Tokyo. Una partita di grande importanza contro un avversario storico. Italia-Francia, domani a Saitama (10.20 italiane, le 17.20 in Giappone) deciderà chi tra gli Azzurri e i Bleus potrà continuare il proprio sogno olimpico andando a giocare in zona Medaglie. In caso di vittoria, l’Italia giocherà contro la vincente di Slovenia-Germania. Dalla parte opposta del tabellone le sfide Spagna-Usa e Australia-Argentina.

Un quarto di finale tutt’altro che banale se si considera il blasone delle due formazioni in campo e la rivalità che le lega da quasi 100 anni. Era il 4 aprile del 1926 quando Italia e Francia si incontrarono a Milano, nel cortile interno del Poligono della Cagnola. Per entrambe le squadre nazionali era la prima apparizione di sempre. Finirà 23-17 per l’Italia, con 9 punti di Carlo Canevini, 8 di Giannino Valli e 6 di Alberto Valera.
Le due squadre si incontreranno di nuovo l’anno seguente, il 18 aprile 1927 a Parigi (ancora vittoria Azzurra 18-22 e 12 punti per il solito Canevini). Pionierismo.

È iniziato così il lungo percorso che domani porterà Italia e Francia a giocarsi il 98esimo scontro diretto. Con nessun’altra squadra l’Italia ha mai giocato così tanti incontri nel corso della sua storia. Il che ne fa una grande classica del basket europeo nelle competizioni per Nazionali.

I favori del pronostico saranno obbligatoriamente a favore della Francia, che ha stupito tutti per compattezza e qualità battendo gli Stati Uniti (83-76) all’esordio nel girone lo scorso 25 luglio. Una vittoria che ha permesso agli uomini di coach Vincent Collet di qualificarsi da primi nel girone e di finire dunque nell’urna migliore per il sorteggio dei quarti di finale.
Un successo arrivato grazie alle prestazioni da incorniciare di Evan Fournier (28 punti) e Rudy Gobert (14 punti e 9 rimbalzi), che sono senza dubbio le star della squadra francese. Il centro degli Utah Jazz rappresenta il pericolo numero uno per gli Azzurri, che proprio sotto canestro dovranno cercare di limitarne le doti atletiche di rimbalzista. Classe 1992, Gobert è stato appena nominato miglior difensore dell’NBA, titolo che ha conquistato anche nel 2018 e nel 2019. Non è un caso che la Francia, dopo le prime tre gare, sia al secondo posto nella classifica dei rimbalzi (39.7 a partita). L’Italia è solo ottava su dodici. A fare reparto anche Vincent Poirier, 210 centimetri del Real Madrid e Moustapha Fall, 216 centimetri in forza all’Olympiacos. 202 centimetri di media per i francesi contro i nostri 198.

Amedeo Tessitori, centro Azzurro, ha incrociato la Francia nell’ultimo match di preparazione al Mondiale nel 2019 (82-80 per i Bleus) marcando proprio Rudy Gobert: “Loro sono molto forti – ha detto – con giocatori di esperienza e un lungo formidabile come Gobert. Ha enormi mezzi fisici e nel gioco interno è tra migliori. Dovremo essere bravi a portare sul campo tutta la nostra concentrazione ed essere aggressivi per cercare di limitare al massimo il suo atletismo e quello di una squadra cui non mancano qualità soprattutto a rimbalzo”.

Nella pattuglia transalpina anche i veterani e campioni d’Europa nel 2013 Nicolas Batum (1988, alla terza Olimpiade), Thomas Heurtel (1989) e Nando De Colo (1987).

Uno dei punti di forza dei francesi è il Commissario Tecnico Vincent Collet, in carica ormai dal lontano 2009. Sotto la sua guida, la Francia ha conquistato l’Oro europeo nel 2013, l’Argento europeo nel 2011, il Bronzo europeo nel 2015 e due Bronzi mondiali nel 2014 e 2019. Cinque piazzamenti che hanno riportato i francesi a livelli assoluti.

Dei 97 precedenti contro la Francia (58/39), curiosamente solo uno si è disputato ai Giochi Olimpici: la sfida della prima fase il 23 settembre 2000 a Sydney terminata con la vittoria Azzurra 67-57 (24 punti di Carlton Myers). Indimenticabile il doppio confronto del 2003 all’Europeo in Svezia. Nella seconda partita del girone l’Italia rimedia un pesantissimo -33 (85-52), tutt’ora il peggior scarto subito dai francesi e l’ottavo più ampio di sempre. Sembra tutto finito per l’Italia ma proprio da quel rovescio memorabile nasce l’impresa che porterà gli Azzurri al Bronzo, conquistato poi nella finale proprio contro la Francia, battuta la settimana successiva 69-67 nonostante i 24 punti di Tony Parker.

Tutte le partite della Nazionale maschile saranno in diretta su Rai Due (durante il live potranno esserci flash da altri campi gara in caso di possibili medaglie Azzurre) e su discovery+ e Eurosport Player.

Il programma di domani
Quarti di finale
Italia-Francia (10.20 in Italia, 17.20 locali)
Slovenia-Germania (3.00 in Italia, 10.00 locali)

Spagna-Usa (6.40 in Italia, 13.40 locali)
Argentina-Australia (14.00 in Italia, 21.00 locali)

Gli Azzurri
#0 Marco Spissu (1995, 184, P)
#1 Niccolò Mannion (2001, 188, P/G)
#7 Stefano Tonut (1993, 194, G)
#8 Danilo Gallinari (1988, 208, A)
#9 Nicolò Melli (1991, 206, A)
#13 Simone Fontecchio (1995, 203, A)
#16 Amedeo Tessitori (1994, 208, C)
#17 Giampaolo Ricci (1991, 202, A)
#24 Riccardo Moraschini (1991, 194, G)
#31 Michele Vitali (1991, 196, G)
#33 Achille Polonara (1991, 205, A)
#54 Alessandro Pajola (1999, 194, P)

All: Meo Sacchetti
Ass: Lele Molin, Piero Bucchi, Paolo Galbiati

Francia
#1 Frank Ntilikina (1998, 196, P, New York Knicks – NBA)
#3 Timothe Luwawu-Cabarrot (1995, 201, A, Philadelphia 76ers – NBA)
#4 Thomas Heurtel (1989, 189, P, Real Madrid – Spagna)
#5 Nicolas Batum (1988, 203, A, Los Angeles Clippers – NBA)
#7 Guerschon Yabusele (1995, 201, A, Real Madrid – Spagna)
#10 Evan Fournier (1992, 198, G, Boston Celtics – NBA)
#12 Nando De Colo (1987, 196, G, Fenerbahce – Turchia)
#17 Vincent Poirier (1993, 210, C, Real Madrid – Spagna)
#21 Andrew Albicy (1990, 177, P, Gran Canaria – Spagna)
#27 Rudy Gobert (1992, 216, C, Utah Jazz – NBA)
#28 Petr Cornelie (1995, 211, A/C, Pau-Lacq-Orthez)
#93 Moustapha Fall (1992, 216, C, Olympiacos – Grecia)

All: Vincent Collet
Ass: Rudy Nelhomme, Pascal Donnadieu

I precedenti contro la Francia
97 partite giocate (58 vinte/39 perse)
1 partita giocata ai Giochi Olimpici (1 vinta)
La prima: Amichevole, 4 aprile 1926, Milano, Italia-Francia 23-17
L’ultima: Amichevole, 25 agosto 2019 (Shenyang, Cina), Italia-Francia 80-82
La vittoria più larga: Amichevole, 17 giugno (Perugia), Italia-Francia 96-56 (+40)
La sconfitta più pesante: Campionato Europeo, 6 settembre 2003 (Lulea, Svezia), Italia-Francia 52-85 (-33)

Tutti i tabellini del girone B
Italia-Nigeria 80-71 (29-17, 11-22, 16-24, 24-8)
Italia: Spissu ne, Mannion 14 (3/7, 1/5), Tonut* 10 (4/6, 0/2), Gallinari 3 (1/3, 0/1), Melli* 15 (5/8, 1/4), Fontecchio* 12 (3/4, 2/7), Tessitori 3 (1/3), Ricci 6 (2/3 da tre), Moraschini (0/1), Vitali M. (0/2, 0/3), Polonara* 13 (3/4, 2/4), Pajola* 4 (0/2, 0/1). All: Sacchetti
Nigeria: Okpala* 2, Agada (0/1 da tre), Udoh ne, Metu 22 (1/4, 6/7), Emegano (0/3), Oni* 3 (0/2, 1/6), Okafor 14 (7/8), Okogie 2, Vincent* 3 (0/2, 1/3), Nwora* 20 (4/10, 3/7), Nwamu (0/1, 0/4), Achiuwa* 5 (2/4). All: Brown

Australia-Germania 89-76 (18-22, 26-18, 22-19, 23/17)
Australia: Goulding 3 (1/3 da tre), Mills* 24 (4/8, 5/15), Green, Ingles* 6 (0/2, 2/6), Dellavedova* 2 (1/2, 0/2), Sobey 4 (2/2), Thybulle 4 (2/2, 0/1), Exum 8 (2/3), Baynes ne, Landale* 18 (5/8, 2/2), Reath 4 (2/3, 0/1), Kay* 16 (6/8, 1/2). All: Goorjian
Germania: Bonga* 5 (1/2), Saibou 7 (2/3, 1/1), Lo* 6 (1/4, 1/8), Giffey 11 (3/3, 1/3), Wimberg ne, Voigtmann* 7 (1/3, 1/4), Benzing (0/1, 0/1), Wagner 6 (2/3), Wank ne, Barthel 6 (1/2, 1/1), Thiemann* 11 (3/5, 1/3), Obst* 17 (1/4, 5/12). All: Rodl

Italia-Australia 83-86 (25-25, 20-19, 17-21, 21-21)
Italia: Spissu*, Mannion 21 (8/10, 1/5), Tonut* 8 (0/1, 2/3), Gallinari 5 (2/4, 0/1), Melli* (0/2, 0/1), Fontecchio* 22 (9/13, 1/4), Tessitori ne, Ricci 7 (2/2, 1/1), Moraschini 2 (0/2), Vitali M. 6 (1/1, 1/3), Polonara* 12 (3/6, 2/6), Pajola (0/1 da tre). All: Sacchetti
Australia: Goulding (0/1, 0/2), Mills* 16 (4/8, 2/9), Green, Ingles* 14 (1/2, 4/9), Dellavedova* 2 (0/1, 0/2), Sobey (0/1, 0/1), Thybulle 7 (1/2, 1/1), Exum (0/1, 0/1), Baynes* 14 (4/8, 2/3), Landale* 18 (6/9, 1/2), Reath ne, Kay 15 (5/6, 1/1). All: Goorjian

Nigeria-Germania 92-99 (21-24, 29-26, 24-24, 18-25)
Nigeria: Okpala* 5 (2/2), Agada 6 (0/1, 2/2), Udoh 2 (0/1), Metu 3 (0/1, 1/3), Emegano 2 (1/3, 0/2), Oni 15 (5/7 da tre), Okafor 9 (3/4), Okogie* (0/2), Vincent* 8 (1/1, 2/10), Nwora 33 (6/8, 7/12), Nwamu* (0/1 da tre), Achiuwa* 9 (4/7). All: Brown
Germania: Bonga* 5 (2/4, 0/1), Saibou 3 (0/5, 1/1), Lo* 13 (3/4, 2/7), Giffey 5 (1/2, 1/2), Wimberg ne, Voigtmann* 19 (5/6, 2/5), Benzing 2 (0/1, 0/1), Wagner 17 (4/6, 2/2), Wank ne, Barthel 14 (4/4), Thiemann* 9 (3/4, 1/2), Obst* 12 (0/1, 3/5). All: Rodl

Italia-Germania 92-82 (22-32, 21-14, 25-26, 24-10)
Italia: Spissu ne, Mannion* 10 (2/5, 2/5), Tonut* 18 (6/8, 2/5), Gallinari 18 (4/7, 2/2), Melli* 13 (3/5, 2/5), Fontecchio* 20 (2/8, 5/5), Tessitori (0/1), Ricci ne, Moraschini 8 (1/2, 1/2), Vitali M.* 3 (1/1 da tre), Polonara (0/6 da tre), Pajola 2 (1/1). All: Sacchetti
Germania: Bonga* 13 (3/4, 2/4), Saibou 6 (3/4, 0/1), Lo 24 (3/3, 6/9), Giffey* 3 (0/2, 1/1), Wimberg, Voigtmann* 3 (1/2 da tre), Benzing (0/2 da tre), Wagner 12 (3/9, 0/1), Wank, Barthel* 5 (1/5, 1/1), Thiemann 4 (2/3, 0/2), Obst* 12 (0/2, 4/9). All: Rodl

Australia-Nigeria 84-67 (23-23, 20-17, 15-12, 26-15)
Australia: Goulding (0/1, 0/1), Mills* 25 (2/8, 5/8), Green (0/1), Ingles* 11 (2/7, 2/5), Dellavedova* 8 (0/1, 2/4), Sobey, Thybulle 7 (2/4, 1/2), Exum 11 (3/9, 1/2), Baynes* 4 (2/5), Landale* 4 (0/1, 0/1), Reath 2 (1/1), Kay 12 (5/9, 0/1). All: Goorjian
Nigeria: Okpala* 4 (2/4, 0/1), Agada 2 (1/2, 0/1), Udoh (0/1), Metu 2 (1/2, 0/1), Emegano 12 (1/3, 3/4), Oni* 2 (1/2, 0/1), Okafor 4 (2/2), Okogie* 11 (3/5, 0/2), Vincent* 7 (0/1, 1/6), Nwora 10 (2/6, 2/6), Nwamu 3 (1/2 da tre), Achiuwa* 10 (4/9). All: Brown

Torneo di basket maschile – Gruppo B (Saitama Super Arena)
Domenica 25 luglio
Germania-Italia 82-92
Australia-Nigeria 84-67

Mercoledì 28 luglio
Nigeria-Germania 92-99
Italia-Australia 83-86

Sabato 31 luglio
Italia-Nigeria 80-71
Australia-Germania 89-76

Classifica*
Australia 6 (3/0)
Italia 5 (2/1)
Germania 4 (1/2)
Nigeria 3 (0/3)

*FIBA assegna 2 punti per la vittoria e un punto per la sconfitta

Martedì 3 agosto
Quarti di finale
Italia-Francia (10.20 in Italia, 17.20 locali)
Slovenia-Germania (03.00 in Italia, 10.00 locali)

Spagna-Usa (6.40 in Italia, 13.40 locali)
Argentina-Australia (14.00 in Italia, 21.00 locali)

Giovedì 5 agosto
Semifinali

Sabato 7 agosto
Finali

Gli altri gruppi
Gruppo A
Domenica 25 luglio
Iran-Repubblica Ceca 78-84
Francia-Stati Uniti 83-76

Mercoledì 28 luglio
USA-Iran 120-66
Repubblica Ceca-Francia 77-97

Sabato 31 luglio
Iran-Francia 62-79
USA-Repubblica Ceca 119-84

Classifica
Francia 6 (3/0)
USA 5 (2/1)
Repubblica Ceca 4 (1/2)
Iran 3 (0/3)

Gruppo C
Lunedì 26 luglio
Argentina-Slovenia 100-118
Giappone-Spagna 77-88

Giovedì 29 luglio
Slovenia-Giappone 116-81
Spagna-Argentina 81-71

Domenica 1° agosto
Argentina-Giappone 97-77
Spagna-Slovenia 87-95

Classifica
Slovenia 6 (3/0)
Spagna 5 (2/1)
Argentina 4 (1/2)
Giappone 3 (0/3)

La formula
Il torneo Olimpico si disputa dal 25 luglio al 7 agosto. Le 12 squadre qualificate sono divise in tre gironi da quattro formazioni ciascuno. Accedono ai quarti di finale le prime due classificate di ogni girone e le due migliori terze. Per determinare gli accoppiamenti dei quarti di finale verrà effettuato un sorteggio: le tre squadre vincitrici dei tre gironi e la migliore seconda saranno inserite nella prima urna mentre le rimanenti due squadre seconde classificate e le due terze saranno inserite nella seconda urna. Le squadre nello stesso girone della prima fase non potranno essere sorteggiate l’una contro l’altra.

CategoryFIP

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: