Terzo impegno in appena otto giorni per la Baltur che, al Pala Savena, affronta l’ambiziosa De’ Longhi Treviso, realtà fondata nel 2012 e che raccoglie la pesante eredità lasciata dalla gloriosa Benetton Basket. Rispetto all’edizione precedente non c’è più Stefano Pillastrini in panchina ma Massimiliano Menetti, tecnico nato in Friuli ma cresciuto in Emilia, ingaggiato con l’obiettivo di riportare Treviso in serie A, laddove per anni è stata tra le squadre da battere. Il quintetto base dei veneti prevede due americani sul perimetro insieme ad Alviti, più capitan Antonutti e Tessitori sotto canestro. In cabina di regia c’è Maalik Wayns, cestista americano ma di passaporto bielorusso, con precedenti a Philadelphia e Los Angeles (Clippers) in NBA, già visto a Varese in Italia. La guardia è Dominez Burnett, nato a Flint (Michigan) e cresciuto alla Davenport University, approdato in Italia dopo un biennio positivo tra Repubblica Ceca e Lettonia. Davide Alviti è un’ala cresciuta nel settore giovanile dell’Eurobasket Roma, maturato successivamente tra Mantova, Tortona e Imola. Il capitano Michele Antonutti è un’ala udinese con trascorsi nella massima serie ed ex Montegranaro, Reggio Emilia, Caserta e Pistoia. Amedeo Tessitori è infine un centro toscano, cresciuto a Siena (Virtus) e poi ingaggiato da Sassari, prima di giocare per Forlì, Caserta, Cantù e Biella. Dalla panchina escono Matteo Imbrò, Lorenzo Uglietti, Eric Lombardi e Matteo Chillo: quattro giocatori con esperienza e qualità da vendere. A questi va aggiunto Giovanni Tomassini, playmaker nato a Cattolica, cresciuto a Pesaro ed esploso a Casale Monferrato, reduce da un intervento al ginocchio destro che lo ha sin qui costretto a seguire dalla tribuna i suoi nuovi compagni di squadra che, al momento di andare in stampa, hanno raccolto due vittorie e una sconfitta nelle prime tre uscite: dopo aver battuto Ferrara al Palaverde (76-69), infatti, Burnett e soci hanno concesso il bis a Piacenza contro la Bakery (79-92), prima della sconfitta maturata contro Bologna (75-86), nel big match della terza giornata di campionato.

Nella scorsa conferenza stampa, le dichiarazioni di coach Benedetto: “Dobbiamo trovare le energie, anche raschiando dal fondo del barile. Energie fisiche ma anche risorse tecniche e tattiche.
Abbiamo alcune difficoltà, come ben sappiamo: dobbiamo fare una partita più aggressiva dal punto di vista della mentalità. Aspettiamo tempi migliori: quando avremo più continuità di allenamento, e potremo anche provare cose diverse, probabilmente acquisiremo questa aggressività. Ora ci vuole pazienza: dobbiamo aspettare il recupero completo di Benfatto, Pasqualin, Ba e Mays… domenica abbiamo davanti Treviso e daremo il massimo, nonostante sia una squadra che ha obiettivi completamente diversi dai nostri, che dobbiamo ottenere la salvezza il prima possibile.”

Alberto Chiumenti: “Stiamo lavorando fare uscire il potenziale della nostra squadra. Abbiamo tanti infortuni che ci stanno condizionando, certo, ma tocca a noi fare un passo in avanti a livello mentale. Dobbiamo cercare meno il talento individuale, e preferire le soluzioni di squadra. Contro Treviso sarà una partita molto difficile ma dobbiamo cercare di fare progressi in questa direzione.”

Palla a due ore 18 al Palasavena di San Lazzaro, partita trasmessa anche su LNP TV pass (abbonamento streaming) e su Radio 4zero3 (www.ledodiciporte.it .

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online