Aveva cercato di creare un percorso tipo labirinto, per evitare che la gente si incrociasse all’ingresso del bar e si starnutisse addosso. Poi capitava che qualcuno non leggesse le indicazioni ed entrasse dall’uscita. “Oh, ma sapete leggere l’italiano? Dove c’è scritto entrata si deve entrare, dove c’è scritto uscita si deve uscire”. Ce l’aveva soprattutto con quelli che lo sfidavano, provando ad entrare con mascherine rossoblu, sapendo che gli avevano proibito di sparare ai clienti molesti. Inspiegabilmente, tra l’altro. E mentre nell’area giochi le mamme si scannavano perchè i propri pargoli dovevano per forza essere tra i sei prescelti che potevano entrare a distruggere le altalene, Waimer si chiedeva se poi ‘sta cosa della quarantena non fosse poi da rimpiangere, visto che il distanziamento sociale non era praticabile. infine, ci si mettevano i due tifosi.

Bavvy – Non è divertente come i giornali, i giornalai, continuino a scrivere cose che sono discretamente sbagliate? Prima salta fuori che Tessitori deve andare da voi, poi viene da noi. Da voi doveva andarci Repesa, invece Sacchetti. Scrivono un sacco di scemenze, e si spacciano pure per gente che ne sa.

Piccy – Tutta gente prezzolata. Va là che se dovessero pagare ad ogni errore, starebbero più attenti.

Bavvy – Poi ogni giorno 15 nomi diversi. Oh, ma credono che siamo stupidi?

Piccy – E’ solo che non sanno cosa scrivere, tutte le volte. Abass di qua, Abass di là, Banks di qua, Banks di là… in miniera, tutti.

Giornalaio dell’ombrellone accanto – Scusatemi, eh. Intanto, se non ci fossimo noi, voi stareste qui a discutere al massimo dei maschi di Belen. Poi, lo sapete che esistono differenze tra iniziali sussurri, voci, e poi conferme? Se la mattina c’è la squadra X sul giocatore Eritreo Cazzulati, noi lo riportiamo. Se in tarda mattinata poi non trovano l’accordo, e su Cazzulati arriva la squadra Y e firma, noi lo riportiamo. Ma questo non vuol dire che la prima notizia fosse falsa. Provate a leggere oltre i titoli, ogni tanto. E’ normale che qualsiasi giornalaio abbia le sue fonti e faccia ricerche. Pensate a voi due: se uno di voi ci prova con una di quelle che stanno giocando a racchettoni là in fondo, io posso riportare Bavvy ci prova con una dei racchettoni. Se poi alla fine riesce a timbrare con la gelataia, in seguito scriveremo Ha fatto gol con la gelataia, ma questo non vuol dire che prima ci abbia provato con la racchettonista. Poi ripeto: se non vi va bene, c’è “Donne e Canestri” che parla di Belen, appunto.

Piccy – Intanto non capisco perchè fai bollare lui là e non me. Poi nessuno ce l’ha con te, anzi… mi dici chi stiamo per prendere? Hai qualche notizia di straforo?

Bavvy – Intanto non capisco perchè mi fai bollare con la gelataia che mi sa che ha visto tante di quelle palle e coni che nemmeno c’è gusto. Ma nessuno ce l’ha con te, anzi… mi dici chi stiamo per prendere? Hai qualche notizia di straforo?

Giornalaio dell’ombrellone accanto – Appunto.

Waimer non entrava nel merito di ‘ste robe, anche lui perchè diceva le stesse cose di chi seguiva il mercato calcistico del Cesena. Ogni sport è paese, e quindi il problema non era tanto capire perchè ogni giorno ‘sto Abass di cui tanto parlavano cambiasse idea su dove andare a giocare l’anno dopo – non essendo un terzino, gli interessava zero – quanto piuttosto capire cosa fare di ‘sta area giochi per bambini e ‘sti racchettoni dove i fustacchioni di Casemurate non si distanziavano. Se almeno avessero preso a pallate i bambini in esubero, avrebbe preso due piccioni con una palla. Dura, la vita.

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: