“Sei bellissimo”, gli gridava la Fossa quando saliva le scalette del Paladozza per mettersi a guardare la ruota della Effe. A lui inizialmente andò anche bene, poi fece capire che, insomma, si poteva anche soprassedere. “Se a lui non piace cantatelo a me, io non mi offendo, anzi” avrebbe chiosato Renzo Ulivieri, in diretta dal…

Girata nei giorni scorsi come una delle tante chiacchiere da Radioportico, la notizia del contatto tra Jasmin Repesa e la Fortitudo (con possibile inserimento di Teo Alibegovic in zona dirigenziale) è montata fino a diventare ormai una cosa fatta e finita, benchè tra le parti ci sia ancora un po’ di differenza tra domanda e…

Saltato Marco Calamai non senza dolore, era difficile per la dirigenza Fortitudo trovare un allenatore per proseguire la stagione, perché da un lato c’era la voglia di vedere se ‘sta promozione la si sarebbe potuta comunque ottenere, dall’altro lato, con la firma ormai firmata di Sergio Scariolo (all’epoca a Desio), non ci si poteva impegnare…

Ah, la riapertura! Waimer non aveva ancora capito come fare per tutte quelle questioni sul distanziamento sociale, varie ed eventuali, ma finalmente poteva tirare su la saracinesca del suo bagno e, dopo averla ben igienizzata, accendere la cassa e sperare che mesi di stop avessero spinto le persone ad accorgersi di avere le tasche piene…

Carlo Recalcati è stato ospite di “Effe trasmetto per te”, condotto da Matteo Airoldi su Radio 108. Le sue principali dichiarazioni Quanta nostalgia ha del campo, dell’agonismo? “Non voglio passare per presuntuoso, ma non mi manca. E’ stata una scelta molto ponderata, arrivata nel tempo, e non fatta di impulso. Avrei potuto trovare situazioni per…

Per i nostri genitori, Marco Calamai era quello con gli occhialoni che aveva sbagliato due liberi in un derby di vent’anni prima e per questo bollato a vita. Per le nuove leve, Marco Calamai era l’allenatore con i baffoni neri e la sciarpa sempre al collo con la quale quasi si stava strozzando, nel dicembre…

Forse è ingeneroso quanto Daniele Albertazzi disse su di lui, come riportato da un libro di Emilio Marrese uscito nel 1993. “L’apporto di Lino Bruni non fu decisivo. Pillastrini pagò la sua coerenza ma sono convinto che avrebbe portato in salvo la squadra”. La controprova non c’è, se non il fatto che 40% era il…

“Ma tu quanta pastasciutta mangi?”. Così un 11enne del San Savino – non io, eh, si chiamava Christian, con l’acca – esordì al primo allenamento, nel campetto dietro la Parrocchia, nel marzo del 1982. La buona forchetta era quella di Stefano Pillastrini, Bepi per tutti, che assieme a Roberto Ruppe Balboni, Claudio Cottego Reggiani e…

Quindi, forse poteva riaprire, forse no. Forse con ombrelloni distanziati, con il numerino per andare in bagno e ‘sta cosa che doveva portare lui le cibarie e le bevande in spiaggia che non lo convinceva, ma che sarebbe stata accettabile con un discreto sovrapprezzo. Waimer studiava le linee guida, ben certo che la Cooperativa Bagnini…

Il Fortitudino

Mauro Di Vincenzo arrivò, o meglio tornò, nell’estate 1987. Tornò, perché era stato già in Fortitudo e anche in Virtus, per poi andare a fare bene a Livorno, sponda Pallacanestro e non Libertas. Sono due anni di esaltazioni e uno, quello finale, in cui nuovamente la carrozza tornò zucca senza però nessun principe a raccogliere…

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: