Paladozza, un qualsiasi giorno dell’inverno 1977-78. “Ciao bambino, come ti chiami?” “Enrico” “Come mai vuoi il mio autografo?” “Perché tu sei il mio giocatore preferito” “Io? E come mai?” “Perché ti chiami Romeo, come il bagno dove vado al mare a luglio, a Cesenatico. O come il gatto negli Aristogatti. A me piacciono molto i…

Diciamo che recuperare da un -30 o già di lì e vincere quasi pipa in bocca può essere visto come il modo migliore di appoggiare il proprio curriculum sulla scrivania della dirigenza e aspettare con buone possibilità di essere richiamato per una proposta di lavoro. Ed è quello che avvenne ad Antimo Martino, che dopo…

Con Boniciolli fermo per motivi di salute, la Fortitudo che nel marzo 2018 aveva comunque velleità di promozione si trovò davanti ad un bivio: continuare con il vice Comuzzo – anche perchè il cambio non era dovuto a motivi tecnici, e quindi sarebbe stato ipotizzabile un proseguire nel corso di quanto già c’era – o…

La verità è che se Matteo Boniciolli avesse salutato la Fortitudo attorno al 30 giugno del 2016, ora sarebbe nell’olimpo dei grandissimi. Con la sua immagine accanto a quella di Schull e il suo siamo una squadra di stronzi eletto a motto accademico del sodalizio. Perchè ricordiamocelo: in quei giorni il coach passava le sere…

Nel 2013-14, preparando il prepartita di Fortitudo-Alessandria, andai a recuperare il nome del coach che avrebbe appunto affrontato pochi giorni dopo Bologna. Claudio Vandoni. Vandoni.. Vandoni… il nome mi diceva qualcosa, e riscoprii la storia di un eternauta che era in giro davvero da quando sulla Terra navigavano ancora i plesiosauri. Girai la cosa ad…

Devo ammetterlo, fisiognomicamente Federico Politi non mi stava simpatico. Per una semplice questione di abbronzatura extraspiaggia che non approverei nemmeno in una qualche miss, figurarsi in un allenatore. Ma il mea culpa mio nei suoi confronti va in altre direzioni, e proviamo a spiegarle. Molto semplicemente, Politi prese il posto di Tinti perché non si…

(foto Valentino Orsini)

In mezzo c’era stata l’Iliade, l’Odissea, l’Eneide e chi più ne ha più ne metta. Poi, alla fine, una realtà chiamata Fortitudo, senza vie di mezzo o ibridi di sorta, in campo la si riuscì a mandare, per provare a ripartire dopo Sacrati e tutto il resto. Con Marco Calamai a fare da primo organizzatore,…

Duemila anni fa, palestra scolastica del Serpieri. Il Corticella affrontò e sconfisse la Salus (affiliata Fortitudo) 64-61: lasciando da parte che il cesto finale sia stato il mio, per puro caso, quella vittoria ebbe due cause. Certo, la Salus rimaneggiata di un sabato pomeriggio senza passerotti ad andare via, e il bidello della scuola che…

A volte, è solo questione di essere l’uomo sbagliato nel momento sbagliato. Perché il problema non è nella retrocessione, ma come ci si arriva e come questa viene gestita. Cesare Pancotto si mise sulla panchina Fortitudo facendo, di fatto, il traghettatore da una posizione di medio-bassa classifica ad un penultimo posto che forse nemmeno i…

Nonno Sakota arrivò poco dopo la fine dei baci sotto il vischio che traslarono il 2007 nel 2008, e qualcosa, in quella Fortitudo, obiettivamente cambiò. Certo, restavano alti e bassi di chi poteva vincere con chiunque e altrettando perdere con chiunque, ma almeno piano piano la classifica si aggiustò fino ad un ottavo posto arpionato…

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: