Waimer stava iniziando a sentire che in giro per la Romagna qualche locale e qualche spiaggia era a rischio chiusura perchè c’erano gli assembramenti, le distanze non garantite e via discorrendo. Bene, pensò lui, io posso anche fare il guardiano qui al bar, ma come posso controllare se in seconda fila di ombrellone la neo 18enne Consuelo di Mantova non stia festeggiando il compleanno in maniere poco morali creando quindi code? Come posso stare con il fucile spianato se i bambocci Lucrezia e Maigol (testuale, ndr) non iniziano a litigare provocando sommosse fino alla terza generazione di parenti? Facile fare le regole e poi non dare modo di rispettarle, tuonava, Almeno, i due tifosi brontolavano ma si facevano così reciprocamente schifo da stare a distanza di sicurezza.

Bavvy – L’ultima volta che avete fatto campagne acquisti con la fanfara me la ricordo benissimo, c’era quello a dire ‘per amore solo per amore’ e poi ‘per denaro solo per denaro’ dimenticava di pagare ed è finita con la retrocessione. Adesso cosa capiterà? Perchè di solito sarete anche aquile o piccioni, ma piuttosto mi ricordate Icaro (tanto per citare anche un album che piacerà molto al vostro addetto stampa): volete volare, salire, poi cascate sempre a piombo per terra.

Piccy – Sbadilate di cultura, vedo. E intanto non hai ancora ringraziato il Dottorzanetti: guarda che è un attimo, eh? Poi tornate a prendere i Conroy e i Gaddy, e tornate a combattere tra la vostra boria e i vostri risultati.

Bavvy – Ma che stai dicendo? Guarda che sei cambiato pure tu. Sarà stato anche scarso e ormai spompo, ma non ricordo una raffica di insulti verso Stipcevic, che pure era un vostro giocatore, dai tempi di… Vescovi? Ok, lui almeno avevate motivi per non averlo in simpatia, ma il fortitudino che ricordavo io non era così piccato verso un giocatore scarso ma che almeno ci ha messo il cuore.

Piccy – Non sei tu quello che ci prendeva sempre in giro perchè eravamo più interessati al valore salsicciaro dei giocatori e che fosse più importante battersi il petto dopo un canestro che non essere un buon giocatore? Ecco, una volta che facciamo gli schizzinosi… Poi Stipcevic nemmeno si batteva il petto dopo un canestro, non ne ha mai fatti…

Bavvy – Certo, ma converrai che con Sfiligoi non siete stati così crudeli.

Piccy – Altri tempi, poi comunque lui almeno un derby lo ha vinto, pur facendo NE. E ha pure battuto Pesaro. Stipcevic nemmeno quello.

Bavvy – Però è retrocesso, quindi confermi che per voi è meglio retrocedere ma vincere un derby che non arrivare sesti ma venire piallati?

Piccy – Facciamo una roba, così stai sedato? Facciamo che intanto cerchiamo di iniziarli, ‘sti campionati, quindi stai buono, non mi respirare addosso, mettiti la mascherina e fai il bravo.

Waimer aveva letto che il presidente di uno dei due tifosi aveva fatto presente come, con tutti gli assembramenti in riviera, fosse assurdo non iniziare i campionati a porte aperte. Allora venitele a giocare qui, le partite, dato che da ‘ste parti vige la totale anarchia: lo avrebbe anche provato a proporre ai due, quando la mamma di Erevan minacciò di chiamare i carabinieri se la piccola Luce non si fosse spostata dallo scivolo. Waimer tirò un rutto allo spiedino di frutta che costrinse (controvoglia, eh) qualcuno a dare un rigore alla Juventus. Dura, la vita.

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: