 10 (4/9, 0/2), Ferdeghini* 5 (2/5, 0/2), Espa. All. Fedrigo
Tiri da 2: 24/65 – Tiri da 3: 4/14 – Tiri Liberi: 13/24 – Rimbalzi: 56 14+42 (Scagliarini 12) – Assist: 6 (Scagliarini 2) – Palle Recuperate: 10 (Scagliarini 3) – Palle Perse: 15 (Salsini 7)
COLLEGE BASKETBALL: Laterza, Attademo 3 (1/1 da 3), Mandelli 4 (2/3 da 2), Tinivella* 5 (1/4, 1/2), Cristina*, Okeke 13 (5/7, 0/3), Mauri* 14 (5/10, 1/9), Mottolo Oliva, Ghigo* 14 (3/16, 2/8), Zanetta, Ferrari* 3 (1/7, 0/1). All. Rossi
Tiri da 2: 17/51 – Tiri da 3: 5/25 – Tiri Liberi: 7/12 – Rimbalzi: 53 12+41 (Ghigo 12) – Assist: 10 (Tinivella 4) – Palle Recuperate: 12 (Tinivella 2) – Palle Perse: 20 (Okeke 5)
Arbitri: Parisi A., Marcelli L.

Basket Empoli-Honey Sport Roma 38-72
Secondo successo consecutivo per Honey Roma, alle Finali Under 15 Eccellenza in corso di svolgimento a Roseto degli Abruzzi e Mosciano. La squadra capitolina, dopo aver superato College Basketball all’esordio (101-44), si è ripetuta oggi battendo Empoli 72-38. La squadra di Lorenzo Rubinetti ha preso il comando già nel primo quarto, chiuso 17-5, e ha ipotecato il successo finale all’intervallo (40-18). Il coach romano ne ha approfittato per ampliare le rotazioni e concedere minuti a tutti i suoi effettivi, il vantaggio è rimasto rassicurante fino al +34 dell’ultima sirena. Per Honey 14 punti di Greggi, 13 di Francioni e Ndzie, 11 di Abega e 10 di Giaconi. Per Empoli, che domani affronta Borgomanero, l’unico ad andare in doppia cifra è stato Syll a quota 15. Così coach Rubinetti a fine gara: “Il divario finale non racconta fedelmente la partita, Empoli è stata brava a tenerci sempre lì con la testa. Complimenti ai miei ragazzi che non hanno mai abbassato la guardia, un atteggiamento che certamente ci conforta anche pensando ai prossimi giorni”. Unica tegola per la squadra romana, l’infortunio alla caviglia occorso a Gabriele Cinquanta nel finale di gara.
SESA BIANCOROSSO EMPOLI – HONEY SPORT CITY ROMA 38 – 72 (5-17, 18-40, 33-56, 38-72)
SESA BIANCOROSSO EMPOLI: Freda, Mazzoni 5 (0/2, 1/4), Vezzi, Maltomini* 5 (0/1, 1/1), Parri* 1 (0/9, 0/1), Piccini, Cerchiaro*, Lucchesi 3 (1/1 da 3), Cappelletti 2 (1/4, 0/2), Micheli, Giannone* 7 (1/8, 0/2), Syll* 15 (4/7, 2/2). All. Corbinelli
Tiri da 2: 6/40 – Tiri da 3: 5/18 – Tiri Liberi: 11/21 – Rimbalzi: 39 12+27 (Syll 11) – Assist: 7 (Mazzoni 3) – Palle Recuperate: 4 (Freda 1) – Palle Perse: 21 (Cerchiaro 6)
HONEY SPORT CITY ROMA: Nardi* 6 (1/2, 1/3), Ndzie Meteh* 13 (3/5, 2/3), Bufano 5 (1/1, 1/2), Cinquanta, Giacomi* 10 (5/11, 0/3), Abega Ongolo 11 (3/10, 1/5), Francioni* 13 (6/7, 0/2), Rossetti, Borioni, Aulicino, Pinfildi, Greggi* 14 (6/11, 0/1). All. Rubinetti
Tiri da 2: 25/49 – Tiri da 3: 5/19 – Tiri Liberi: 7/13 – Rimbalzi: 44 8+36 (Ndzie Meteh 9) – Assist: 5 (Nardi 2) – Palle Recuperate: 7 (Francioni 2) – Palle Perse: 14 (Ndzie Meteh 4)
Arbitri: Mammoli A., Zuccolo M.

Prima giornata
Basket Brescia Leonessa-OneTeam Forlì 59-56; Petrarca Padova-ASD Salesiani Don Bosco 71-43
Seconda giornata
Basket Brescia Leonessa-Petrarca Padova 67-57; OneTeam Forlì-Salesiani Don Bosco Trieste 81-46
Classifica: Basket Brescia Leonessa 4, Petrarca Padova, OneTeam Forlì 2; Don Bosco Trieste 0.
Terza giornata (30 maggio)
Basket Brescia Leonessa-Don Bosco Trieste (Mosciano, ore 14.00); Petrarca Padova-OneTeam Forlì (Roseto, ore 14.00)

GIRONE B
Prima giornata
Accademia Basket Altomilanese-BSL San Lazzaro 57-59; Oxygen Orange1Basket-Pallacanestro Vado 74-65
Seconda giornata
BSL San Lazzaro-Oxygen Orange1Basket 51-63; Accademia Basket Altomilanese-Vado 70-64
Classifica: Oxygen Orange1Basket Bassano 4; San Lazzaro, Accademia Basket Altomilanese 2; Vado.
Terza giornata (30 maggio)
BSL San Lazzaro-Vado (Mosciano, ore 18.00); Oxygen Orange1Basket-Accademia Basket Altomilanese (Roseto, ore 18.00)

GIRONE C
Prima giornata
Stella Azzurra Roma-International Imola 68-37; Olimpia Milano-Reyer Venezia 78-60
Seconda giornata
Stella Azzurra Roma-Olimpia Milano 79-65; International Imola-Reyer Venezia 55-72
Classifica: Stella Azzurra Roma 4, Olimpia Milano, Reyer Venezia 2; International Imola 0.
Terza giornata (30 maggio)
Stella Azzurra Roma-Reyer Venezia (Roseto, ore 16.00); International Imola-Olimpia Milano (Mosciano, ore 16.00)

GIRONE D

Prima giornata
Basket Biancorosso Empoli-Virtus Segafredo Bologna 61-53; Honey sport Roma-College Basketball 101-44
Seconda giornata
Basket Biancorosso Empoli-Honey Roma 38-72; Virtus Segafredo Bologna-College Basketball 73-56
Classifica: Honey Sport Roma 4; Basket Biancorosso Empoli; Virtus Segafredo Bologna 2; College Basketball 0.
Terza giornata (30 maggio)
Basket Biancorosso Empoli-College Basketball (Mosciano, ore 20.00); Honey Sport Roma-Virtus Bologna (Roseto, ore 20.00)

BolognaBasket.it © 2000 - 2018 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: