Sandro De Pol, ex Fortitudo e Milano, e cronista RAI, è stato sentito dal Carlino. Un estratto dell’intervista.

“Al di là di chi l’abbia vinta, una serie così ha fatto bene a tutta la pallacanestro italiana perché ne ha risvegliato l’interesse. Era da tempo che non si vedeva una finale scudetto di un livello così elevato. Si sono confrontate le due squadre migliori, quelle che si sono fatte valere anche in Europa. C’era l’adrenalina delle grandi sfide e mi sarebbe davvero piaciuto giocarla. Visti i valori in campo è normale che vi siano state delle polemiche. Con il senno di poi alcune frasi potevano essere evitate, ma io non ricordo finali di un livello come questo che non siano state accompagnate da una accesa diatriba anche fuori dal campo. Fa parte del gioco.
La V nera è riuscita in una impresa che io credo sia unica nel mondo dello sport. Nel 2017 è tornata in serie A e da lì ha vinto una Champions League, uno scudetto, una SuperCoppa e una EuroCup riuscendo nella difficile operazione di tornare in Eurolega passando solo dal campo. Il merito è sicuramente della società che ha fatto i passi giusti al momento giusto. Non basta avere i soldi, bisogna anche sapere come spenderli bene. Non c’è nulla che non mi sia piaciuto della squadra, ma mi dispiaciuto che sia arrivata alla finale così scarica.
La Fortitudo? E’ stato una sorta di incubo iniziato alla prima giornata con l’allenatore che è scappato via. L’Aquila ha nel suo Dna la sofferenza per cui ci dovrebbe essere abituata. Per tanti motivi la squadra che è retrocessa ha fatto fatica ad accettare che la strada sarebbe stata tutta in salita e che era necessario stringere i denti. La pallacanestro italiana ha bisogno di un pubblico come quello della Fortitudo per cui io mi auguro che torni in presto in serie A. Un tifo del genere ti porta sempre a giocare per vincere. Forse proprio per questo è arrivata un po’ troppo presto in serie A. Il club ha bisogno di consolidarsi altrimenti c’è il rischio che in un campionato professionistico navighi a vista. Tutti devono avere un po’ di pazienza”

CategoryAltri Argomenti

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Feed RSS: