Tokyo. Doppia sconfitta per le Azzurre del 3×3 oggi nel torneo olimpico.
La prima contro il Giappone (22-10) e la seconda contro Team Usa (17-13).
Due match completamente diversi l’uno dall’altro e che non pregiudicano l’accesso ai quarti di finale.

A tradire l’Italia, contro il Giappone, una partenza da incubo, fatta di 5 palle perse nei primissimi istanti del match. Anche se le giapponesi non ne approfittano, le Azzurre fanno fatica a trovare il ritmo e quando lo fanno, è ormai troppo tardi. La contesa si chiude anzitempo grazie al canestro di Mawuli che blocca il cronometro e fissa lo score finale sul 22-10.

Nel match serale contro le fuoriclasse statunitensi l’andamento della gara è stato totalmente diverso. Scese in campo con la giusta concentrazione, le Azzurre hanno giocato alla pari contro Plum e compagne, pagando come previsto dazio sotto il tabellone, dove Dolson ha dominato come suo solito. Nonostante la differenza di chili e centimetri, l’Italia ha tenuto testa a Team Usa fino alla fine. Il canestro da fuori di Filippi ha dato il -1 (12-13) ma poi alcuni lay-up comodi sbagliati non hanno permesso la rimonta finale. Davvero un peccato lo score finale: 17-13.

Il Team leader Andrea Capobianco: “Nella prima partita contro il Giappone abbiamo avuto un ottimo impatto a livello difensivo ma qualche difficoltà in attacco. Ne abbiamo parlato molto con le ragazze e i frutti si sono visti poi contro gli Stati Uniti. Abbiamo fatto una grandissima gara. Peccato per l’ultimo minuto, quando abbiamo fatto qualche scelta non giustissima. Può capitare e ci hanno puniti. Sono molto soddisfatto di questo secondo match ma mi tengo stretta anche l’esperienza del primo. Guardiamo avanti”.

Così Rae Lin D’Alie: “Mi auguro, per le prossime partite, di non dover più rincorrere le avversarie, ma giocare al loro livello per tutta la gara. Possiamo farlo perché ne abbiamo le potenzialità. Contro il Giappone, onestamente, ci è mancato un po’ di coraggio perché le avversarie erano al nostro livello. Le più grandi avversarie del nostro girone siamo proprio noi stesse, lo sappiamo e stiamo provando a vincere questa situazione mentale”.

Domani, 27 luglio, l’ultima partita del girone contro la squadra del Comitato Olimpico russo (ore 10.25 italiane, le 17.25 locali).
Sempre domani sono previsti i quarti di finale del torneo.

Tutte le gare della Nazionale femminile 3×3 saranno in diretta su discovery+ e Eurosport Player. Su Rai Due, le gare saranno inserite all’interno del flusso olimpico della testata.

I tabellini

Italia-USA 13-17
Italia: D’Alie 4, Consolini 3, Filippi 2, Rulli 4
USA: Plum 3, Young 2, Dolson 6, Gray 6

Italia-Giappone 10-22
Italia: D’Alie 3, Consolini 4, Filippi 2, Rulli 1
Giappone: Mawuli 8, Shinozaki 5, Nishioka 4, Yamamoto 5

Italia-Cina 13-22
Italia: D’Alie 6, Consolini 5, Filippi, Rulli 2
Cina: Yang 7, Zhang 8, Wan 3, Wang 4

Italia-Romania 22-14
Italia: D’Alie 13, Consolini 5, Filippi 1, Rulli 3
Romania: Cuic 4, Ursu 1, Stoenescu 3, Marginean 6

Italia-Mongolia 15-14
Italia: D’Alie 8, Consolini 3, Filippi 2, Rulli 2
Mongolia: Munkhsaikhan 3, Enkhtaivan 4, Onolbaatar, Bayasgalan 7

Italia-Francia 16-19
Italia: D’Alie 8, Consolini 2, Filippi 1, Rulli 5
Francia: Paget 3, Filip 6, Guapo 6, Toure 4

Torneo di basket 3×3 femminile (Aomi Urban Sports Park)

Sabato 24 luglio
Russian Olympic Committee-Giappone 21-18
Cina-Romania 21-10
Russian Olympic Committee-Cina 19-9
Romania-Giappone 8-20
Italia-Mongolia 15-14
USA-Francia 17-10
Mongolia-USA 9-21
Italia-Francia 16-19

Domenica 25 luglio
Giappone-Mongolia 19-10
Italia-Romania 22-14
Mongolia-Russian Olympic Committee 5-21
Italia-Cina 13-22
Romania-USA 11-22
Giappone-Francia 19-15
Cina-Francia 20-13
Russian Olympic Committee-USA 16-20

Lunedì 26 luglio
Giappone-Cina 12-15
Mongolia-Romania 14-22
Romania-Russian Olympic Committee 12-21
Italia-Giappone 10-22
Francia-Mongolia 22-18
Italia-USA 13-17
USA-Cina
Francia-Russian Olympic Committee

Classifica

Stati Uniti 5-0
Russian Olympic Committee 4-1
Cina 4-1
Giappone 4-2
Francia 2-3
Italia 2-4
Romania 1-5
Mongolia 0-6

Martedì 27 luglio
USA-Giappone
Cina-Mongolia
Francia-Romania
Italia-Russian Olympic Committee (10.25 italiane, 17.25 locali)
Quarti di finale (orari da stabilire)

Mercoledì 28 luglio
Semifinali (orari da stabilire)
Finali (orari da stabilire)

Nazionale 3×3 Femminile

#3 Rae Lin D’Alie (1987, 160)
#4 Chiara Consolini (1988, 182)
#5 Marcella Filippi (1985, 186)
#8 Giulia Rulli (1991, 185)

Team Leader: Andrea Capobianco

La formula del torneo olimpico
Il torneo è composto da 8 squadre. Cina, Mongolia, Romania e Russian Olympic Committee si sono qualificate tramite ranking FIBA 3×3 (la somma dei punti dei primi 100 giocatori/giocatrici compone il ranking di una Federazione) mentre Stati Uniti, Francia, Giappone e Italia si sono qualificate attraverso i tornei preolimpici.
La formula prevede che le squadre si sfidino l’un l’altra in un unico girone. Le prime due classificate avanzano direttamente alle semifinali mentre le formazioni dalla terza alla sesta posizione giocano i quarti di finale. Settima e ottava classificate sono eliminate. Le gare per le Medaglie si giocano tutte mercoledì 28 luglio.

Il 3×3
Il 3×3 è una disciplina derivante dalla pallacanestro giocata sui playground all’aperto che si gioca su un solo lato del campo da basket da due formazioni composte ciascuna da tre atleti (più un cambio per squadra). Ecco le principali regole: la partita si disputa su un solo tempo da 10 minuti e può terminare in anticipo solo se una delle due formazioni raggiunge i 21 punti. Se al termine del tempo regolare le squadre sono in parità, si disputano i supplementari e a vincere sarà la squadra che per prima realizzerà due punti.
Ogni canestro da dentro l’arco vale un punto; ogni canestro da dietro l’arco vale due punti. Ogni azione può durare al massimo 12 secondi. La squadra in difesa che recupera la palla deve portare obbligatoriamente la stessa oltre la linea dell’arco prima di poter tentare un tiro. Ogni squadra ha a disposizione un time out di 30 secondi e non c’è un numero massimo di falli che un giocatore può commettere ma due falli antisportivi comportano l’espulsione. I falli sul tiro vengono puniti con un tiro libero se l’infrazione è stata commessa da dentro l’arco e con due tiri liberi se viene invece commessa fuori dall’arco. Al settimo, ottavo e nono fallo di squadra vengono assegnati due tiri liberi per ogni fallo. Dopo la decima infrazione sono previsti due tiri liberi e il possesso palla per ogni fallo.

CategoryFIP

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: