Archiviata la trasferta di Treviglio, è subito tempo di tornare in campo per la Tramec Cento, che ospiterà l’Assigeco Piacenza alla Milwaukee Dinelli Arena domenica 24 aprile alle ore 18.00. Vediamo tutto quello che c’è da sapere sulla partita, valida per la terza giornata della fase a orologio di Serie A2 OldWildWest.

Nei due precedenti della stagione scorsa, nel girone azzurro, doppia vittoria per la Benedetto XIV, mentre nell’annata 2018/19 a vincere fu entrambe le volte Piacenza, quando le squadre militavano nel girone ovest di Serie A2. Quest’anno la società piacentina ha chiuso al settimo posto la prima fase della regular season e con l’ultima vittoria contro Latina ha conquistato la qualificazione ai playoff, i primi nella storia del club in questa categoria, proprio come nel caso della Tramec.

Reduce dalla vittoria interna contro Latina, l’Assigeco può puntare su Gabe Davoe, il miglior marcatore dell’intero girone verde e autore di 25 punti nell’ultima uscita. Attenzione anche a Davide Pascolo, 40 presenze in Nazionale maggiore, e 14 di media in queste ultime due partite. Ci sono poi Cesana, play-guardia, acciaccato ma comunque autore di 15 punti di media durante la prima fase e primo per percentuale da fuori, Sabatini, primo per assist (6.25) e palle rubate (2.2) del girone verde, e Guariglia, quarto per rimbalzi per partita (8.2).

In casa Assigeco ha parlato Fabio Farina, assistente di coach Stefano Salieri:”Giochiamo la terza partita in una settimana su uno dei campi più difficili del campionato. Affrontiamo una squadra dura e fisica, sospinta sempre da tanti tifosi calorosi e che ha raggiunto meritatamente i playoff. Noi dovremo dar fondo a tutte le nostre energie innanzitutto per competere nella lotta a rimbalzo contro la solidità di Zilli e del resto del gruppo, gestendo anche i vari acciacchi e sopperendo, ancora una volta, all’assenza cronica del nostro americano Phil Carr”

La Tramec, reduce dalla sconfitta sul campo di Treviglio, punta come sempre sul proprio basket fatto di intensità difensiva e offensiva, pur arrivando in condizioni non ottimali a questo impegno.
Per la Benedetto, coach Mecacci in conferenza stampa ha parlato così della partita “Domenica ci aspetta una sfida complicata: Piacenza è una buonissima squadra, dal roster molto lungo, intervenuta sul mercato prendendo Bellan. Che il campionato di questa squadra sia stato ottimo lo testimonia il fatto che sia stato giocato per più di metà con un solo americano. Si tratta di Gabe Devoe, il miglior marcatore del girone verde, un attaccante completo, che tira da due e da tre, con cinque liberi a partita, un rimbalzo offensivo e quattro assist di media. Un giocatore totale, accompagnato da Sabatini, primo per palle rubate e assist, e Cesana, autore di 46 punti con tredici triple in una partita quest’anno, record assoluto. Pascolo, poi, non ha bisogno di presentazioni: avendo giocato in Eurolega e avendo vinto finali scudetto, è un giocatore fuori categoria. Il roster è di altissimo livello, loro cercheranno di migliorare la propria posizione dopo aver raggiunto i playoff domenica scorsa, mentre noi cercheremo di fare bella figura, pur sapendo che faremo fatica a giocare tre partite in una settimana in queste condizioni.”

Si è poi discusso delle condizione fisiche della squadra: “Sicuramente alla nostra squadra è stato chiesto un extra-sforzo quasi esasperato, per necessità e per scelta. La storia del nostro percorso è nota: dopo un discreto girone d’andata, in cui abbiamo lottato per qualificarci anche per la Coppa Italia, abbiamo avuto un focolaio di COVID, in cui la condizione fisica è crollata e abbiamo dovuto ricominciare da capo, giocando tante partite ravvicinate e trovando nuove gerarchie. Ora come ora, però, a dir la verità, ci sono tanti giocatori che hanno speso energie, soprattutto nel ruolo degli esterni ,e adesso sono in debito d’ossigeno. Mi piacerebbe, come detto e come provato a Treviglio, pur riuscendoci poco, cambiare il minutaggio di alcuni dei ragazzi per ritrovare brillantezza. Probabilmente domenica non saremo al completo: a causa di una forma influenzale non abbiamo potuto allenarci venerdì e sabato. Ho paura che domenica saremo di nuovo corti con le rotazioni degli esterni, pur sapendo che si tratta di una partita importante ma sempre ricordandoci che l’obiettivo dei playoff è già stato raggiunto e quindi dobbiamo essere bravi a evitare problemi fisici per i giocatori.”

Parlando del possibile accoppiamento con Udine, Cantù e Pistoia ai playoff, coach Mecacci ha detto: ”Dobbiamo pensare a una partita alla volta, la nostra concentrazione è completamente su Piacenza. Scopriremo i nostri avversari dei playoff all’ultima giornata, dopo la fine della lotta tra noi, Forlì e San Severo per il sesto posto. Non ho preferenze particolari: Udine, Cantù e Pistoia sono tre squadre di grande tradizione cestistica, che per tanti anni hanno fatto l’A1, e che quest’anno hanno costruito la propria squadra per fare il salto di categoria. Molto probabilmente aggiungeranno altri rinforzi ai loro roster quando riaprirà il mercato, accrescendo il proprio valore. Sono tre squadre, per me, alla pari e molto forti. Ci sarà il piacere di andare in questi palazzetti, con un pubblico numeroso e caloroso, e di ospitarle a Cento per quella che sarà la prima, storica, partita casalinga ai playoff di Serie A2.”

Alla fine della conferenza stampa, l’allenatore della Tramec si è rivolto alla piazza: “Purtroppo in queste ultime tre settimane non c’è stata grande fortuna nella “scelta” dei weekend per le partite casalinghe: Pasqua e 25 aprile. Nonostante tutto, essendo l’ultima partita tra le mura amiche della regular season per la Benedetto, credo sia giusto tributare un applauso ai giocatori per ciò che hanno fatto quest’anno, in attesa della vera festa che sarà gara tre della serie playoff, con la speranza che questa sia seguita da una gara quattro. L’invito è quello di venire a sostenere questa società, che ha fatto la storia sportiva di Cento e negli ultimi anni ha bruciato le tappe, grazie al Presidente, al Vice-Presidente e tutti i consiglieri, ma anche grazie al pubblico. Quando parlo di pubblico non intendo solo la curva, che non ha saltato una trasferta quest’anno e che non vedo l’ora di scoprire cosa abbia organizzato per i playoff, ma tutto il palazzetto. Sarebbe bello però vedere un palazzetto pieno per vivere una bella giornata di sport in occasione di una partita di alto livello come quella di domenica. Venite alla Milwaukee Dinelli Arena, ci divertiremo insieme e per una Città come Cento, che vive in modo viscerale la pallacanestro, è il modo perfetto per passare un bel pomeriggio.”

Appuntamento quindi a domenica 24 aprile, alle ore 18.00, quando l’Assigeco Piacenza farà visita alla Tramec Cento per la terza giornata della fase a orologio. Ci vediamo alla Milwaukee Dinelli Arena!

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Feed RSS: