Domani è in programma l’assemblea degli azionisti di Eurolega che dovrebbe portare all’esclusione temporanea delle squadre russe e alla destituzione definitiva di Jordi Bertomeu, con Dejan Bodiroga candidato forte per la successione.
Ma potrebbero esserci sorprese. Dalla Grecia SDNA rivela un possibile retroscena clamoroso. La fine della guerra Eurolega-FIBA e l’unificazione dei campionati. Il tutto ha radici lontane, dai contatti con la NBA dell’ottobre scorso. La massima lega americana avrebbe posto come condizione la fine delle ostilità tra le due organizzazioni per collaborare. E così un gruppo di cinque squadre starebbe tirando le fila da allora.
La FIBA è ovviamente favorevole alla fine delle ostilità, ma non vuole che l’Eurolega sia un campionato chiuso: deve esserci spazio per i vincitori dei vari campionati nazionali. L’ipotesi sarebbe quella di allargare da subito l’Eurolega a 24 squadre, e di unire Eurocup (considerata una perdita economica dagli stessi azionisti di Eurolega) e BCL in un’unica competizione gestita da FIBA. Ed entrerebbe in gioco anche Netflix, come unica piattaforma su cui sarebbero visibili le competizioni, assieme ad Africa Basketball League e a G-League organizzate da NBA. Le decisioni potrebbero arrivare già domani, oppure ci si potrebbe prendere un anno di tempo per organizzare il tutto. Ci sono già stati parecchi incontri sottotraccia, e domani le cose potrebbero cambiare.

Su Eurodevotion ampio riassunto.

CategoryAltri Argomenti

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Feed RSS: