Il bagnino non aveva una gran voglia di alzare l’orecchio e sentire quei due parlare di basket, come sempre. La notizia dell’incidente al Supereroe Mauro Morri, idolo dei playground riminesi, aveva alterato un po’ la visione della pallacanestro in riva all’Adriatico. Gli altri due, invece, che nemmeno sapevano chi fosse ‘sto Morri, parlavano di altre cose. Bonifici, proprietà, e altre cose che, in fin dei conti, con la palla al cesto c’entravano davvero poco. Però, d’estate, si erano fatti il callo alla cosa, per cui così andava, volenti o nolenti.

Bavvy – Allora, io cosa devo fare? Me ne sto qui tranquillo, poi leggo che Sabatini vende, poi che non vende più, che lascia, che raddoppia, un passo indietro e due davanti.. Ma che è, Ballando sotto le Stelle?
Piccy – Eppure in questi anni lo dovreste aver imparato a conoscere, o no? Dice una cosa e ne fa un’altra, spiazza il pubblico, e alla fine ha sempre ragione lui. Ma credevate veramente che avesse intenzioni di vendere? E mentre vende va in Lega a fare il diavolo a quattro per i diritti televisivi, firma Lino Lardo e decide che non farete la Mitropa, o come si chiama la coppetta? Mi dava l’impressione del tizio che dice di vendere casa propria, intanto la riarreda, riaggiusta il bagno e cambia la tappezzeria. Insomma, un qualche sospetto viene…
Bavvy – Ma allora pensi che sia una messa in scena? E per quale motivo?
Piccy – Io la penso così.La gente ce l’ha con lui, lui dice “volete che me ne vada, allora io me ne vo, chi la vuole ‘sta Virtus?”. Qualcuno arriva, che sia credibile o no è secondario. Ma lui mette condizioni difficili, ardue, e spaventa la gente dicendo “mica sono Cazzola, che stava vendendo a Tacopina, io ci voglio stare attento”. Per cui scoraggia il possibile acquirente, lo fa passare per poco credibile, e si ripresenta dicendovi “vedete? In giro non c’è niente di serio, per cui resto io, alle mie condizioni”. Poi non so, magari stanno giocando a poker e mentre parliamo lui ha davvero venduto, ma ormai non ci credo più”
Bavvy – Potrebbe anche essere. Sia che sia stata tutta una finta, sia che magari in questo momento lui abbia incassato il megabonifico e stia veleggiando verso i mari del Sud. Però accidenti, la gente non ci sta capendo più niente, e forse stavolta la corda si è davvero spezzata. Vuoi vendere? Vendi. Non vuoi vendere? Non vendere. Non c’è modo di fare squadra da Eurolega? Bene, lo dici e tutti contenti. Ma non puoi lamentarti con il pubblico, cedere il Capitano quasi come ripicca, e poi pretendere che il pubblico non si lamenti…
Piccy – Guarda, ormai ti conosco. Dite così tutti gli anni, poi alla fine vi abbonate in massa. Poi io rimango della mia idea: Sabatini sarebbe il miglior proprietario possibile, per la Fortitudo. E’ maraglio, gli piace sfidare i mulini a vento, cerca sempre lo slogan ad effetto. Dicono che fosse tifoso nostro? Bene, la chiusura del cerchio sarebbe che lui abbandona la Virtus, la lascia fallire, prende la Fortitudo e dice “era tutto uno scherzo, sono un fossaiolo che aveva in testa una idea meravigliosa”…
Bavvy – Certo, poi però dovrebbe cambiare residenza, perché rischierebbe di essere asfaltato a qualsiasi incrocio. Comunque va bene, resta lui, ma la facciamo questa squadra, o no? Lardo non è nemmeno un cattivo allenatore, ma è il caso che iniziamo a prendere qualcuno.
Piccy – Beh, io non credo proprio che farà una squadra da retrocessione. A lui piace vincere, magari meno abbonamenti fa e più clamoroso sarà il mercato. Così da potervi dire “vinco lo scudetto, ma voi restate fuori”.
Bavvy – E voi, invece? Qui il tempo passa, ma non succede niente. Siete felici? Sai, noi ogni anno diciamo che non ci abboniamo poi lo facciamo lo stesso. Voi, invece, non vi lamentate mai, qualsiasi cosa capiti.
Piccy – Visto che ogni volta che andiamo sui giornali è per motivi preoccupanti, qui un po’ di silenzio fa solo piacere, così evitiamo di leggere che stiamo per fallire, che rischiamo la vita, che è tutto un disastro. E per questo spero che la querelle Sabatini duri tutta l’estate… Ma è anche vero che qualcosa deve succedere: vero che in LegaDue non è che si stiano muovendo in tante, però io vorrei sapere solo una cosa. Ci saremo? E in quali condizioni? Sarebbe già un buon inizio. E’ arrivato Finelli, ma in campo chi ci va? Lui e Savic?
Bavvy – Piuttosto, avete pagato? C’è chi dice sì, c’è chi dice no… Non vorrei che gli eventuali creditori fossero lì pronti a sbranarvi, ma nessuno voglia fare il primo passo. Io la Fortitudo la voglio: perdente, ma la voglio. Altrimenti, come ci divertiamo?
Piccy – Intanto abbiamo pagato la commissione su James Thomas. Ora viene fuori Drucker. E accidenti, ancora? In società dicono che è tutto a posto, speriamo che lo sia, altrimenti siamo alla frutta. Più che altro, faremmo una figura da pisquani. E, sinceramente, ne abbiamo fatte anche troppe. Bene: chiudiamo i conti, e iniziamo a prendere qualcuno, o no?

Scendevano le luci della sera. Davanti al mare, passò una barchetta con la scritta “Rimini Yacht Club”. I due guardarono dentro, per vedere se ci fosse Sabatini a prua. Niente da fare. Intanto, la Motonave Rossana riportava a riva i bambini che erano andati a vedere i delfini a Riccione. La vita andava avanti.

 

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online