Da ieri in casa Brindisi ci sono tre ulteriori positivi, di cui un giocatore (Felipe Motta) e due membri dello staff. La possibile ripresa dell’attività è legata ai tamponi di giovedì 29 aprile. Al momento la squadra di Frank Vitucci ha 5 professionisti negativi e tecnicamente abili per giocare. Se ci saranno ulteriori negativizzazioni (da regolamento servono 6 professionisti a referto) e la locale ASL farà terminare l’isolamento il 30 aprile, Brindisi dovrà scendere in campo domenica 2 maggio contro Sassari, ovviamente in condizioni molto lontane dall’ideale e poi anche il 5 maggio nel recupero a Trento, prima dell’ultima giornata, in programma per tutti lunedì 10 maggio.
La situazione ovviamente è quella che è, aggravata dal fatto che dall’esito di questi recuperi dipende la classifica finale e quindi gli accoppiamenti playoff.
Con tre vittorie Brindisi infatti è prima, con almeno una vittoria è seconda, mentre in caso di 0/3 la Virtus potrebbe prendersi il secondo posto battendo Trento all’ultima giornata.
Se invece entro il 2 maggio la Happy Casa non avrà il “numero legale” per poter giocare, la Legabasket dovrà rivedere il tutto o prendere decisioni drastiche, sapendo che i tempi per una nuova variazione del calendario non ci sono.

CategoryAltri Argomenti

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: