L’Assemblea dell’ECA (EuroLeague Commercial Assets) si è riunita oggi a Monaco di Baviera, ospite del Bayern, e ha ufficialmente aperto la nuova stagione ratificando alcune decisioni che già il Board di Barcellona aveva ufficializzato incluse quattro modifiche al regolamento tecnico. Ovvero.

La palla a due viene ripristinata ed elimina il possesso alternato
In caso di violazione sulla palla a due all’inizio del primo periodo o dell’overtime, il possesso è consegnato a metà campo con 24 secondi da giocare e non 14 con palla rimessa nella metà campo offensiva
I falli tecnici alla panchina, all’allenatore o ad un giocatore non sono conteggiati come falli di squadra
Qualora gli arbitri fermino la partita per correggere il tempo sul cronometro, quest’ultimo viene riprostinato al suo valore originale, nel tempo rimanente nella gara e nello “shot clock”, e la rimessa effettuata laddove il cambio di possesso è avvenuto.
Oltre a questo, l’Assemblea ha approvato il nuovo progetto di Financial Fair Play che entro il 2022/23 limiterà la possibilità di intervento dei proprietari dal 65 al 40% del budget di spesa previsto. In accordo con l’Associazione Giocatori (ELPA) sono state assorbite altre novità riguardanti tra le altre cose il calendario (esteso di due settimane per ridurre i doppi turni a sette rispetto ai nove previsti dall’allargamento a 18 squadre), gli allenamenti, la ripresa dell’attività uguale per tutti.

Infine, l’ECA ha stabilito i nuovi criteri di ammissione per gli “Associated Clubs” cioè i cinque club che partecipano con ammissione temporanea. Dall’anno prossimo saranno accederanno ambedue le finaliste di Eurocup – anziché la sola vincitrice – e saranno distribuite tre wild-cards, con diritto di precedenza ad una squadra proveniente dalla Lega Adriatica. La formazione proveniente dall’Eurocup (quest’anno Valencia e Alba Berlino) che finisca la stagione più in alto e al tempo stesso acceda ai playoff avrà diritto a mantenere il proprio posto in EuroLeague (in questo caso l’Eurocup promuoverà una sola formazione). Sparisce il limite di quattro squadre al massimo per nazione. Dal 2020/21 quindi l’EuroLeague sarà composta da

* 11 club con licenza permanente tra cui l’Olimpia Milano

* 2 club con licenza biennale (Bayern Monaco e Asvel Villeurbanne)

* 2 club provenienti dall’Eurocup (vincitrice e finalista)

* 3 club cui saranno assegnate wild-card.

Ufficio Stampa Olimpia Milano

CategoryAltri Argomenti

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: