CASTIGLIONE MURRI – IMOLA 69-60 (17-8, 35-27, 44-39)

 

 

 

CASTIGLIONE MURRI: Mantovani, Verdi ne, Iattoni 9, Beccari 17, Lollini 17, Lugli 7, Botteghi 4, Secchi, Bergami, Albertini 15. All. Carretto.

 

 

 

IMOLA: Dalmonte ne, Pieri, Sabattani ne, Corazza 2, Grillini 12, Massari 6, Guglielmo 7, Preti 10, Francesconi 6, Porcellini 17. All. Solaroli.

 

 

 

Più forte degli infortuni, più forte del pronostico contrario della vigilia, più forte, almeno per una sera, di Imola, la seconda forza del girone B del campionato di Divisione Nazionale C. Il Castiglione Murri si prende tutto al Cierrebì di Bologna, dove si aggiudica 69-60 il derby contro la squadra di Solaroli. La tribuna è affollata, ma a farsi sentire sono soprattutto i tifosi imolesi, arrivati in un buon numero a sostenere i loro beniamini. Esposto sugli spalti lo striscione “In questo campionato sarai sempre ricordato – Simone sempre con noi” in memoria di Simone Marrobio, ex allenatore delle giovanili di Imola prematuramente scomparso due anni fa. Carretto getta subito nella mischia il quintetto tipo con Beccari in regia, Lugli di guardia, Lollini e Iattoni ali ed Albertini pivot. Imola risponde con Grillini, Pieri, Corazza, Porcellini e Massari. Il primo canestro della partita è di Corazza (0-2) che sancisce quello che sarà l’unico vantaggio della partita per i suoi, perchè il Castiglione Murri ha gli occhi della tigre e le mani calde di Iattoni e Albertini che, insieme a Beccari, firmano il primo break dell’incontro (10-3). L’inerzia è saldamente nelle mani dei padroni di casa che con Albertini e Iattoni divaricano la forbice fino al 17-5 davanti ad un’Imola tramortita che si affida alla tripla di Massari sulla prima sirena per non affondare (17-8). Migliore dei suoi, il pivot imolese dopo 10′ ha 6 punti in cassaforte. Da quel momento non riuscirà più a realizzare neanche un canestro. E questo la dice lunga sull’intensità della difesa del Castiglione Murri, efficace ed aggressiva al punto da costringere Porcellini, il principale riferimento offensivo avversario, a quota zero per più di 13′. Il “Porch” si sblocca infatti solo a 6’56” del secondo periodo, contribuendo al controbreak di Imola che, con un parziale di 9-0, si rifa sotto (24-22). Carretto corre ai ripari e si affida ad un quintetto più fisico con Beccari, Lollini, Iattoni, Botteghi ed Albertini, ma la scelta non paga perchè l’intenzionale di uno Iattoni tanto agonisticamente aggressivo, quanto nervoso manda in lunetta Porcellini che a 2’40” scrive 26-25 sul tabellone luminoso. Ci pensa allora Lollini a togliere le castagne dal fuoco, prima con un bel canestro, poi con due liberi e quindi con una corsa coast to coast fino al ferro avversario proprio mentre la seconda sirena manda le due squadre negli spogliatoi sul 35-27. Al rientro sul parquet entrambi gli allenatori si affidano ai quintetti iniziali e dopo la tripla acrobatica di Grillini, preciso anche se sbilanciato, Porcellini accorcia sul 37-32. Il bomber imolese, toltosi la polvere iniziale, è il principale pericolo della squadra di Solaroli, ma il Castiglione Murri può contare sulla serata da assoluta protagonista di Lollini che a metà del terzo quarto ha già distribuito 6 assist. Spettacolare quello che Albertini in sospensione perfeziona per il 39-34, poi è ancora Grillini a fare male da tre, imitato poco dopo ancora da Albertini che rispedisce Imola a distanza (42-37), quindi Preti è bravo solo a metà in lunetta (42-38), come il compagno di squadra Guglielmo che sancisce il 44-39 del terzo quarto. Sul Cierrebì cominciano ad aleggiare i fantasmi delle recenti rimonte subite. E’ Albertini a cercare di scacciarli (46-39), ma il successivo fallo di inesperienza del giovane Mantovani sulla tripla di Grillini manda in lunetta il play imolese che non sbaglia (46-42). Lugli e Guglielmo si annullano ed è Beccari, con una tripla di tabella, a dare nuova verve all’attacco biancoblu (51-44). Imola accusa il colpo, Lollini allunga e Beccari colpisce ancora dalla lunga distanza quando sul cronometro ci sono ancora 6’05” da gocare. Il Castiglione Murri sale in cattedra, soprattutto sotto il profilo psicologico, e, dopo il canestro di Botteghi su assist di Lollini (58-44), gestisce bene il tentativo di rientro di Guglielmo e Porcellini (58-48). Lollini prova a mettere una pietra sopra alla partita con una perfetta esecuzione dalla lunga distanza (61-48), ma il quinto fallo di Iattoni, che determina il gioco da tre di Preti, e la tripla dello stesso giovane imolese mantengono Imola a galla a 2’31” (61-54). Ci pensa lo specialista Lugli, con l’unico, ma pesantissimo canestro da tre, della sua partita a regalare maggiore serenità al Castiglione Murri (65-56), che, dopo i liberi di Beccari e dello stesso Lugli (69-56), si spaventa un po’ sulla conclusione da otto metri di Francesconi a 29” (69-59) facendo arrabbiare Carretto, ma il cronometro è amico ed il libero di Beccari ufficializza l’impresa. Nel Castiglione Murri sontuoso Lollini con 17 punti, 6 rimbalzi, 8 assist, 2 recuperate, 1 stoppata data, 8 falli subiti e 30 di valutazione, anche se quello su Imola è il successo del gruppo che, con la seconda affermazione consecutiva, si mette definitivamente alle spalle i momenti difficili, pronto ad affrontare da protagonista lo sprint per i play off.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online