Olimpia Pesaro – BSL San Lazzaro 59-62
BSL Elettromarketing: BSL Elettromarketing: Grandi, Gatti, Villa 6, Nanni 6, Talarico 11, Colli 12, Grassi 7, Costabile 6, Righi 10, Evangelisti 4. Allen. Dalè, ass.ti Gori e Rocco di Torrepadula.
Olimpia Pesaro: Sorbini 6, Canossini 24, Cecchini 7, Marcheggiani, Ceccarelli, Pellizzari 8, Forni, Paradisi, Canestrari 6, Donati 6, Biagetti 2, Pastore. All. Alexander.
Parziali: 14-18; 24-36; 40:54; 59-62

Secondo successo consecutivo per la BSL Elettromarketing che porta a casa battendo a domicilio Pesaro 62-59 una partita a lungo guidata, anche con margini in doppia cifra, con l’attacco che gira con regolarità e coinvolgendo tutte la squadra; all’improvviso, proprio sul massimo vantaggio (56-40 al 32′) qualcosa però si spegne in attacco e anche dietro si soffre di più, con Pesaro che inizia a recuperare terreno, un canestro alla volta e, dopo 3 quarti quasi inesistenti a rimbalzo d’attacco, di pura voglia conquista 6 offensivi in poco più di un minuto e mezzo e con 2 triple consecutive di Canossini (top scorer con 24 punti) riporta le padrone di casa ad un solo possesso di ritardo dalle biancoverdi a meno di 2 minuti dal termine.

Nell’attacco successivo è risolutiva la tripla di Costabile, che fiacca le ultime velleità marchigiane. Nel quadro di una gara di buon impatto corale spicca la serata speciale di Francesca Righi: 10 punti con 4/5 al tiro, beneficiando anche delle puntuali imbeccate di Villa e 13 rimbalzi, con anche 3 recuperi. 3 le atlete in doppia cifra per coach Dalè, ma ben 8 a tabellino con responsabilità ben distribuite e il piacere di passarsi la palla evidenziato dai 12 assist (5 di Colli, 3 per Talarico e Villa); netto anche il predominio sotto i tabelloni (40-24 BSL) che hanno consentito il successo malgrado medie di tiro non entusiasmanti, 20/44 da 2 punti, 4/19 nelle triple e 10/21 in lunetta.

Servizio realizzato grazie al contributo di Gianluca Rimondi

Virtus Medicina – BSL San Lazzaro 81-73 dts
BSL Roberto Nuti Group: Negroni 12, Stojkov 9, Nanni NE, Micheli 3, Domenichelli 6, Flocco 2, Scheda 2, Lanzarini 13, Baldi 17, Comastri 4, Omicini 5. All. Rocca. ass. Zavatta
Virtus Medicina: Ricci Lucchi 10, Poluzzi 14, Antola, Tugnoli 14, Casadei 8, Bergami 10, Lorenzini 8, Bonazzi 12, Galvani, Martelli 2, Cai 2.
Parziali: 22-24; 32-36; 47-53; 70-70; 81-73.

Dopo il ko infrasettimanale, la BSL Roberto Nuti Group era chiamata a una prova di grande orgoglio che ha puntualmente sfoderato. Ai ragazzi di coach Rocca è mancata soltanto la vittoria, sfuggita all’overtime quando la Virtus Medicina si è affidata ai canestri di Bergami per dare il colpo di reni vincente e imporsi per 81-73 al culmine di una grande battaglia che ha visto per larghi tratti i biancoverdi riuscire a tenere in mano le redini del gioco e del punteggio. In doppia cifra nella formazione padrona di casa oltre a Bergami ci sono andati Bonazzi (12) Poluzzi e Tugnoli (14 a testa), mentre alla BSL – che a gara in corso ha dovuto fare i conti con gli infortuni a Flocco e Stojkov e che già era priva di Nanni – non sono bastate una difesa arcigna per tutto il match e le prove maiuscole di Baldi, Lanzarini e Negroni.

Ci sono voluti quasi 3’ alla Roberto Nuti Group per sbloccarsi con la tripla di Stojkov ma poi le briglie si sono sciolte e i canestri ravvicinati di Lanzarini e Comastri hanno portato al sorpasso esterno e propiziato il 22-24 di fine primo quarto. Nella seconda frazione la BSL ha continuato a proteggere bene il proprio ferro e, quando si è acceso Baldi con due bombe in un amen, ha scavato un solco di due possessi di vantaggio che di fatto la BSL si è portata con sé negli spogliatoi (32-36). Il testa a testa serrato è proseguito anche in un terzo quarto non particolarmente prolifico per entrambi gli attacchi e nella quarta frazione il match si è ulteriormente infiammato con la BSL che ha cercato di allungare ma non è riuscita a sfruttare appieno un tecnico e un antisportivo a proprio favore. Così, nell’ultimo minuto, Medicina ha provato a piazzare i colpi del ko con Bergami e la tripla del 66-62 di Casadei. Cuore e nervi saldi hanno però permesso alla BSL di recuperare anche questa situazione complicata e di portare il match al supplementare con la tripla a tempo praticamente scaduto di Domenichelli: nell’overtime la spia della riserva biancoverde si è però accesa e Bergami ne ha saputo approfittare per griffare le giocate decisive.

CategoryBSL San Lazzaro

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Feed RSS: