ASSIGECO PIACENZA-BALTUR CENTO 63-61 (12-16; 27-21; 41-36)
Assigeco Piacenza: Diouf 2, Montanari NE, Bossi 3, Ogide 12, Formenti 7, Antelli 2, Piccoli, Ihedioha 8, Turini, Murry 4, Sabatini 21, Vangelov 4. All. Gabriele Ceccarelli.
Baltur Cento: Ba 2, Taylor 13, Taflaj, Chiumenti 1, Gasparin 12, Benfatto 18, Moreno 10, Kuksiks 5, Ebeling, Manzi NE, Di Bonaventura NE. All. Luca Bechi.
Arbitri: Gianfranco Ciaglia, Giampaolo Marota, Giulio Giovannetti.
Tiri liberi: PC 8/13 (62%); CE 9/12 (75%).
Rimbalzi: PC 30; CE 35.
Falli: PC 18; CE 14.
Tiri da 2: PC 19/39 (49%); CE 20/41 (49%).
Tiri da 3 PC 6/22 (27%); CE 4/18 (22%).

QUINTETTI INIZIALI
Assigeco Piacenza: Sabatini, Formenti, Murry, Ihedioha, Ogide.
Baltur Cento: Taylor, Moreno, Kuksiks, Chiumenti, Benfatto.

Dopo la Mission (quasi) Impossible della scorsa settimana contro Udine, la Baltur era attesa da un impegno più abbordabile questo weekend, ospite dell’Assigeco Piacenza. La banda di Ceccarelli arrivava all’appuntamento del PalaBanca dopo una strapazzata inflittale dalla capolista Fortitudo, con la necessità impellente di riprendere la propria corsa verso la salvezza. Obiettivo condiviso anche dagli uomini di Bechi, a secco di punti da sei giornate consecutive, ma con meno certezze dei “cugini” piacentini.

Parte con il piglio giusto Cento, che sblocca la gara con una tripla del ritrovato Moreno, annullata nell’immediato dal canestro di Ogide dall’arco. Gli ospiti non mollano l’osso, portandosi con Benfatto e Taylor sui due possessi di vantaggio allo scadere dei primi 10’.

Piacenza, da squadra combattiva qual è, impatta prepotentemente il match al rientro dal mini break: Vangelov domina sotto canestro, Sabatini, Murry, Ihedioha e Ogide, mattoncino dopo mattoncino, recuperano lo svantaggio, sino ad operare il controsorpasso. Magistrale la fase difensiva piacentina, con i padroni di casa che concedono solo cinque punti agli avversari in tutto il secondo quarto, chiudendo il primo tempo sul +6.

Nella ripresa l’Assigeco prova a scappare, portandosi anche sul +9, ma senza riuscire mai ad ammazzare la partita. La Baltur, dal canto suo, prova a ribaltare il risultato, riuscendo a mettere nel mirino i padroni di casa numerose volte, salvo poi veder fuggire sempre via la propria preda.

Rimane a stretto giro di posta Cento, portandosi sempre sul possesso di distanza da Piacenza, venendo però rispedita sempre indietro dalle triple di Sabatini, mortifero in questa gara per i biancorossi. Sembra fatta nel finale per Piacenza, quando Formenti, dopo il canestro del pareggio di Moreno, porta i suoi sul possesso pieno di vantaggio con una tripla a trenta secondi dal termine. Benfatto si gioca la carta del fallo, il numero 9 va in lunetta e fa due su due, Kuksiks riporta a -2 Cento dall’arco, ma è troppo tardi: Assigeco batte Baltur 63-61.

Sconfitta dolorosissima per gli uomini di Bechi, che rimangono sul fondo della classifica in solitaria, restando comunque a sole due lunghezze dalla zona playout. La strada è tutta in salita, con i biancorossi che incroceranno le armi fra due settimane con l’Unieuro Forlì, squadra in piena corsa per i playoff, ma dall’andamento altalenante, con tre sconfitte subite nelle ultime cinque gare.

(tratto da 1000cuorirossoblu.it)

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: