Più che l’aria rinfrescata, Waimer era contento perchè nel rush finale di settembre in spiaggia aveva luogo una scrematura della gente per cui restavano quelli tosti e venivano spazzati via dal vento tutti quelli fescion: le tardofighette 50enni che volevano il cocktail dietetico, i racchettonisti ormonalmente mossi dalle figlie delle tardofighette 50enni che non avevano più motivi per impegnarsi, e buona parte delle famigliuole con fastidiosi mocciosi al seguito. Chiaro che le comitive dei centri anziani non gli portavano particolari incassi, ma almeno viveva un po’ di pace in attesa della chiusura. Pace, certo, a parte quei due là che, di spostarsi, non ne avevano proprio voglia.

Waimer – Ragazzi, posso dirvi che avete bellamente rotto i maroni? Ho anche dimezzato il numero degli ombrelloni, e voi sempre, sempre, qua? Ma non avete un precampionato da seguire? Un qualche torneo su una qualche altra spiaggia, possibilmente non la mia?

Bavvy – Sei rimasto indietro, caro mio. O meglio, i precampionati sulle spiagge le possiamo fare noi che siamo forti e bravi. Loro invece giocano già, quella roba che si chiama Supercoppa, buona per vederli già perdere.

Piccy – Oh, di tutte le burrasche e mareggiate di ‘sti tempi, non una che ti abbia portato al largo? Non dico per vederti annegare, che tanto poi arriva il Dottorzanetti a salvarti, ma solo per toglierti un po’ di mezzo? Cosa te ne frega a te se giochiamo nel memorial di quello là vostro, o al torneo della Cozza, o in una cosa chiamata Supercoppa? A me basta vedere la squadra – in qualche modo ce la farò – e capire se saranno un minimo più carichi dell’anno scorso.

Bavvy – Ah beh, ci vuole poco, eh… Però non sarei tanto sicuro, o credi che Repesa farà diventare tondo quello che è quadro? Anche se forse è meglio dire che non farà diventare quadro quello che è tondo…

Piccy – Però vedi, io almeno parlo di basket. Tu? Oh, bella società, fighissima, ma leggo cose che nemmeno l’Istituto Luce… Avete la FOOD ROOM! Bellissimo! Perchè dire “La Virtus mangia in mensa” era troppo plebeo? O dire che avete il refettorio? Poi avete il SOFTWARE che controlla la partita in diretta! Perchè dire “scouting” era troppo banale?

Bavvy – Beh, sono convinto che nella Food Room qualcuno dei vostri ci vive. E quando tirate pietre da 3 punti ne tirate talmente tante che uno scouting a mano non riesce a starci dietro. E per questo serve l’intelligenza artificiale.

Piccy – Senti. Oggi non hai il Memorial Porelli? Ecco, seguine le indicazioni. Pensa a casa tua e non stare sempre, sempre, a guardare da me. Porelli mica commentava tutti i giorni la Fortitudo come poi hanno iniziato a fare proprietari successivi. E soprattutto aggiorna la tua telenovela, quella là, la Bava TV. Però potevate chiamarla “Un coniglio al sole”, che “Uncovered” pare roba porno…

Waimer iniziava ad essere nel periodo che, da giovane, chiamava saldi di fine stagione: quando cioè, a settembre, si cercavano assalti erotici non più scegliendo i pezzi migliori ma davvero al livello di quel che era rimasto in giro. Altri tempi, e oltretutto il panorama della spiaggia era talmente geriatrico che, insomma, nemmeno un soggetto come lui sembrava in grado di fare la prestazione. A questo proposito gli si avvicinò una cariatide facente parte di una comitiva di Jolanda di Savoia (di cui la fanciulla era forse stata compagna di collegio) chiedendo se poteva avere una sdraia in più – quindi extra contratto – per allungare gli arti inferiori. Waimer tirò un rutto che funzionò anche come lifting rinnovando il parco rughe della vegliarda, e tornò al suo prato. Dura, la vita.

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: