Niente da fare, di prepartita tranquilli, e soprattutto solo di basket giocato, proprio non se ne possono fare. E dopo aver scrutato nei meandri dei post cospirazionisti, dopo aver riscoperto la parola Comtec e dopo essersi dati al gossip per datare una foto in spiaggia, ecco che si deve parlare di certificati medici, protocolli, date di tamponi e altro. Stavolta se non altro la Fortitudo è la parte – in teoria – lesa, quindi il guaio non è stato creato dalle nostre parti, vedremo. Di certo anche qua si torna giovani, ricordando le atrocità del 2009, tra ricorsi che non si potevano perdere e furono persi (Montegranaro, ricordate?) e altri che non si potevano vincere e furono persi (Teramo, ricordate?).

Ad ogni modo, parlando di basket giocato, si torna in campo in infrasettimanale, sempre con roster ridotto (vedremo che fare di Withers, assente sabato), con Stojanovic che ormai si starà chiedendo chi glielo ha fatto fare, e con una partita che come tante altre potrebbe dare tante sicurezze in caso di vittoria e tanti dubbi in caso di sconfitta. E’ anche vero che il tempo passa, la fine regular si avvicina, forse qualcosa nel ranking si è delineato, forse chissà. Insomma, le attenzioni sono altrove.

Cremona, quindi. Nel calderone dove sta anche la Fortitudo, che domenica ha riposato e forse festeggiato, sottovoce, la sconfitta di Cantù che ha momentaneamente distaccato i Bucchi’s all’ultimo posto in classifica. Con qualche giorno di pausa in più, appunto, i cremonesi arrivano alla partita dopo un campionato di alti e bassi: dopo una vittoria c’è sempre stata almeno un’altra vittoria, dopo una sconfitta almeno un’altra sconfitta. E, visto che l’ultimo è stato un gol contro Reggio Emilia, meglio agire di apotropaismo, ci siamo capiti. Attenti all’alona Hommes (17 di media e ottime percentuali), uno dei nomi nuovi del campionato italiano, ai rimbalzoni di Jarvis Williams, alle triple di Mian e al solito eterno Poeta, che non sempre farà trentelli come contro la Virtus e Varese, ma se si accende, come si suol dire, sono guai. A Cremona giocano a ritmi alti, con attacco tra i migliori del lotto e difesa, di riflesso, discretamente perforabile.

Si gioca mercoledì, ore 19, diretta Eurosport Player e Radio Nettuno Bologna Uno.

(FOTO VALENTINO ORSINI/FORTITUDO PALLACANESTRO 103)

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: