Alla vigilia della sfida con Pesaro, ha parlato coach Djordjevic che ha presentato la sfida della Vitrifrigo Arena

“Ci aspetta una bella trasferta, tosta, storica, in una delle città che rappresenta la tradizione cestista italiana. Per noi è importantissimo continuare a migliorare e parallelamente portare a casa vittorie, soprattutto in trasferta. Ho chiaro davanti a me quello che dobbiamo fare e come lo dobbiamo fare. Pensiamo alle nostre forze e a fare le nostre cose nel migliore dei modi. Dobbiamo continuare il nostro cammino in campionato: siamo all’inizio e sappiamo quello che ci aspetta. Cerchiamo sempre di vincere la prossima partita: io lo dico sempre, la partita più importante della carriera è sempre quella che arriva. Weems non si è allenato completamente ieri: ha fatto all’inizio qualcosa controllando sempre i movimenti. Domani andremo in 13, poi decideremo in base alle nostre condizioni.
Pesaro sarà molto preparata per affrontarci. Noi, giocando di più, abbiamo meno tempo per prepararci. Mussini ha fatto un paio di partite veramente buone. Rientra Pusica che ha talento e tiro, dovremmo stare molto attenti alla sua energia e alla voglia di fare.
Io guardo l’impegno di ognuno, io vorrei tanto da tutti e tutti sempre pronti. Non è sempre facile ma penso che ogni giocatore abbia avuto il proprio ruolo. Le energie sono importantissime e tutti devono dare il proprio contributo. La chiave alla fine è essere sani e pronti sempre, perché la stagione è molto lunga. Noi lavoriamo sempre, a questo punto della stagione non è facile mettere sempre cose nuove nei meccanismi di una squadra nuova. E se ci sono cose da aggiungere pian piano le faremo, quando avremo più allenamenti. Quello che vorrei fare adesso è inserire Delìa, perché in EuroCup il suo contributo può essere fondamentale, in partita ma soprattutto negli allenamenti.
È difficilissimo fare una trasferta domani e subito un’altra partita martedì, soprattutto con Andorra che è un’avversaria da rispettare. Ma io penso prima alla partita di Pesaro. Dico solo meno male giocare in casa martedì. Noi giochiamo ogni partita per vincere, i miei ragazzi lo sanno e questo mi piace. Poco a poco stiamo costruendo questo: arriveranno avversari tosti e partite meno buone. I ragazzi hanno già capito perché gli abbiamo offerto la possibilità di giocare con la Virtus quest’anno.
Quest’estate, quando stavamo vincendo tanto, Bjelica in preparazione al Mondiale mi ha detto “non sarebbe male perderne una”. Io non sono d’accordo, vorrei vincere sempre, perché significa che stai facendo il tuo lavoro.”

Il video grazie a Sportpress

(foto Virtus Pallacanestro)

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: