Prima della presentazione di Banks e Happ, c’è stata la conferenza stampa in cui Lavoropiù (nella persona di Matteo Naldi) e la Fortitudo, nella persona di Christian Pavani, hanno descritto l’accordo che ha portato Lavoropiù a tornare main sponsor.

Matteo Naldi“Ormai questo è diventato un appuntamento canonico, quasi un rituale scaramantico. Ma stavolta ci sono due ragioni emotivamente importanti: intanto che dopo mesi si riesca a parlare di sport, e di basket. Poi, siamo qua per presentare la maglia e i ragazzi, con Lavoropiù che torna ad essere main sponsor. Ora come allora, dopo qualche anno di difficoltà, perchè abbiamo iniziato a collaborare (perchè è una collaborazione, non una sponsorizzazione) dal 2013, e dopo che nel 2018 dopo qualche piccola difficoltà siamo diventati main sponsor in una stagione strepitosa. Anche quest’anno l’accordo tra me e Pavani è stato immediato. in un momento non bello Lavoropiù vuole dare un segnale a tutti, alla città, e siamo convinti che ne usciremo a testa alta. Facciamo un grande in bocca al lupo alla Fortitudo e a tutto lo sport e al basket italiano, con l’augurio che anche altre società possano trovare sulla propria strada altre Lavoropiù che credano e scommettano sulla rinascita.
Abbiamo salvato la Fortitudo? La Fortitudo si è salvata da sola, noi come tanti altri sponsor l’abbiamo aiutata in questo viaggio. E’ un accordo biennale, con la facoltà di parlarne a fine della stagione. Questo perchè già non sappiamo cosa ci sarà nel novembre 2020, pensare al settembre del 2021 è ancora più complicato.
Eventuali “extrabudget” per rendere la squadra ancora più competitiva? Siamo in un mondo in cui le sponsorizzazioni non sono più come anni fa, la nostra è una collaborazione che va avanti da anni, diamo il personale per aprire il palasport, e posso solo dire che davanti ad eventuali esigenze ne parleremo con la società.
Cosa ha fatto scattare la voglia di tornare? La molla è quella che ci ha sempre spinto a collaborare con tante realtà presenti sul territorio italiano e bolognese. Mai come quest’anno dare un segnale è fondamentale, e la proprietà di Lavoropiù lo ha capito. Scelta ponderata, in un periodo di crisi globale inedita. E non abbiamo mai avuto dubbi nell’affiancare la Fortitudo.
Le aperture del pubblico? Ora lo sport sta mettendo sul piatto qualcosa con un valore inferiore, e non penso che il calcio senza pubblico sia stato divertente. Il pubblico fa parte dello show, e speriamo che il prodotto torni ad essere quello che era, con il tempo che ci vorrà. Serve ottimismo.”

Christian Pavani“Io ringrazio Lavoropiù, che sentii quando eravamo in quarta serie ma che fin da subito è stata una azienda che ha creduto in noi, come altre che ci hanno dato una mano. Loro ci sono stati nel momento del bisogno, e sono quegli amici che più ti rimangono nel cuore. Accoppiata vincente è lo slogan perfetto, sono amici più che partner. Ci siamo confrontati mille volte, mettendoci sempre la volontà di fare bene. Oggi è bello parlare della ripartenza del basket italiano, in un momento difficilissimo, e una azienda che si fa trovare pronto è come trovarsi di fronte a Babbo Natale. Ma devo ringraziare anche i miei collaboratori, e a Lavoropiù che ci ha sposati.
Si rischia di aprire senza pubblico? Senza pubblico non è sport. Grazie alla Regione e a Bonaccini siamo al 25% di capienza, ma se restiamo chiusi rischiamo di chiudere la passione, ed è un controsenso visto quello che succede in altre realtà economiche. Dopo la Supercoppa chiediamo che dal 7 ottobre l’apertura sia ampliata, perchè non è solo un problema economico, ripeto, ma perchè si spegne la passione, si spegne il merchandising, si spegne anche la stampa. Siamo tutti sulla stessa barca, e chiedo che venga fatto uno sforzo anche per noi. Non ci meritiamo lo zero, il 25% abbiamo visto che possiamo gestirlo, ora chiediamo il 50%, e aspettiamo un segnale: a me non piace urlare, ma vorremmo essere coinvolti.”

(foto Mauro Donati)

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: