Ieri, prima della partita tra Virtus e Kazan, in una conferenza stampa congiunta è stato annunciato il rinnovo della partnership tra Virtus e Bolognafiere. La Segafredo Arena sarà la casa dei bianconeri per i prossimi tre anni sia per la sezione maschile che per quella femminile, che l’anno prossimo farà una coppa europea. Non ci saranno problemi in caso di concomitanza con eventi fieristici.

Inoltre, a inizio 2022 si spera di iniziare i lavori per il nuovo palasport, che potrebbe essere pronto nel 2024. Un impianto nuovo e di proprietà – ovviamente – sarebbe visto di buon occhio dall’Eurolega.

Queste le parole degli intervenuti.

Massimo Zanetti. “Il progetto del palasport fisso si è fermato a causa del Covid, ma siamo un diesel e pian piano ci arriveremo, intanto d’intesa con la Fiera ès tato sottoscritto questo nuovo contratto di tre anni per restare all’interno di questa arena da 10.000 posti.
Il nostro sogno è l’Eurolega, penso sia la giusta collocazione per la nostra società e che la Virtus lo meriti.
Tempi? Finché non sarà finita questa tragedia collettiva del Covid non si potrà far nulla, ma spero tra gennaio e febbraio di iniziare a fare qualcosa e posare il primo mattone, con l’obiettivo di essere pronti per l’estate 2024.
La stagione? Fin qui sono contentissimo perché abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati, poi tanto dipenderà da questa serie perché l’obiettivo è qualificarsi all’Eurolega. In campionato abbiamo perso qualche partita ma è importante arrivare bene ai playoff e ora siamo terzi: abbiamo mantenuto le aspettative. C’è ancora grande amarezza per lo scorso anno, perché eravamo convinti di portare a casa lo scudetto ma hanno bloccato il campionato in un modo che non ci ha trovato d’accordo. Per questo abbiamo attrezzato una squadra ancora più forte.

Gianpiero Calzolari, BolognaFiere. Con questo accordo buttiamo il cuore oltre la siepe; il Covid ci ha rallentato ma intanto abbiamo consolidato il rapporto tra noi e la Virtus. Abbiamo incontrato qualche salita ma non ci fermeremo e l’iter va avanti.

Luca Baraldi. “Per tre anni nessuno ci manda via, e fra tre anni confidiamo che sia tutto pronto. E’ un momento di grande soddisfazione e sappiamo che se i lavori non sono ancora partiti è perché la situazione è seria. In questo momento noi piangiamo Paolo Barbieri, un socio della Fondazione che non c’è più e che è giusto ricordare. I tifosi hanno ampiamente appoggiato il nostro progetto, nelle 5 partite che abbiamo giocato nella stagione 2019/20 ci sono 45mila persone con un riempimento che ha superato il 90%. Anche sull’attuale impianto riceviamo complimenti da tutti le parti. Marco Belinelli che arriva dalla NBA ci ha detto che neppure là c’è uno spogliatoio così. Il nostro è di 700 metri quadrati e anche quello degli ospiti è molto ampio.

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: