BIGNAMI CASTELMAGGIORE

Cross – voto 7,5 – (22pti, 8/13, 7/11, 0/2) – Le sue pecche sono i ritmi sincopati che da’ all’attacco, in alcuni casi eccessivi. E qualche padella ai liberi. Ma e’ un martello pneumatico che lavora ai fianchi la difesa novarese, e le sue penetrazioni permettono alla Panda bolognese di non perdere mai la scia del pullman avversario prima dell’esplosione dei suoi compagni nel finale.
Abram – voto 7,5 – (24pti, 2/3, 5/14, 4/9) – Grande sofferenza iniziale, quando non la mette ne’ da fuori ne’ da sotto, e lascia i soliti spazi eccessivi in difesa. Finisce con un ultimo quarto esagerato, sparando triple e non facendosi mai battere. Anche 12 rimbalzi, sbucando da tutte le parti.
Smith – voto 8 – (23pti, 4/4, 5/7, 3/7) – Palla vagante, lui la prende, si tuffa dai sette metri e mette una bomba senza parabola. La vince li’. Per il resto della partita era stato l’unico a giocare quando Borgomanero volava, e non aveva mai esagerato quando la difesa lo teneva bene. Anche 10 rimbalzi. Complimenti.
Pittman – voto 6,5 – (7pti, 7/10, 0/1, 0/1) – Partita di poca luce offensiva, ma di prezioso lavoro difensivo. Parte male su Allegretti, poi riesce a tenere Salyers lontano dal gioco e non permettendogli di aiutare Jenkins.
Rush – voto 6,5 – (14pti, 6/8, 3/8, -) – Inizio desolante, con palle perse da solo e infrazioni di passi da “Mai dire basket”. Non si lascia andare, e la squadra e’ brava a non farlo andare alla deriva. Schiaccia canestri importanti facendosi trovare al punto giusto nel momento giusto.
Ghiacci – voto NG – Pochi minuti, nessun segnale.
Soloperto – voto 6 – (4pti, -, 2/3, -) – Entra perche’ ad un certo punto Donzello era improponibile, contribuisce all’inizio del break con buona presenza difensiva.

CIMBERIO BORGOMANERO

Jenkins – voto 7 – (32pti, 9/16, 7/16, 3/6) – Finche’ le gambe lo reggono e’ uno spettacolo, un motoscafo con attorno dei pedalo’. Poi si acciacca, si innervosisce, continua a giocare da solo cercando piu’ con finte sul posto che con partenze in palleggio di battere il proprio avversario. Non trova compagni all’altezza. Alla fine sbaglia tanto anche dalla lunetta, forse perche’ tira i liberi dopo essersi calato i braghini quasi fino alle caviglie…
Ferrari – voto 6 – (12pti, -, 3/4, 2/8) – Punisce le amnesie di Abram all’inizio con 7 punti di fila. Poi si affloscia, perdendo il ritmo come tutto il resto della Cimberio.
Salyers – voto 6 – (15pti, -, 6/10, 1/6) – Gran bel gioco nei primi 15 minuti, bravo nel punire sia da vicino che da lontano. Poi viene lentamente tagliato fuori dal gioco, si sacrifica inutilmente in difesa, e non rende piu’.
Thornton – voto NG – Ci prova cinque minuti, poi il ginocchio l’ha vinta.
McClintock – voto 5 – (4pti, -, 2/3, -) – Se pensiamo che doveva esserci lui al posto di Savic in Fortitudo… Gioca la sua prima al Paladozza non lasciando alcun rimpianto alla Skipper, se mai ce n’erano… Falloso, lento, inutile.
Giadini – voto 5 – (1pt, -, -, 1/2) – Cinque falli, valutazione negativa, non entra mai in partita.
Rossi – voto 5 – Due minuti di caos.
Allegretti – voto 5 – (6pti, 3/3, -, 1/6) – Inizio fortunato. Si trova la palla sull’arco, e sul suo tiro viene tamponato da un Pittman in ritardo. E subito 3 liberi per la bomba a rate. Ma poi altro. Si fa trovare, spara a salve.
Aimaretti – voto 6 – (9pti, 1/2, 4/7, -) – Anche 10 rimbalzi per uno dei meno peggiori dei suoi. Entra dalla panchina per coprire le magagne di McClintock e gli scricchiolii di Thornton, e per quanto puo’ non delude.

Le parole di Ticchi: “Nel primo quarto abbiamo giocato contro una squadra impressionante che giocava ad occhi chiusi, a memoria. Roba da dar fastidio anche a molte squadre di serie A. Ho cercato la zona per limitare i danni, poi da un suggerimento di Michele Teglia abbiamo cominciato a mischiare difese a zona e individuali per cercare di far perdere loro punti di riferimento. Jenkins ha perso il ritmo. Poi i canestri di Smith e Abram, come contro Messina, hanno ammazzato la partita. Bene, i miei hanno poi dimostrato di aver cuore e voglia di giocare insieme. Possiamo giocarcela fino in fondo contro tutte, e cosi’ puo’ arrivare la salvezza. Con questa voglia di vincere. Ora abbiamo una guardia italo americana in prova, tale Carmine Macariello da Siena University. Montegranaro resta uno spareggio fondamentale, dobbiamo cercare di conquistare la posizione migliore in classifica per avere un buon calendario nella fase ad orologio. Cercando di mantenere sempre la concentrazione, perche’ la mia e’ una squadra che in certi casi “battezza” le partite e se pensa di non poterle vincere crolla mentalmente. Sarebbe successo anche oggi, se ad esempio ci fossimo trovati sul -15 a fine secondo quarto. Ma, quando sappiamo di poterla vincere, abbiamo forse maggiore determinazione rispetto a tutti gli altri”

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online