Federico Lestini – nonostante una pesante contestazione da parte di alcuni tifosi intervenuti alla conferenza stampa (ti devi vergognare e ti veniamo a suonare sotto casa alle tre di notte alcuni tra gli epiteti a lui rivolti tra urla e bestemmie) – ha confermato che la trattativa con la Fortitudo è in fase avanzata, e ha voluto chiarire i gesti del 2010, che a suo dire non erano insulti alla tifoseria Effe.

Ecco le sue parole: Ho voluto questa conferenza di chiarimento, non di scuse. Chiarisco un gesto che loro hanno interpretato male, era la concitazione del momento, non ho mai mandato a fanculo nessuno, e l’ho ripetuto ai numerosi amici di Bologna in questi anni. In carriera non ho mai fatto gesti offensivi verso nessuna curva.

Ho parlato con Paolo Santi ed è stata una chiamata assolutamente tranquilla. Mentre su internet ho letto cose gravi.

Sono venuto qua prima di firmare, non volevo fare il paraculo e venire qui forte del contratto firmato.

Cosa posso dare alla Fortitudo? Sono un giocatore esperto e maturo, darò il 300%, sono pronto e voglio giocare qui.
Ho già parlato con qualche compagno? Molti li conosco, Lamma è un amico da tanto tempo, Iannilli l’ho incontrato diverse volte, non penso che sia un problema per loro.

Il rapporto con Boniciolli? L’ho già avuto a Bologna, lo conosco bene, e ho fatto le visite mediche per vedere se potevo essere al livello fisico richiesto da lui. Il dottor Zunarell dell’Isokinetic ha detto che sono a posto. Dall’otto luglio sarò qui ad allenarmi con 50 gradi dentro al palazzetto.

Promesse? Non ne faccio, bisogna dare dimostrazione sul campo , e darò il 300% in campo come ho sempre fatto in carriera.

La trattativa è in stato avanzato, prima di farla concludere ho voluto fare questa cosa, una cosa da fare in maniera spontanea. Io resto alla mia idea al 300%. La durata del contratto? Annuale.

Altri incontri con la tifoseria? Se ci sarà bisogno io non avrò alcun problema.

C’è la possibilità che la pressione di una parte di tifo mi faccia cambiare idea? No, è uno stimolo per far capire che non è come pensano loro. a me giocare in ambienti caldi piace – chiaramente un ambiente contro è diverso – ma con la mia disponibilità spero di poter fare cambiare idea ai tifosi.

La società è compatta nella scelta? A me è sembrata compatta.

E infine, ai tifosi che lo contestavano: non vi ho insultato, avete frainteso, non avete visto bene i gesti. La calma è stata riportata dagli agenti della DIGOS, e Lestini è andato via scortato.

E’ possibile vedere il video integrale della conferenza stampa di Lestini, reso disponibile da Valentino Orsini di 1000cuorossoblu

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online