Il calendario non da neppure il tempo di rifiatare: dopo la sconfitta subita a Rimini, per la Salus è già il momento di pensare al derby contro il Bologna Basket 2016, formazione estremamente rinforzata rispetto all’anno passato e, a detta di molti, forse l’unica compagine che può seriamente impensierire i romagnoli per l’obiettivo del salto di categoria. La squadra di coach Lolli ha cambiato tanto, compreso il campo di gioco: dal parquet di Granarolo al glorioso CRB dove, nell’ultimo turno, i locali hanno comunque faticato più del previsto per avere ragione dell’Arena Montecchio. Ma andiamo con ordine.

Senza dubbio, l’acquisto più titolato della società del Presidente Guerri è stato quello di Luca Fontecchio, fratello dell’ex Virtus Simone, vero all-around per la categoria: ala di grandi qualità fisiche e tecniche, ottimo tiratore e buon rimbalzista, può ricoprire diversi ruoli sul campo ed è, certamente, un giocatore da quintetto ideale di questa serie C Gold. Attenzione, però, anche all’ex di giornata: Matteo “Polve” Polverelli, ragazzo che salutiamo sempre con piacere, è, forse, proprio il lungo che mancava al Bologna Basket la scorsa stagione per fare il definitivo salto di qualità. Importante anche la conferma dello “zoccolo duro”: il play Poluzzi è un lusso per il campionato come lo sono Legnani e Cortesi, tutti e tre vincitori della C a Lugo un paio di anni fa. I tiratori Fin e De Pascale sono micidiali da dietro l’arco, mentre non sono da sottovalutare neppure i giovanissimi Folli e Mazzocchi. Insomma: una squadra costruita per vincere.

Appuntamento alle “Alutto” Domenica 21, ore 18: per dare continuità alle belle cose fatte vedere a Rimini, ma, soprattutto, per provare a conquistare la prima affermazione stagionale.

BolognaBasket.it © 2000 - 2018 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: