Capolavoro tecnico-tattico della BSL che ha ragione in maniera quasi netta della Salus, costruendo una gara perfetta nel terzo quarto e che di fatto spegne ogni velleità della truppa di coach Giuliani. I 4 punti lasciati agli avversari dopo l’intervallo hanno di fatto spaccato una gara fin lì in equilibrio, che ha visto i padroni di casa sbattersi oltre ogni modo in avvio di gara, ma venir sempre recuperati grazie alle invenzioni di Stojkov e alla presenza “pesante” in area di Parma Benfenati.
È proprio l’ex Gira Ozzano a menare le danze alla palla a due,non prima però di un paio di acuti biancoverdi a firma Giovanni Allodi. È l’ex pretoriano di Consolini ha fare le cose migliori: lotta dura contro Alex Percan, non di certo un diacono in campo, e tanta sostanza in attacco con 8 punti e il 60% al tiro. Tuttavia il colpo è retto bene dalla Salus che ha la forza per reagire e per chiudere la prima frazione avanti di tre punti.
Nel secondo quarto è Mellara a fare le cose migliori per la BSL. Il quintetto spudoratamente U20 messo in campo da Roberto Rocca sortisce l’effetto desiderato. Bernardi non si fa mettere sotto da Stojkov, Forni regala sostanza nel pitturato e Mellara, appunto, diventa un faro contro la zona di coach Giuliani e dietro non fa rimpiangere il riposo di capitan Binassi con 4 carambole raccolte ed una stoppa fatta. Grazie anche ad un paio di invenzioni di Sgorbati arriva così il primo break della gara per la BSL e la sensazione che la scalata all’Annapurna rosso-biancoblu non sia poi così impossibile.
Il meglio, infatti, arriva dopo il té caldo negli spogliatoti. Dietro la BSL mette letteralmente il tappo sul proprio canestro, mentre in attacco davanti alle molteplici facce difensive della Salus si erge a protagonista indiscusso Mattia Masrè. In 9′ il giovane biancoverde costruisce la gara perfetta: 12 punti, 100% dal campo (3/3 da due, 2/2 da tre), un uppercut che stordisce ed imbroglia il canovaccio di coach Giuliani.
San Lazzaro arriva così al massimo vantaggio, ma la Salus non molla nemmeno sotto di 15 lunghezze. Si fa rivedere Parma Benfenati e Percan regala qualche acuto. In più la 1-3-1 del quarto periodo inceppa l’ingranaggio offensivo biancoverde. Tuttavia le triple di Riccardo Lolli e l’ennesima perla dall’arco di Masrè chiudono i conti, non prima che Vercellino regali il suo apporto nel pitturato.

BSL S.Lazzaro – Salus Bologna 62-50 (15-18, 36-33; 50-37)
San Lazzaro: Sgorbati 4, Lolli 4, Saccaro ne, Forni, Binassi 6, Fabbri, Mellara 7, Masrè 17, Bernardi 5, Vercellino 8, Allodi 11. All.: Rocca. Ass. All.: Lelli e Guidetti
Salus: Stojkov 12, Fimiani ne, Savio 4, Nucci 5, Zuccheri, Veronesi, Percan 13, Granata, Pellacani, Venturi ne, Parma Benfenati 16, Trentin. All. Giuliani

Totale Tiri BSL: 24/62 (6/23 da tre). Tiri Liberi: 8/13. Rimb.: 46 (Mellara 9). P.R.: 15. P.P.: 15. Ass.: 7
Arbitri: Savelli e Restuccia

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online