Il caldo. Waimer era poco social, anche perchè non capiva il senso dei suoi clienti che durante l’inverno pubblicavano foto di spiagge e ombrelloni come se non vedessero l’ora di mettere piumoni e scarponi in naftalina, e poi quando erano in spiaggia non vedevano l’ora di avere un po’ di fresco e sognavano piumoni e scarponi. Fate quello che volete, pensava, basta che poi passiate alla cassa: non c’è surriscaldamento globale che tenesse, quello che contava era il surriscaldamento del suo conto in banca. Bei pensieri, interrotti da un urlo del tifoso bianconero.

Bavvy – FAMMI VEDERE SUBITO I BOXER!

Waimer – Eh? Ma sei impazzito?

Bavvy – NO! Fammi vedere i boxer! E’ chiaro che sono di Armani! Perchè ho visto che nella prima fila non ci sono più gli ombrelloni stagionali delle solite carampane di Mensa Matellica, ma ci sono due famiglie di MILANESI! Basta con questa sudditanza ombrellonistica nei confronti di Milano! Sei stato anche tu corrotto!

Waimer – A dire il vero le carampane si sono spostate di tre bagni perchè dicono che sono stato maleducato. Io, che sono così buono, che ho fatto il catechismo nella curva del Cesena e il giorno della Comunione ho pestato un bimbo che aveva lo zaino con attaccata la figurina di Adelmo Paris. Semplicemente, gli ombrelloni erano liberi, e non rompere.

Piccy – Lascialo perdere, ormai è convinto che ci sia del milanocentrismo anche solo se va alla piadineria e servono prima una qualche sciura di Lampugnano.

Bavvy – Ma ancora parli? Non dovresti essere alla assemblea dei tifosi? Non dovresti essere a ballare con i 20, anzi 30, anzi 50, anzi 100 soci pronti ad entrare nella vostra stimata e richiesta società?

Piccy – Non posso andare a ballare perchè, come vedrai, ci sono già Messina, Petrucci e l’arbitro ucraino che si stanno impegnando in una Macarena. Anzi, ho letto i palinsesti del prossimo “Ballando con le stelle”: al posto di Ridge o di Mika ci sarà l’arbitro ucraino, sei contento?

Bavvy – Guarda questo, che si mette a ballare… sai che avrai un sacco di tempo per andare a fare corsi di tango, perchè non sono mica certo che i vostri professionisti, quelli che da mesi stanno lavorando per aumentare a dismisura il numero di soci e il budget, riescano ad iscriversi al campionato. Poi magari lo faranno, e avrete una bella squadra di cuori Fortitudo che non avranno idea di come si gioca a basket, ma che sono esperti in salsicciate. E tante colazie.

Piccy – Scusa, potresti piantarla di guardare dalla mia parte? Non potresti tornare a festeggiare i tuoi arbitri ucraini, i tuoi Messina, i tuoi Dottorzanetti, la tua Eurolega, il tuo stile Virtus, la tua superbia, le tue sparate di chi è nato per vincere e poi piange se gli fischiano un fallo contro e si lamenta che è tutto scritto? Se è tutto scritto e vincerà sempre Milano, lascia lì un po’ di soldi che mi ci faccio io la squadra.

Bavvy – Ma non che non vi serve nulla, dai. E’ da gennaio che leggo di come ci sia ressa e affollamento di soci che non vedono l’ora di entrare nel Consorzio, di milioni, miliardi di possibili nuovi investitori. Di come il pubblico sarà il fattore extra che nessuno altro ha (come se le altre squadre giocassero davanti a custodi e ragnatele), di come la passione eccetera. Andate pure avanti così, poi vi trovate a dover implorare un bagnino riminese altrimenti finite a Siena.

Scoperto che ormai il tifoso bianconero aveva perso interesse nella marca dei suoi boxer, Waimer sembrava ormai pronto ad un tranquillo fine pomeriggio. Poi la mamma di Iupiter andò da lui lamentando che la musica dei Meteora disturbava il poverino mentre cercava di dare fuoco ad un lettino. Waimer tirò un rutto per cui tutti i gabbiani che avevano perso le compagne le ritrovarno, le ingravidarono e per la gioia scacazzarono sull’incauta madre. Dura, la vita.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito |Feed RSS: