Sarà una partita estremante difficile e complessa quella che i Cinghioss stasera giocheranno al Pala4T di Ferrara. Perché la squadra di coach Cavicchioli può contare su un roster profondo e completo in ogni reparto, e se altre squadre che compongono la C Gold hanno tra le proprie fila solo alcune perle, 4 Torri ha scelto di avere tanti brillanti e al suo esordio nel primo campionato nazionale ha già fatto ampiamente bene. All’andata il match fini deciso solo dopo l’intervallo grazie all’esperienza di Albertini e Pasquini, oltre che al solito Agusto, vero crack di questa stagione. Non ha cambiato nulla Cavicchioli nel proprio roster, forte del fatto che per portare avanti la sua filosofia di gioco fatta di letture e vantaggi ci vuole un allenamento constante con gli stessi giocatori, e poi va da se è difficile andare a toccare un ingranaggio che si muove così bene.

In cabina di regia Mario Chiusolo è un metronomo. Sa fare giocare i propri compagni di squadra con precisione millimetrica. Per se costruisce poco, ma sono i 5 assist di media a partita che gli regalano una leadership silenziosa importante. Parmeggiani e Govi sono cresciuti ulteriormente lungo la stagione. Il primo ha imparato a giocare ai piani alti e ha preso sempre più fiducia nei propri mezzi atletici; il secondo invece è bravo a giocare senza palla e l’altruismo in campo gli regala imprevedibilità e forza. Per entrambi c’è un aspetto da non sottovalutare: grande difesa e rimbalzi in attacco. Agusto e Pasquini completano nel quintetto base il front-court. Il primo sta viaggiando a quasi 19 punti di media a partita col 33% di media al tiro dalla lunga distanza. Giocatore estremamente intelligente, sa leggere i vantaggi in area sui cambi difensivi e la doppia dimensione di gioco lo rendono una spina nel fianco per tutte le difese. Pasquini, invece, da vero pivot preferisce giocare in area. Molto rapido nel pick’n’roll, ha nello scacchiere offensivo anche un discreto tiro dalla media distanza ed in difesa, grazie a lunghe leve, la capacità di intimidire i tiri in area. Dalla panchina Lugli e Brandani tengono alto il livello tra gli esterni, ma il vero lusso è quando si alza Filippo Albertini. Può giocare in tre ruoli e grazie alla sua esperienza e all’uso del piede perno può mettere in difficoltà anche i difensori più bravi. Dal perimetro ha un buonissimo tiro piazzato, ma è anche bravo a giocare in avvicinamento grazie ad un controllo del corpo difficile da trovare negli omologhi visti fin qui.

Letta così sarà davvero dura per la BSL stasera, non fosse altro perché mancheranno anche Capitan Binassi, Jack Sgorbati e Riccardo Fabbri, tutti e tre ancora alle prese coi rispettivi infortuni. Spazio pertanto ai ragazzi della U20 Elite (stasera nei 10 anche Simone Grilli) che a Modena hanno ben figurato trovando i primi due punti del 2016. Palla a due ore 20.45 al Pala4T di Ferrara. Arbitreranno l’incontro il Sig. Mattia Gorzanelli di Vignola ed il Sig. Andrea Cassinadri di Bibbiano (RE).

Infine la BSL San Lazzaro comunica che da oggi Matteo Cempini è ufficialmente un giocatore della Ghepard. A Matteo va un grosso in bocca al lupo per il proseguo della stagione e per i suoi studi.

CategoryBSL San Lazzaro

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online