A CANESTRO CON I BRADIPI
DOMENICA 27 MAGGIO DALLE 15
PIAZZA RE ENZO A BOLOGNA

La polisportiva I Bradipi di Bologna, che con la propria under 22 ha conquistato il terzo scudetto giovanile negli ultimi quattro anni, ha organizzato un pomeriggio di promozione della propria attività domenica 27 maggio dalle 15 alle 18 in Piazza Re Enzo a Bologna durante il quale, oltre a dimostrazioni da parte dei giovani della società, sarà data a chiunque la possibilità di provare a giocare seduti su una carrozzina.

Il pomeriggio si svilupperà con alcune esibizioni dei ragazzi dei Bradipi e con la simpatia di di Franz Campi che cercherà di coinvolgere le tante persone che passeranno per piazza Re Enzo affinchè possano non soltante capire cosa vuole dire giocare e guardare il canestro dalla posizione seduta, ma saranno a disposizione carrozzine per provare concretamente di giocare insieme ai ragazzi.

Durante il pomeriggio è prevista la presenza di personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo che contribuiranno a rendere il pomeriggio indimenticabile.

Durante la conferenza stampa per la presentazione dell’evento ha portato il proprio saluto anche l’assessore allo sport Matteo Lepore.

Il direttore sportivo Germano Pepoli ha spiegato l’iniziativa: “Vogliamo far capire cosa si prova a tirare a canestro dalla carrozzina. C’è oltre un metro di differenza dalla posizione in piedi e dunque le difficoltà sono molto maggiori. Il nostro mondo, nonostante l’impegno ancora è poco conosciuto. Sia per un aspetto culturale, sia a causa di quei genitori i cui figli non sono in grado di praticare uno sport
tra i normodotati, ma che hanno ancora imbarazzo a farli uscire di casa”. Il presidente della pol. I Bradipi Biagio Saldutto, ha sottolineato come: “il basket accoglie anche i normodotati, quindi unifica tutti. Abbiamo organizzato questa iniziativa per far conoscere al maggior numero possibile di ragazzi il fatto che da noi sarebbero accolti con entusiasmo”. Saldutto è stato uno dei fondatori del basket in carrozzina a Bologna nel 2002. “Oggi la nostra società sportiva – ha concluso – può contare su nove ragazzi dell’under 22 che hanno vinto poche settimane fa il terzo scudetto su cinque finali disputate e siamo una decina in serie B”. E’ intervenuto anche il delegato del CIP Roberto Cristofori: “Lo sport Paralimpico serve non solo per reclutare atleti, ma avere il maggior numero di persone con disabilità che praticano sport. Si può cominciare con uno sport, poi farne due o anche tre. I Bradipi per il CIP dell’Emilia Romagna sono un esempio di come fare società, gruppo, ma anche marketing e per questo sono da imitare.

“La giornata di domenica – ha concluso Pepoli – non ha un programma. Franz Campi sarà cerimoniere. Ci supportano i nostri importanti partner Ottobock e Wellspect. Sotto al logo è presente anche quello della associazione Ricotta che organizza “Il Gallo da tre”. E’ un’iniziativa in memoria di Davide Galletti che è stato vice allenatore dei Bradipi per tre anni. Ci ha lasciato nel 2014 e nel suo ricordo gli amici hanno fondato l’associazione che il 23-24 giugno, ai Giaridni Fava, svilupperà il torneo 4VS4 e la domenica il torneo 3VS 3 in carrozzina. Ultimo ringraziamento a Mauro del Bar La Linea, grazie al quale domenica potremo avere la corrente che ci consentirà di animare tutto il pomeriggio”.

CategoryBradipi

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: